Tutto questo ti darò Tutto questo ti darò

Tutto questo ti darò

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Quando una coppia di agenti in divisa bussa alla sua porta, Manuel, scrittore di successo impegnato nella stesura del prossimo bestseller, intuisce all’istante che qualcosa di grave deve essere accaduto ad Álvaro, l’uomo che ama e al quale è sposato da anni. E infatti il corpo senza vita del marito è stato ritrovato al volante della sua auto, inspiegabilmente uscita di strada tra le vigne e i paesaggi scoscesi della Galizia, a chilometri di distanza dal luogo in cui Álvaro avrebbe dovuto trovarsi al momento dell’incidente. Sconvolto, Manuel parte per identificare la salma ma, giunto a destinazione, si ritrova presto invischiato in un intrico di menzogne, segreti e omissioni che ruota attorno alla ricca e arrogante famiglia d’origine del marito. Con l’aiuto di Nogueira, poliziotto in pensione dal carattere ruvido, e di Padre Lucas, il prete locale amico d’infanzia di Álvaro, Manuel indaga sulle molte ombre nel passato dei Muñiz de Dávila e sulla vita segreta dell’uomo che si era illuso di conoscere quanto se stesso. Serrato, sorprendente e ricco di atmosfera, Tutto questo ti darò è un thriller psicologico dalla sensibilità finissima, capace di indagare con la stessa lucidità le dinamiche del cuore e quelle – troppo spesso malate – della società.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Tutto questo ti darò 2018-03-29 07:22:27 ornella donna
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    29 Marzo, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Misteri e menzogne in Galizia

Dolores Redondo ha scritto Tutto questo ti darò: un romanzo che è una saga familiare, ambientata in Galizia, dove
“l’indagine poliziesca si mescola allo scavo psicologico e alla riflessione sulla universalità del male.”.
Tutto questo ti darò è un titolo emblema dello stesso libro, ed è:
“E’ quello che ha detto il diavolo a Gesù: (…) tutte queste cose ti darò se mi adorerai, gettandoti ai miei piedi”.
Ed è anche quello che il marchese Muniz De Davila dice a suo figlio Alvaro, cercando di piegarlo ai suoi voleri di nobile intransigente ed arrogante. Ma sa con chi si sta confrontando e il giovane non si sottopone al ricatto e se ne va, abbandonando ricchezza e privilegi in Galizia. Si ricostruisce una vita parallela, sposando Manuel, ex professore universitario, scrittore di grande successo. Ma un giorno, quando il marchese padre muore, Alvaro è costretto a fare i conti con il proprio passato. Non può più esimersi. Continuando però una seconda esistenza all’insaputa del marito. Manuel ne viene a conoscenza solo alla tragica morte di Alvaro, e non ne comprende né motivazioni né caratterizzazioni. Ad aiutarlo a districare quel ginepraio di menzogne c’è padre Lucas, amico d’infanzia di Alvaro, e da Nogueira, un poliziotto in pensione, che sotto la scorza di un carattere ruvido nasconde una innata intelligenza e capacità di comprensione. Gli scheletri nascosti di questa “nobile “ famiglia sono tanti, troppi, e rischiano di travolgere le persone in un vortice dda cui è impossibile tornare indietro.
Un thriller elegante, molto descrittivo, intimo ed intimistico, emozionante e sentimentale. Un libro caratterizzato da una forte valenza psicologica, dove i personaggi narrano la propria storia, la propria vita, i propri difetti e pregi. Un ritratto preciso e puntuale di una nobiltà decaduta, che non rinuncia ai propri privilegi atavici ed arroganti. Un noir intrigante sulla violenza dei pregiudizi e i conflitti di una famiglia segnata da segreti inconfessabili e terribili. Un testo articolato e complesso, ben congegnato e ottimamente costruito. Moltissimi e delicati i temi trattati: dagli abusi sessuali, all’omosessualità, all’amore e al lutto, il tutto rapportato sempre e costantemente ai sentimenti e alle emozioni dei protagonisti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Tutto questo ti darò 2018-02-04 04:09:02 Bruno Elpis
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    04 Febbraio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Aveva una doppia vita

Per Manuel, scrittore di successo (“Sei un ottimo scrittore, per la tua capacità di nasconderti nel tuo palazzo dalle infinite stanze e, da lì, tirar fuori una storia dietro l’altra”), è doloroso scoprire in occasione della prematura morte dell’amato Alvaro che questi gli ha sempre mentito (“Aveva una doppia vita”).

Risalire nel passato della persona amata può riservare spiacevoli sorprese (“Un’azienda enorme, una famiglia aristocratica, un cattolico praticante e un puttaniere”) e svelare segreti angosciosi. Soprattutto se le radici familiari affondano in un terreno minato dall’ipocrisia delle convenzioni nobiliari e se i componenti della famiglia - il marchese Muniz de Davila e sua moglie detta “il corvo”, Santiago e Catarina, Fran ed Elisa - nascondono segreti inconfessabili e nutrono sentimenti equivoci. Soltanto il piccolo Samuel sa effondere un po’ di sincerità verso il nuovo erede universale designato dal testamento dello zio defunto.

Ma Manuel vuole a tutti i costi dissipare i sospetti d’infedeltà (“Non portava la fede?”) per riabilitare la memoria del suo rapporto amoroso (“E all’improvviso un cane bastonato, una vigna ripida e una puttana con la faccia da bambina erano un balsamo che leniva il dolore”). L’operazione è complicata perché la tenuta As Grileiras è dominata dagli intrighi di famigliari e servitù (“Lavorano alla tenuta: il custode e il veterinario, l’aiutante di Catarina nella coltivazione delle gardenie, Herminia, la governante… e Sarita che l’aiuta nelle faccende domestiche”).

Tanta carne al fuoco, tanti colpi di scena, tanti morti. Sicuramente troppi. In una famiglia ove l’amore sembra dimenticato da Dio e dagli uomini.

Giudizio finale: intrigante, troppo intrigante, attenzione a non cadere vittima degli intrighi…

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'unica storia
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo che trema
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Isola di neve
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Khalil
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una di luna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Il figlio del secolo
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo giro della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La coda del diavolo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Peccato mortale. Un'indagine del commissario De Luca
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'innocente
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'idiota
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
I colori dell'incendio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri