Spine Spine

Spine

Letteratura italiana

Editore



È poesia, breve, brevissima, costruita a tagli e fatta di carne e di dolore. Perché è così che deve essere la poesia per l’autrice: ridotta all’osso. Solo nella sua essenzialità, nuda e priva di fronzoli può penetrare il lettore. Compito del poeta è questo, scavare fino a ferirsi, pulire la parola, spogliarla del superfluo e attraverso la parola colpire. I testi vanno letti e riletti, masticati. Pagina dopo pagina rimangono corpi sudati ed esausti. Rimangono vene spezzate dal desiderio. Sopravvive il dolore amato e odiato di cui, anche quando si è felici, si sente sempre la mancanza.

Recensione della Redazione QLibri

 
Spine 2013-12-20 10:12:28 C.U.B.
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    20 Dicembre, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Soffi spinosi

La raccolta consta di 45 poesie, componimenti molto brevi che - seppur non rispettando la rigorosa metrica nipponica- riconducono all'effetto di un haiku giapponese.
Pochi versi, asciutti, puliti, semplici, incisivi. 
Ma se la lettura e' estremamente rapida, potrebbe essere anche naturalmente infinita : la necessita' avvertita dopo una prima contemplazione e' di ripetizione, si ha voglia di tornarci, di riassaporarle.

Non sono esperta di poesia e non so dare un giudizio critico sull'opera ma un giudizio umano, dei sensi sì.
Il mio parere si condensa come fiato caldo sul vetro freddo nell'immagine di un soffio.
Un soffio innocuo che come queste poesie riesce pero' ad avere un effetto concreto : un soffio al cuore e' doloroso, un soffio negli occhi e' fastidioso, un soffio all'orecchio e' eccitante.
Un soffio di poesie per raccontare l'amore che graffia, l'amore che sotto a petali scarlatti lima le sue spine appuntite.

"Rimase 
solo la luna
pesante e grassa.

E il dolore
Da gettare ai cani."

Buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
300
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Spine 2014-03-30 08:57:13 Elena
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Elena    30 Marzo, 2014

Incanto

E' un testo che arriva perchè è diretto, intenso, commovente, tagliente. Il fatto che le poesie siano così corte le rende immediate come pugni. Si legge velocemente, è vero, ma non bisogna fermarsi alla prima lettura. Ogni rilettura insegna qualcosa, ci svela qualcosa, anche su noi stessi. Meno male che ci sono i piccoli editori che ancora pubblicano poesia e scoprono queste piccole perle...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore

Spine 2014-01-09 16:26:27 Ally79
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Ally79 Opinione inserita da Ally79    09 Gennaio, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Spine (Nel cuore)

Poesie?Micropoesie?Haiku?Pensieri sparsi?Gocce d’anima?
No,non saprei come definire le parole che mi regala Cristina De Laurentis e a dirla tutta nemmeno mi interessa.
Perché io di questo libricino mi sono innamorata.

Ho perso la testa.Ho deciso di portarlo con me,sempre.Aprirlo a caso e leggere,rileggere.
Finchè non l’avrò imparato a memoria.
E quando anche saprò recitare a menadito ogni verso continuerò a portarlo con me.
Come un memento.
Per ricordare.

Per ricordare che talento vuol dire far esplodere l’animo umano anche con dieci semplici parole.
(“Non riparare il mio dolore.
Proteggilo e non offrirmi tregue.”)

Per ricordare che per esprimere tormento non servono narrazioni di dolore.
(“Aspetto che la notte mi renda la giusta disperazione.”)

Per ricordare che l’amore fa sempre,comunque,al di là di tutto più bene che male.
(“Stringi forte,
spezzami il respiro.
Dammi tutto l’amore che ho perso per strada e non ho più trovato.”)

E per ultimo,tristemente,per ricordare che la bravura quasi mai è premiata come dovrebbe.
Una autrice cosi come mai è possibile che passi inosservata?

Ah,dimenticavo.
Io odio la poesia.
Ma quando la amo,la amo sul serio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La notte più lunga
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri