Dettagli Recensione

 
L'autopompa fantasma
 
L'autopompa fantasma 2012-02-10 15:10:49 lella gritti
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
lella gritti Opinione inserita da lella gritti    10 Febbraio, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La "tranquillità" del crimine

La storia si svolge nell'arco di sei mesi, da marzo a settembre, in Svezia, fra Stoccolma e Malmo, con alcune puntate a Copenhagen, in una atmosfera idilliaca per quel che riguarda la natura di quei posti in primavera ed estate.
I protagonisti sono soprattutto la nutrita schiera di poliziotti, che alternano il loro lavoro alla vita domestica, per la maggior parte dei quali è descritta in modo minuto (con tanto di descrizione dei figli, delle mogli e di quelche fanno tutti nel tempo in cui stanno insieme). Da qui anche il "gioco" di fraintendimenti fra la scomparsa dell'autopompa - vera - dei vigili del fuoco e quella - finta - del giocattolo del bimbo di uno di essi.
I fatti criminosi si innestano su questa vita da poliziotti "quasi impiegati" (con orari precisi, ferie, fine settimana fuori città, mogli che preparano la cena, ecc.) come elementi della vita di tutti i giorni. Come lavoro di questi poliziotti-impiegati.
Non ci sono scene particolarmente truculente e nemmeno colpi di scena o assassini e assassinii efferati. Quel che colpisce di questi autori è appunto la "normalità" del crimine. Per certi versi la sua banalità. Ma proprio per questo così vera e così vicina alla vita di tutti i giorni.
Il libro è del 1969 e stampato da Sellerio 40 anni dopo. Lo stile è scorrevole e non dimostra la sua età. L'approccio al crimine è classico ed elegante. Niente a che vedere con la truculenza a tutti i costi di tanti autori dei giorni nostri.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
polizieschi scandinavi
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Gli eredi di Stonehenge
La mappa nera
L'uomo dei sussurri
Gli avversari
In tre contro il delitto
Un sacrificio accettabile
Il castello di Barbablù
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Girl in snow
Avversario segreto
L'ermellino di porpora
Il caso Alaska Sanders
La cameriera
Otto perfetti omicidi
Città in fiamme
Lupa nera