Dettagli Recensione

 
L'ombra della verità
 
L'ombra della verità 2014-07-01 14:39:42 mariaangela
Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
mariaangela Opinione inserita da mariaangela    01 Luglio, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L’ombra della verità…l’ombra dei miei dubbi!!

Will Trent fa parte del CAT “Special Criminal Apprehension Team”: un settore del Georgia Bureau of Investigation istituito per aiutare il servizio d’ordine locale nella cattura dei criminali violenti.

La Slaughter ci parla di lui attraverso il suo corpo, una mappa della sofferenza: cicatrici lunghe e sottili sulla schiena dove la pelle è stata lacerata da una frusta; la sua coscia dove la plastica è stata fatta per rimediare alle ustioni da corrente elettrica; la mano destra spezzata per ben due volte, la gamba sinistra fratturata in più punti; il labbro superiore spaccato per i tanti pugni ricevuti.
La dislessia considerata un fallimento personale.
Il suo fascicolo personale “sigillato.”
Il suo punteggio di risoluzione dei casi :l’ottantanove per cento.

Potrei andare avanti, ma non mi basterebbe a farmi un’idea di Will.
A fine lettura Will Trent non lo conosco quasi, e questa insufficiente conoscenza non mi basta.

Ma anche gli altri protagonisti, Angie e John, sono molto poco delineati.
L’autrice ne parla lungamente, ma a vuoto. Nulla di ciò che racconta raggiunge lo scopo della caratterizzazione del personaggio, e il tutto si rivela inutilmente stancante da leggere. Nonché eccessivamente prolisso e a tratti noioso.

La violenza dei toni rende la lettura spiacevole e il romanzo troppo crudo e inutilmente brutale.
Anche Patricia Cornwell di cui io sono convinta lettrice, non disdegna i particolari degli efferati crimini. Ma qui non mi è piaciuto lo stile di narrazione ecco. Il raccontare scene e accadimenti all’improvviso e senza ulteriori spiegazioni mi sembra fine a se stesso, inutile.

Mi aspettavo molto di più da questa scrittrice, così stimata e amata.

Come ho letto in altra recensione, anche io trovo deleterio accennare a Will per poi riparlarne nuovamente dopo un centinaio di pagine.

Colpi di scena praticamente zero.
Sul gran finale l’attenzione si fa più concentrata, ma la capacità narrativa continua a non convincermi, e neanche mi soddisfa.

Peccato perché “Genesi” mi aveva incuriosita a ricercare l'inizio della storia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
Non lo sconsiglio totalmente, perché alla fine mi son detta che ho letto di moto peggio, ma certo consiglierei altre letture.
E anche perché le darò un'altra possibiltà...e spero sconvolga tutti i miei dubbi e perplessità.
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
Davvero un peccato che non ti sia piaciuto il libro, a me la Slaughter piace molto invece...... Hai ben motivato il tuo dissapore riferito alle parti che non ti hanno convinto, quindi giudizio rispettabilissimo! Aspetto di leggerti prendendo in esame altri libri della stessa autrice... sono curiosa di sapere se guadagna terreno, oppure se definitivamente la depenni dalle tue letture.
In risposta ad un precedente commento
mariaangela
01 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
ciao Francesca innanzitutto grazie per aver letto la mia rece.
Il secondo romanzo "Genesi" l'ho letto prima di questo (ho postato la rece su QLibri) e come scrivevo qui mi è piaciuto un po' di più.
Penso che senz'altro le darò un'altra possibilità comunque.
Ciao, buone letture
Mariangela
In risposta ad un precedente commento
GLICINE
01 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie per la gentile risposta.... Andrò a leggere o rileggere la tua recensione su "Genesi".... Buone letture anche a te!
In risposta ad un precedente commento
mariaangela
02 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao :)
li ho letti tutti della slaughter tranne il primo.
la lettura è sempre qualcosa di soggettivo. quello che per te è una mancanza per me è avvincente perché mi incuriosisce e anche la violenza, propria della Slaughter, per me è parte dell'approfondimento, di quel tocco in più che riesce a raccontare.
questo è l'unico che ho in ebook e non vedendolo su uno scaffale avevo dimenticato di averlo
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte della svastica
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri