Dettagli Recensione

 
Il valzer dell'impiccato
 
Il valzer dell'impiccato 2017-10-01 16:25:28 cesare giardini
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
cesare giardini Opinione inserita da cesare giardini    01 Ottobre, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un'indagine italo-americana

Lincoln Rhyme, il famoso criminologo forense, e la sua assistente Amelia Sachs, stanno finalmente per convolare a nozze, quando un nuovo serial killer (o supposto tale)che sembra commettere delitti a suon di musica ( un insieme di rantoli registrati sulle note di un celebre valzer) irrompe nella loro routine quotidiana. Si tratta di uno psicopatico (ma non troppo !), che ovviamente mette in moto tutta una serie di indagini e di analisi, come sempre accuratamente registrate nelle ben note tavole riassuntive. Ma la vera sorpresa giunge quando analogo crimine avviene in Italia, nei pressi di Napoli. E qui ha inizio gran parte del thriller, che si svolge a Napoli e dintorni e che permette all’autore di dilungarsi, direi con competenza ed obiettività (a parte alcuni stereotipi sull’Italia ormai ben radicati) nella descrizione di luoghi, ambienti, situazioni, e personaggi della polizia di stato, con i quali Rhyme e la Sachs finiscono, dopo esitazioni e qualche dissapore, a collaborare. Ma in Italia si aprono nuovi, inquietanti scenari. Il fulcro delle indagini si trasferisce in un campo di rifugiati (la vicenda si svolge ai nostri giorni), lo psicopatico musicofilo rapisce profughi, le indagini si avviano in direzioni inaspettate: affiorano trame di servizi segreti, si vogliono far ricadere colpe inesistenti sui profughi delle tendopoli per favorire l’ascesa di movimenti nazionalisti … Il povero Stefan ( il supposto killer) non è che una ingenua pedina, vittima di situazioni in cui viene usato e sfruttato … Tutto si risolve dopo una serie di incalzanti colpi di scena, che confermano un’ottima intesa collaborativa tra Lincoln Rhyme, la Sachs ed i colleghi italiani. Mancano tuttavia, in questa avventura italiana a tratti un po’ troppo fantasiosa, quel senso di mistero e di incertezza che caratterizzano le indagini investigative del famoso duo in America: in Italia tira un’altra aria …. C’è comunque una sorpresa finale (nozze in vista !)che lascia tutti, lettori compresi, con la bocca buona.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
I thriller di Jeffery Deaver
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Girl in snow
Avversario segreto
L'ermellino di porpora
Otto perfetti omicidi
Città in fiamme
Lupa nera
Prede
Il cercatore di tenebre
La solitudine del ghiaccio
Il mistero della signora scomparsa
Cuori in trappola
La sua verità
Il seme del terrore
Autopsia
Nulla ti cancella
Le ore più buie