Dettagli Recensione

 
Uccellino del paradiso
 
Uccellino del paradiso 2019-05-10 12:39:01 CRISTIANO RIBICHESU
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
CRISTIANO RIBICHESU Opinione inserita da CRISTIANO RIBICHESU    10 Mag, 2019
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

il "non" sogno americano

Definire prolifica quest’autrice è riduttivo. Aver letto uno soltanto dei cinquantasette romanzi da lei pubblicati – senza contare le raccolte di racconti, i saggi, le sceneggiature e la letteratura per bambini – non mi consente di azzardarmi a trovarle una collocazione tra i maggiori esponenti della letteratura nord-americana. La lettura di questo romanzo, scritto nel 2009, quando la Oates aveva già più di settant’anni, mi ha procurato in ogni modo profondo piacere.
Le motivazioni sono molteplici, a partire dallo stile di scrittura, semplice e descrittivo al punto giusto. L’ambientazione è quella che spesso troviamo in narrazioni di successo e sono portato ad accomunarla con quella scelta da Truman Capote in A sangue freddo, Philipp Meyer in Ruggine americana. La vicenda si svolge negli anni ottanta a Sparta, una cittadina dello Stato di New York, non distante dal lago Ontario, zona in cui l’autrice ha vissuto la sua infanzia.
I tragici avvenimenti che vi sono narrati influiranno pesantemente sulla formazione dei due giovani principali protagonisti, Krista e Aaron. La decadenza e la mancanza di prospettive fanno da contorno e spesso caratterizzano l’essenza del comportamento quotidiano di ogni personaggio.
Sono principalmente i ricordi di Krista a svelare le ansie e le paure, a dissotterrare lontani e tristi ricordi, narrando le emozioni che, all’epoca, provocarono in un’adolescente insicura.

“Edward Diehl? Dobbiamo parlarle”
Furono queste le terribili parole che cambiarono per sempre la vita di mio padre.
Distrussero la sua vita, la banale esistenza di un uomo americano del suo tempo e del suo paese, in apparenza del tutto identica a quella di centinaia di migliaia di altri uomini americani, e nessuno dei suoi cari si sarebbe mai augurato che accadesse.

E’ ancora l’America, non quella del mito, del “sogno americano”. Quella delle persone dimenticate, generate dal nulla e che nulla creeranno, rimanendo un numero sommato ai milioni di abitanti di quell’immenso territorio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A sangue freddo di Truman Capote
Ruggine americana di Philipp meyer
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

10 risultati - visualizzati 1 - 10
Ordina 
Con una scrittrice che ha scritto tanto e di livello diseguale, è difficile selezionare i libri giusti.
Ho letto che ha affrontato diverse tematiche nei suoi scritti. La sua longevità le ha inoltre permesso sicuramente di modificare il suo stile.
Ciao Cristiano, altro tuo interessante suggerimento che aggiungo alla lista. Grazie!
In risposta ad un precedente commento
Matelda
11 Mag, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
M associo con entusiasmo.
Ci facciamo del male a vicenda... :-))
Ho una lacuna grandiosa, non conosco questa autrice! Grazie mille per questa meravigliosa recensione
In risposta ad un precedente commento
Matelda
13 Mag, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
Anche io ! Mi associo anche per gli elogi alla splendida recensione
prego. E' sicuramente lo scopo di questo sito
Grazie Matelda! Felice di rendermi utile ;-)
10 risultati - visualizzati 1 - 10

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri