Dettagli Recensione

 
Il Principe
 
Il Principe 2009-03-06 22:43:24 pikkola monella
Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
pikkola monella Opinione inserita da pikkola monella    07 Marzo, 2009
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il Principe

E’ l’opera più importante di Nicolò Machiavelli, il famoso trattato politico de “Il Principe”, scritto in lingua volgare intorno al 1500. Con questo libro l’autore vuole mettere per iscritto, rivolgendosi a Lorenzo De’ Medici (esortandolo a liberare l’Italia dalle invasioni barbariche), tutte le qualità che secondo lui deve avere un capo di stato e mantenerlo nel corso degli anni, infatti diversifica i titoli ereditari da quelli conquistati. Cita come esempio Cesare Borgia, il quale, secondo Machiavelli possiede le caratteristiche necessarie per governare su un territorio, accennando anche a numerosi personaggi del suo tempo. A suo parere un principe dovrebbe soprattutto imitare dei “grandi” uomini prendendone esempio, trovare un punto di forza nell’esercito, riuscire a farsi apprezzare dal popolo, essere saggio e prudente, dovrebbe saper “simulare e dissimulare” (fingere e ignorare).



Il libro mi è piaciuto per certi aspetti, ma non è stato di mio gradimento per altri. Se da una parte mi ha affascinata il pensiero dell’autore che ha una visione curiosa e allo stesso tempo affascinante della vita politica di un capo di stato, ho trovato difficoltà nell’interpretare l’uso della lingua volgare e della sintassi articolata. Per questo motivo ho dovuto rileggere più volte lo stesso rigo per capirne il significato. Comunque pur trovando affascinante e colto il suo pensiero non sono d’accordo con certi punti di vista dell’autore, ad esempio: “Non può pertanto uno signore prudente né debbe osservare la fede, quando tale osservantia lo torni contro e che sono spente le ragioni che lo feciono promettere. E se li uomini fussino tutti buoni, questo precetto non sarebbe buono: ma perché è sono tristi non la osserverebbono a te, tu etiam non l’hai osservare con loro”. Oppure la nota frase: “Il fine giustifica i mezzi”. Sostengo che una persona debba essere sempre onesta, a prescindere dal fatto che sia un principe, un borghese o un semplice contadino. Ad ogni modo lo consiglio perché è un’opera ricca di contenuti storici e letterari.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Beh, Machiavelli parla con cognizione di causa. Non esalta la corruzione, ma semplicemente quello che riporta è un dato di fatto, purtroppo concreto anche se ci troviamo nel 1500.
Ma quelle non sono le considerazioni di Machiavelli, ma l'avviso al popolo di come agisce un uomo di potere.
In risposta ad un precedente commento
AndreaDm
29 Mag, 2011
Ultimo aggiornamento:
29 Mag, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Non a caso Dario Fo è un amante di Machiavelli! invitarlo a recitare Machiavelli lo diverte da matti. Recitare sotto mentite spoglie il consigliere di un Principe per illuminare il popolo sulle sue malefatte.

@Darkala concreto anche ai giorni nostri!! =)
...di come agisce un uomo di potere e di come DOVREBBE agire.. Infatti, come ha scritto "pikkola monella" nella recensione, lui esortava anche il principe ad attivarsi per liberare e proteggere l'Italia.

Ultimamente mi è capitato di vedere un'interpretazione di Dario Fo (sempre del Principe, ovviamente). Eccezionale. Non sono amante di teatro, e di Dario Fo quindi, ma quella volta mi sbalordì! :)

Nel 2011, direi! :)))
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Indipendenza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rinnegata
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La non mamma
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri