Cuba libre Cuba libre

Cuba libre

Saggistica

Editore

Casa editrice

Yoani Sánchez è una strana dissidente: non denuncia, non attacca, non contesta. Semplicemente racconta nel suo blog cosa significa vivere oggi nel regime comunista di Cuba: la difficoltà di fare la spesa e la fame cronica, l’arte di ripararsi gli elettrodomestici guasti, la lotta per leggere le vere notizie tra le righe del giornale di partito, la paura del ricovero in ospedale dove manca anche il necessario per sterilizzare, la convivenza forzata con la propaganda che si insinua nei media, nelle piazze e nelle scuole, il panico quando arrivano le convocazioni della polizia, la preoccupazione per gli amici in carcere, la nostalgia per i tanti che sono fuggiti e la delusione per tutti quelli che hanno smesso di credere al futuro. Ma soprattutto sfata il falso mito dell’efficienza castrista e descrive, tra tenerezza e rabbia, la frustrazione per le potenzialità inespresse e i sogni perduti di chi, come lei, è nato nella Cuba degli anni Settanta e Ottanta e si ritrova rinchiuso in un’utopia che non gli appartiene. Le false promesse di Raúl Castro, succeduto ufficialmente al fratello nel 2008, sono state l’ultima goccia di un quotidiano stillicidio di dolore e disillusione. Di questa generazione che non ha mai conosciuto la libertà Yoani è diventata l’inconsapevole portavoce, e il suo blog, che ha fatto il giro del mondo e ora è un libro, è oggi la più acuta spina nel fianco del regime. Al punto che lo stesso Líder Máximo si è spinto ad attaccarla pubblicamente e ad accusarla di essere una spia al soldo del capitalismo. All’arroganza del potere che pretende di dirigere la sua esistenza, Yoani continua a opporre la forza dell’ostinazione e la presunzione della sua personale utopia: vivere un giorno in una Cuba libera.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Cuba libre 2013-10-28 09:11:32 C.U.B.
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    28 Ottobre, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Generacion Y

Nata all'Havana nel 1975 Yoani Sanchez possiede un nome che a qualcuno non suonera' nuovo. Laureata in filologia e con una buona predisposizione informatica, la sua immagine si propago' ben oltre i confini di Cuba con la nascita nel 2007 di un blog in cui denunciava la difficile  situazione di Cuba e le false promesse del governo castrista.
GENERACION Y  la sua  creatura, Y come Yoani o Yordanka o Yusimì e tutti quei nomi così poco caraibici con cui i genitori degli anni '70 e '80 chiamarono i loro bambini, nomi esotici, nomi che aspergevano gocce di liberta' intellettuale in un Paese dove ben poca ne era concessa, di fatto.
CUBA LIBRE, pubblicato nel 2009 e composto da brevi capitoli che legano i post succedutisi negli anni, e' il racconto di un'isola, di uno stile di vita, del peso della censura, di una linea politica partendo dalla nascita del blog e dalle incredibili difficolta' per riuscire, illegalmente, a impostare un canale di divulgazione in una Cuba dove i componenti dei computer potevano essere reperiti solo al mercato nero ed internet era rigorosamente vietato ai non turisti.

Il blog - e quindi il libro - si caratterizza non per una critica politica dottrinale ed astratta, ma per la diffusione della quotidianita' di un cubano qualunque : le code interminabili al mercato regolare, l'insufficienza del cibo mensile previsto dalla tessera di razionamento, gli acquisti costosi ed inevitabili al mercato nero, il dramma della doppia valuta, la censura, la corruzione, l'istruzione gratuita sì ma spesso inadeguta a causa dello stipendio insufficiente riconosciuto dallo Stato agli insegnanti, la sanita' gratuita sì ma di fatto in condizioni drammatiche, con medici sottopagati e spesso in fuga all'estero, ospedali fatiscenti privi oggi di corrente, domani di acqua, dopodomani di anestetici . La rabbia e l'ostinazione di non poter vivere una vita propria.

Pillole di esistenza per una terapia di denuncia, Yoani si fa portavoce di una generazione nata e cresciuta nell'utopia di un sistema che non le appartiene, che vuole scrollarsi di dosso per suo figlio, per poter dire ai bambini di oggi che domani potranno permettersi di sognare, di scrivere un libro, di leggere stampa libera, di navigare su internet, di poter bere un bicchiere di latte, di poter viaggiare .
Di poter constatare senza  guardarsi le spalle temendo ripercussioni che Cuba e' libre.

"Ci sono giovani cubani appositamente incaricati di minare il sistema " Fidel Castro.

Ottima penna la Sanchez, brillante e diretta, sconsiglio vivamente il testo ai filocastristi.
A chiunque altro dico che si tratta di una lettura piacevole ed  interessante, senza volerne fare strumento politico e' bello leggerlo per conoscere  la Cuba  dei cubani che purtroppo non conta solo donne conturbanti, verdi sguardi maschili, spiagge bianche lambite da acque turchesi e mojito. 
Buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
290
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il valore affettivo
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Gli occhi di Sara
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Quel luogo a me proibito
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutto il sole che c'è
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un tè a Chaverton House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un romanzo messicano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quando tornerò
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Prima persona singolare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempesta madre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri