Mani pulite Mani pulite

Mani pulite

Saggistica

Editore

Casa editrice

Pubblicato nel 2002 da Editori Riuniti, "Mani pulite" raccontava dieci anni di storia italiana, dal 17 febbraio 1992, quando venne arrestato Mario Chiesa, fino alla fine di Mani pulite, con la magistratura sotto attacco e il Parlamento inquinato da imputati e condannati. Bel risultato. È importante recuperare questo libro perché rimane una testimonianza eccezionale e unica di quanto successo. Qui c'è il racconto della fine della prima repubblica e l'inizio della seconda, con tutte le premesse che consentono di capire perché oggi siamo caduti così in basso. Berlusconi e il berlusconismo nascono in questi anni così ben raccontati da Travaglio, Barbacetto e Gomez: una sequenza straordinaria di fatti e personaggi anche tragici o comici, a volte grotteschi, che si inseguono e insieme vanno a comporre un puzzle straordinario. Questa nuova edizione è stata aggiornata per consentire ai lettori di sapere "com'è andata a finire" relativamente ai processi, alle condanne, assoluzioni o prescrizioni che nel frattempo sono state sancite.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.6
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuti 
 
4.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Mani pulite 2013-06-17 05:42:16 LuigiDeRosa
Voto medio 
 
3.6
Stile 
 
3.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
LuigiDeRosa Opinione inserita da LuigiDeRosa    17 Giugno, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dopo vent'anni è sempre tutto sporco

"L'Italia sta risorgendo", sono le parole che pronunciò l'allora Presedente della Repubblica, era il 1994 , Oscar Luigi Scalfaro a due anni dal primo arresto eclatante quello del faccendiere Mario Chiesa,Presidente del Pio Albergo Trivulzio,il primo tangentomane che diede il via a quella stagione che i giornalisti chiamarono "Mani Pulite"(70 Procure a lavoro,12mila persone coinvolte a vario titolo,5mila arresti). Ebbene quelle parole , oggi , ci fanno sorridere, ci chiediamo : ma quale risorgimento? All'epoca le elezioni ,quelle del 1992, furono vinte dagli astenuti 17,5% , oggi nel 2013, chi è che continua a vincerle le elezioni, se non il partito degli astenuti ?,Chi se non coloro che dalla Politica sono stati traditi?, basti pensare che allora il boom elettorale lo segnò la Lega Nord, oggi il "Trota" e l'on.Umberto Bossi non sono a loro volta alle prese con processi?
Peter Gomez
Marco Travaglio
Dopo "Mani Pulite" c'è stata quella che nel testo di Gomez , Berbacetto e Travaglio è stata battezzata la "Restaurazione" messa in atto da Silvio Berlusconi: doveva realizzare un milione di posti di lavoro,la gente sperava in un repulisti totale, tutti aspettavano una seria ed efficace legge anticorruzione. Dopo l'Ulivo,il Governo Prodi, una Bicamerale e l'ennesimo inciucio centro-destra e centro sinistra, un secondo Governo Berlusconi, una miriade di leggine ad personas, una macchina del fango gettato a vagoni sui magistrati che cercavano di fare il loro dovere, un governo Monti e oggi quello di Letta: stiamo ancora aspettanto questa legge anticorruzione, che punisca i furbi senza fare giustizialismo giacobino. "Mani Pulite"edito da Chiarelettere racconta vent'anni della nostra storia, non spaventatevi per la mole,le 882 pagine che lo compongono sono scritte con un linguaggio sobrio ed efficace, gli autori analizzano metodicamente gli accadimenti come è costume del giornalismo fatto secondo coscienza, non tralasciando cura nella bibliografia come nell'appendice con una postfazione di Francesco Saverio Borrelli al quale rubo questa citazione da una vignetta di Altan:
"Che cosa augura all'Italia? Sogno una Democrazia senza fini di lucro."

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il valore affettivo
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Gli occhi di Sara
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Quel luogo a me proibito
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutto il sole che c'è
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un tè a Chaverton House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un romanzo messicano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quando tornerò
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Prima persona singolare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempesta madre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri