Narrativa italiana Romanzi Al centro del mondo
 

Al centro del mondo Al centro del mondo

Al centro del mondo

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Damiano Bacciardi vive con Nonna Adele, il nonno chiuso in un antico silenzio e Zio Vince, detto il Gorilla, a Villa la Croce, che nel borgo poco distante è stata ribattezzata "Villa dei Matti", lungo uno stradone che si muove nel cuore delle colline marchigiane. Il miele dei Bacciardi, "la manna", è celebre perché fa ingravidare le donne, così come è leggenda la quercia a cui si è impiccato il padre di Damiano e che è tornata a far foglie dopo dieci anni. Damiano è un ragazzo scosso da accessi violenti di malessere e segnato da una vitale ansietà: sente la natura, sente il volo delle rondini, il brusio delle api, il rotolio delle stagioni, e sa riconoscere la presenza del Demonio e il male degli uomini. Zio Vince trama per vendere la proprietà a gente che viene da lontano e Damiano se li immagina tutti con la faccia demonica di Trump che ha visto in televisione. Damiano sa di dover difendere Villa la Croce, di dover difendere la memoria della sua sgangherata famiglia e la bellezza talora limpida, talora mostruosa e selvatica, della natura in cui è cresciuto accompagnato da incubi, deliri e ventate di struggente dolcezza. Nonna Adele muore e la prospettiva di vendere si fa sempre più concreta: a quel punto Damiano obbedisce a un impulso sempre più convinto e quando, ultimi, arrivano "gli olandesi" e provano a farla da padroni, un disegno di riscatto si incide come la ramaglia di un albero, potente e severo, nella sua coscienza.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Al centro del mondo 2021-02-20 22:03:47 Mario Inisi
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    21 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Madre Terra

Il nuovo libro di Alessio Torino è molto interessante dal punto di vista dello stile. Belle le descrizioni, i paesaggi, l'atmosfera paesana di 30 anni fa, le campagne e le api. La natura ne è la protagonista, infatti diventa qualcosa di più di uno sfondo per assurgere a personaggio: Madre Natura, rappresentata nel testo da Maria che non è la Madonna cristiana ma ha una forte valenza pagana. Anche il miele, o meglio la manna, ha la funzione di sostituto Eucaristico pagano. Assieme a Maria giganteggia tra i vari personaggi il Demonio, che il ragazzino orfano, figlio di padre suicida, Damiano teme, e vede negli altri non senza ragione. Il Demonio indossa l'identità dei vari personaggi maschili e persino di Damiano stesso. In realtà anche Maria è una figura quasi demoniaca. L'unico personaggio rassicurante è la cara dolce nonna Adele, ma a parte lei tutti gli altri sono figure borderline e c'è un clima di violenza e di cattiveria e un'attesa di violenza che mi hanno un po' tolto il gusto della lettura. Il finale è l'apoteosi di questa tensione diventata esplosiva come se davvero al Centro del mondo ci abitasse il Demonio.
Il romanzo dal punto di vista formale è molto superiore a Tetano, il libro migliore di Alessio Torino, ma io continuo a consigliare la lettura di Tetano più dolce come tipo di storia. Questo romanzo va bene per il lettore a cui piace un po' di tensione e la crudezza nelle descrizioni.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rinnegata
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gioco della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri