Boccamurata Boccamurata

Boccamurata

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Chi è stata la madre di Tito? Tito è alla guida di un pastificio, fonte non solo di ricchezza ma anche di conflitti, tensioni e invidie in seno a una famiglia allo sbando. È soltanto la sua autorità a tenerla insieme, a volerla unita, con il sostegno forte della mite presenza di una vecchia zia: zia Rachele ha vegliato su Tito e poi sui figli di lui e non ha perso la capacità di intuire anche quello che le si vorrebbe tener nascosto, ma nel suo sguardo cominciano ad affiorare a poco a poco ricordi confusi e brandelli di segreti custoditi tenacemente per più di mezzo secolo. A smuovere ulteriormente le acque torbide, insieme alla bellissima Irina, spregiudicata e intraprendente, arriva all'improvviso Dante, figlio di una ex compagna di collegio della zia. E c'è chi sospetta oscuri moventi.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 6

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.7  (6)
Contenuto 
 
3.5  (6)
Piacevolezza 
 
3.3  (6)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Boccamurata 2014-11-12 10:05:38 Rob89
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Rob89 Opinione inserita da Rob89    12 Novembre, 2014
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Boccamurata di Simonetta Agnello-Hornby

Tito padre della famiglia, protagonista della storia, possiede un Caseificio in Sicilia. Questo non è totalmente suo ma una piccola parte è della Zia che da sempre si è presa cura di lui, come una madre, visto che Tito non l'ha mai conosciuta. Il padre gli confessò di aver amato e vissuto notti di passione con una donna sposata e che rimasta incinta, per preservare l’onore della donna, decise di prendersi cura del bambino da solo e lasciare nell’ anonimato l’amata. Tito quindi da sempre è alla ricerca di questa madre mai conosciuta. Il mistero delle sue origini si scopre nel corso della storia, con la comparsa di Dante, figlio di una carissima amica della zia, sarà lui a portare alla luce la verità. Questa, seppur lascia un pizzico di amaro è a tratti commovente. Il racconto della storia d’amore puro ma impossibile è davvero toccante.
L’autrice è riuscita ad accostare la storia centrale del romanzo con la storia della Sicilia, casta e pudica di un tempo. Davvero ben scritto e articolato (l’inserimento di alcune parole siciliane inoltre a mio avviso aggiunge molto al carattere del libro).

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Boccamurata 2012-07-20 13:24:45 Melandri
Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Melandri Opinione inserita da Melandri    20 Luglio, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Lettura noiosa

E' il primo romanzo di S.A.Horby che leggo e non mi ha lasciato la voglia di leggerne un altro. L'ambiente siciliano è ben descritto, ma la storia che racconta non è ben sviluppata. Si intuisce in fretta la risposta alla domanda su cui dovrebbe svolgersi il romanzo, chi è la madre di Tito? Dato il risvolto psicologico che questa risposta dovrebbe avere sul protagonista, delude la superficialità con cui viene descritto. E' una scrittura veloce e fluida ma piuttosto noiosa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Boccamurata 2011-05-09 09:01:41 MATIK
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
MATIK Opinione inserita da MATIK    09 Mag, 2011
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un amore difficile da comprendere

"Quell'amore assumeva la normalità che non avrebbe dovuto appartenergli".
La storia di una famiglia siciliana, amori, passioni, invidie, gelosie, una zia ("Boccamurata") che ha un segreto che pagina dopo pagina andremo a scoprire.
Una storia leggibile che mi ha lasciata interdetta perchè parla di un amore, una grande e forte passione, che per me è difficile da capire, accettare e comprendere!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Per chi ama la Sicilia e vuole rivivere luoghi ed ambienti di questa bellissima terra!
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Boccamurata 2010-10-29 18:58:32 Cristina V
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Cristina V Opinione inserita da Cristina V    29 Ottobre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gradevole lettura.


Anch'io ho letto questo romanzo della Agnello Hornby dopo "La mennulara", splendido affresco siciliano.
E' indubbio che questo non sia all'altezza dell'altro, ma non per questo manca di pregi.
Chi ama ( come me)le storie ambientate in Sicilia, piene di intrighi, di segreti di famiglia,di passioni... non mancherà di apprezzarlo.
Il romanzo è comunque un gradevole ritratto di una grande famiglia siciliana della buona borghesia.
E' pervaso da un alone di mistero che accompagna tutti gli eventi, anche i più insignificanti, fino quasi alla fine della storia, quando una rivelazione metterà a posto tutti i tasselli ancora oscuri.
Ci sono nel romanzo varie figure interessanti: Tito, il protagonista, poi Dante, ospite misterioso ed ambiguo, infine la zia Rachele, che parla poco ed è , più che altro, "raccontata" dagli altri, ed alla fine si rivelerà personaggio primario nella storia. E' lei la Boccamurata.

E' 'una bella saga familiare dei giorni nostri, e a tratti si tinge anche un pò di giallo.
Come anche nella Mennulara, le figure maschili e femminili trasudano spesso sensualità, e danno alla storia un'impronta intrigante.

giudizio: buono

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
Boccamurata 2010-01-23 19:15:15 Dilo
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Dilo Opinione inserita da Dilo    23 Gennaio, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Amore

Avevo già letto "La Mennulara" e forse mi aspettavo lo stesso genere di libro, ma non è stato così, nonostante parlino entrambi di Sicilia. E' un libro che parla di amore e, concedetemi l'uso del termine, di perversioni, ma anche di riunuce per amore, soprattutto parla di ricerca della verità, La ricerca della madre del protagonista. Proprio la ricerca della madre del protagonista, che dovrebbe accompagnarci dall'inizio alla fine del libro, spiendoci a leggere la pagina seguente per "vedere come va a finire" risulta un filo conduttore debole e appena accennato all'inizio del libro. Il romanzo è articolato in tre parti, la prima è troppo lenta e anche un po' noisa, mentre il libro si riprende decisamente nelle due parti successive. Le descrizioni, ci conducono verso gli odori, i sapori e i colori di una sicilia che cambia nel tempo, ma proprio queste descrizioni a volte risultano estremamente lunghe. Comunque sia è un libro da leggere per almeno diversi motivi, la storia d'amore, la storia tra madre e figlio, le storie d'amicizia e il racconto di una Sicilia finalmente un po' diversa dai soliti cliché. Bisogna solo tener duro fino alla seconda parte del romanzo

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Boccamurata 2008-06-14 12:44:24 Arcangela Cammalleri
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Arcangela Cammalleri Opinione inserita da Arcangela Cammalleri    14 Giugno, 2008
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Commento

“Tra assolati paesaggi e umbratili sentimenti, un grande affresco siciliano”.
Questo romanzo è un affresco di famiglia in un interno/esterno siciliano in cui si annidano e si avviluppano sentimenti e risentimenti non sopiti. Tito, il capo di un pastificio, è il centro di questa “famiglia” assieme alla vecchia zia Rachele, il cui passato si svela, come un sipario teatrale, attraverso le lettere di lei giovane e i ricordi frammentati di lei anziana. L’intreccio si dipana su due livelli paralleli: un alternarsi di diverse tonalità di voci, dal racconto in terza persona all’io narrante, dal presente con i componenti di questa saga famigliare avviliti da interessi economici e intrighi sentimentali, al passato che si dischiude come luce che fuga le ombre e disvela il “mistero”. Al tema della famiglia come nido consolatorio, ma al contempo gorgo di insane passioni, fa da contrappunto il paesaggio siciliano che l’autrice ci fa rivedere in un’esplosione di colori vividi e penetranti “I raggi del sole perciavano la terra” come i sentimenti che agitano i personaggi, in una sorta di geografia del cuore evocata con commovente naturalezza. E’ un romanzo di “Qualità assoluta”, dalla dirompente carica emotiva, stemperata da una scrittura armoniosa, mai scomposta. Come pennellate di colore sparse qua e là si frappongono lessemi dialettali che restituiscono tonalità accese all’espressività controllata della scrittrice, il cui stile elegante e calibrato s’innesta nella materia scabrosa, elevandola.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Gli altri due libri dell'autrice:"La mennulara" e "La zia marchesa".
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Caffè corretto
L'appartamento del silenzio
Lingua madre
Per sempre, altrove
Cara pace
L'assemblea degli animali
Le madri non dormono mai
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Cinquecento catenelle d'oro
Le mogli hanno sempre ragione
Ellissi
Nonostante tutte
La meccanica del divano
Conservatorio di Santa Teresa
Beati gli inquieti