Narrativa italiana Romanzi Domani e per sempre
 

Domani e per sempre Domani e per sempre

Domani e per sempre

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

È l'inverno del 1943: nell'Europa scossa dalla seconda guerra mondiale, l'Albania subisce senza piegarsi l'occupazione tedesca. Nel piccolo villaggio di Rragam, nel nord del paese, Kajan guarda il mondo cambiare attraverso gli occhi curiosi di un bambino di sette anni. I suoi genitori sono partigiani e sono sulle montagne a combattere contro i nazisti, così accanto a lui ci sono l'amatissimo nonno Betim e Cornelius, un personaggio dal passato misterioso che segnerà la vita di Kajan. Alla fine della guerra, la vita del protagonista sembra scorrere su binari sicuri e promette di andare verso un futuro radioso, ma nell'Albania dominata dalla dittatura comunista e nell'Europa spaccata in due dalla guerra fredda, niente è come sembra. Dietro ogni angolo si nascondono ombre e pericoli che spingeranno il destino di Kajan a compiere traiettorie imprevedibili. In questo romanzo di formazione, Ermal Meta racconta la storia di Kajan, che cresce nel cuore dei conflitti del Novecento, un'anima sensibile catapultata in mondi lontani.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Domani e per sempre 2022-07-25 07:24:50 silvix96
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
silvix96 Opinione inserita da silvix96    25 Luglio, 2022
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tra l’inchiostro di queste pagine, la sua preziosa

Ho seguito alcune presentazioni del libro in streaming e più volte Ermal ha ringraziato i lettori e i suoi fan, i lupi, per aver comprato il libro a scatola chiusa e avergli dato un’opportunità.
Penso sia uno di quei libri per cui si fatica a trovare le parole, qualsiasi vocabolo potrebbe essere riduttivo. Non credo di aver mai letto così velocemente un libro di 540 pagine. Bisogna essere concentrati, “stare lì con la testa”, perché ci sono tanti personaggi e tanti intrighi legati alla storia albanese e tedesca, ma è tutto così lineare che sembra scritta da uno scrittore di esperienza. Ci sono dei colpi di scena pazzeschi, e si nota la proprietà di linguaggio che ha Ermal.

Come ha detto più volte, certe cose le ha vissute in prima persona e su altre si è informato e ha studiato tanto prima di scrivere il libro, sia sulla vita e sulla storia dell’Albania negli anni 1943-1990, sia su quella della Germania, in quanto il libro è ambientato tra queste due nazioni. Il suo studio si vede tutto e ho imparato tante cose che non sapevo; è sempre affascinante per me ascoltarlo raccontare aneddoti riguardo alle sue origini, all’Albania… per sua stessa ammissione, nell’immaginario collettivo molti pensano “Ermal viene dall’Albania” uguale “è arrivato in Italia su un barcone”. Ermal affossa il luogo comune del barcone in questo romanzo di formazione commovente, emozionante, estremamente coinvolgente, capace di toccare veramente le corde più sensibili dell’animo umano grazie a Kajan e alla sua storia di crescita nel cuore dei conflitti europei del Novecento. C’è un paese, l’Albania, con le sue contraddizioni, con la sua non-libertà non
ostante la fine della guerra, c’è la vita delle persone. ‘Domani e per sempre’ apre una finestra su vicende accadute ma spesso sconosciute, e che, forse senza più un muro di mezzo, ma accadono ancora oggi. In questo libro Ermal racconta la storia di un popolo con tanto amore e un punto di vista mai banale. Ci si scontra con emozioni che si susseguono con velocità, con sogni rincorsi e scivolosi, quasi inafferrabili, con partenze, addii e lontananze da troppe cose, da troppe persone. C’è vita e c’è morte, ci sono volti e ci sono sguardi, c’è speranza e c’è illusione, ci sono conquiste e sconfitte.
Ermal però ricorda che in mezzo a tutto il rumore del mondo e della guerra, “allora la musica non può essere che silenzio”, e starci a stretto contatto può rendere “per pochi minuti capaci di sperare di nuovo.”

Ermal ha il dono delle parole, ma soprattutto ha un’umanità infinita. I testi delle sue canzoni lo rivelano e questo libro ancora di più. Tra l’inchiostro di queste pagine, c’è lui, preziosa “anima in controluce”. Lo seguo da tanti anni ormai e non mi stanco mai di sentirlo parlare a eventi, interviste, presentazioni… dice ogni volta qualcosa di nuovo, qualcosa di diverso, ma qualcosa di profondo. Ha tanta cultura e sa scrivere! Si merita tutte le (finora) 5 ristampe!
Ha esordito con il botto e se scriverà altri libri sarà un piacere leggerli!
Fatevi un regalo: leggete questo libro! Immergetevi nella vita di Kajan fino a sentire di star vivendo tutto in prima persona, fino ad affezionarvi a lui tanto da sentire la sua mancanza già alla lettura delle ultime parole. Come lessi in un tweet qualche tempo fa, questo libro “vi porterà a soffrire, a sorridere, ad arrabbiarvi, ad avere paura, ad approfondire una scrittura lucida e coinvolgente e a conoscere meglio quegli occhi profondi che l’hanno immaginata.”
A me Kajan manca già un po’, ma nel frattempo mi godo la musica di Ermal, che sa far riflettere, battere il cuore ed emozionare.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Domani e per sempre
Nova
Sonetaula
L'alba sepolta
Caffè corretto
L'appartamento del silenzio
Lingua madre
Per sempre, altrove
Il Duca
Cara pace
L'assemblea degli animali
Le madri non dormono mai
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Cinquecento catenelle d'oro
Ritratto di donna