Narrativa italiana Romanzi Il tailleur grigio
 

Il tailleur grigio Il tailleur grigio

Il tailleur grigio

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Nel corso della sua lunga, sfolgorante carriera di alto funzionario di banca, Febo Germosino ha ricevuto tre lettere anonime. Adesso, nel primo giorno della sua nuova vita da pensionato, le ha allineate davanti a sé. Le prime due sono vecchie di decenni, l'ultima è recente e insinua dubbi sulla fedeltà della sua giovane e bellissima seconda moglie, Adele. È lei la protagonista di questo romanzo, una splendida 'femme fatale' che ama indossare un apparentemente castigato tailleur grigio. Un vestito che per lei ha un profondo significato simbolico. Un significato che sarebbe stato molto meglio non conoscere mai.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 8

Voto medio 
 
3.6
Stile 
 
3.6  (8)
Contenuto 
 
3.1  (8)
Piacevolezza 
 
3.9  (8)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il tailleur grigio 2014-05-24 07:44:21 Andrea74
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da Andrea74    24 Mag, 2014

Tailleur grigio: "pieno" di errori

Innanzitutto, ho letto le altre recensioni e sono costretto a rettificare delle informazioni sbagliate fornite da altri utenti. Febo Germosino è il nome dell'ex direttore della banca in cui lavorava il protagonista, del quale non viene MAI fatto il nome.

Orbene.. non si tratta del peggior Montalbano che ho letto, per carità, però è stato editato malamente, perché l'autore ha fatto degli errori e nessuno se ne è accorto.
Ho scritto "pieno" di errori perché in realtà non ce n'è mille, solo due, ma evidentissimi.
Primo: la bellissima Adele, all'inizio, parla del "nipote" dicendo che studia Legge. Più avanti si scoprirà che studia Medicina. E non può essere una sbadataggine di Adele, perché costei è sempre attentissima ad ogni parola che dice
Secondo: il protagonista, all'inizio, usa un accendino (che sta vicino ad un pacchetto di sigarette "ancora incellophanato") pensando che ormai da dieci anni ha smesso di fumare. Più tardi, parlando con un medico, sosterrà di non aver mai fumato e non può trattarsi di una "farfanteria", perché Camilleri l'avrebbe segnalato per divertire il lettore. Non solo: un giorno il protagonista ha un malore, che lo lascia spossato e apatico per il resto della giornata, come quando da piccolo patì per una brutta broncopolmonite. Più avanti, sempre parlando con un medico, sosterrà di non aver mai patito di problemi ai polmoni.

A me non sembrano questioni di lana caprina, ma due erroracci macrospcopici, ed il secondo soprattutto non è cosa da poco, se lo leggerete (ci perdete due ore e basta) capirete perché.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il tailleur grigio 2012-03-13 07:21:14 Marghe Cri
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Marghe Cri Opinione inserita da Marghe Cri    13 Marzo, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una donna misteriosa

Non sono una fan di Montalbano ma ho apprezzato il Camilleri della trilogia delle metamorfosi. Ho voluto riprovarci con questo libro.
A rigore non si tratta di un giallo, ma di un’indagine psicologica da parte di un uomo anziano, finalmente in pensione e padrone del proprio tempo, che si accorge di conoscere assai poco la personalità della sua giovane e bellissima moglie, che gli appare sempre più misteriosa e sfuggente.
Comincerà a cercare di dare un significato ad ogni gesto, ogni sorriso, ogni assenza.
Sempre più affascinato dalla personalità di lei accetterà ogni umiliazione, fino a quando la situazione gli sfuggirà di mano e, purtroppo per lui, tutto gli sarà chiaro, alla fine…
Non ci sono grandi invenzioni, ma i personaggi sono intriganti, la situazione elegantemente morbosa ed il libro scorre piacevolmente.
Vale la pena di dedicargli qualche ora di lettura, semplificata dall'uso limitato della lingua camillerese.


[…]
Ma quei romanzi e quei film che prediligeva, le avevano mai insegnato qualcosa? Ne dubitava, perchè quei film e quei romanzi parlavano, sia pure in modo ora rozzo ora ingenuo, di un sentimento che in Adele non era mai esistito.
Non glielo aveva detto lei stessa quando si era paragonata a un deserto che era inutile annaffiare? Certo, in quel momento si riferiva al fatto di non poter avere figli, ma la sterilità non era solo del suo grembo.
Era lei, nella sua interezza, ad essere sterile, arida.
E questa era la non piacevole conclusione alla quale era arrivato doppo dieci anni di matrimonio. Ma avrebbe dovuto capirlo già da molto prima, macari perchè lei non faceva nulla per ammucciare la sua natura o per parere almeno tanticchia diversa da quello che era.
[...]

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il tailleur grigio 2011-01-06 17:02:02 joshua65
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
joshua65 Opinione inserita da joshua65    06 Gennaio, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un romanzo grigio

Non ho mai amato gli scrittori troppo prolifici, tendono a ripetersi ed inaridirsi.

Con Montalbano, Camilleri ha ritrovato freschezza, ed ha saputo rappresentare una Sicilia diversa, viva, attraente, ma soprattutto "gialla". Camilleri come Agatha Christie, perche per me Montalbano è il Poirot siculo (o sicano, se volete).

Dopo il grande successo, anche televisivo, Camilleri non si è fermato, ha continuato con il beneamato, ma anche a scrivere altre storie "gialle", senza protagonisti seriali.

Il tailleur grigio è una storia di queste. Parla di un uomo, Fabio Germosino, rispettabilissimo ed irreprensibile direttore di Banca, sposato in seconde nozze con la "purtroppo per lui" bellissima e molto più giovane moglie, Adele.

Arrivato alla pensione, decide di mettere un po’ di ordine nella propria vita e di capire chi è veramente la moglie che vive con lui e che ama "a qualunque costo". O forse no, perche gli eventi gireranno inevitabilmente da tutt'altra parte.

Romanzo scorrevole - si legge tutto di un fiato - piacevole, specie nella parte centrale, lascia alla fine un po’ l'amaro in bocca, perche dai grandi scrittori ci si aspetta sempre di più, e poi il coup de théatre a me è sempre piaciuto tanto.

Consigliato a chi prende spesso il treno (o il pullman).

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
I primi 4 libri di Montalbano
Trovi utile questa opinione? 
61
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il tailleur grigio 2010-12-26 20:59:02 Cristina V
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Cristina V Opinione inserita da Cristina V    26 Dicembre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

"Noir" con atmosfera.

Ottimo NOIR , pieno di atmosfera.
E' un romanzo abbastanza breve, ma si legge d'un fiato.
E' la storia di Febo Germosino, funzionario di banca, che "dal jorno avanti era andato in pensione".

E' la storia della sua vita matrimoniale con la bella e sensuale Adele, splendida Femme-fatale, che in modo impalpabile tira le fila di tutta la vicenda, delle loro vite, delle...morti( pare!).

L'uomo riceve lettere anonime: preferisce però non vedere, non soffermarsi sulle eventuali possibilità.
Del resto, la sua Adele è una brava moglie, anche se le loro stanze sono separate ( per il russare); anche se il giovane e bel nipote pare la faccia un pò da padrone ( pure nel suo letto?)..
Quando poi Germosino si ammala e necessita di intervento e cure, la perfetta Adele lo cura amorevolmente, senza bisogno di alcuna infermiera. Peccato che il marito peggiori, anzichè guarire...

Intorno e dentro a tutta la storia, un tailleur grigio:quello che Adele conserva dal primo matrimonio.
Quello che ha ancora una macchia di sangue sulla manica.
Quello che indossa anche ora, mentre gli somministra la medicina.....

Una trama gialla, con i personaggi alto-borghesi che stavolta parlano in italiano, che non ha nulla da invidiare ai migliori noir.
Il suo bello è , secondo me, l'essere fatta di sfumature; niente di certo, insomma. Si immagina, si percepisce. E' questo che la rende intrigante!
Camilleri ha fatto ancora centro.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
..il resto di Camilleri
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il tailleur grigio 2010-12-26 10:55:39 bise
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
bise Opinione inserita da bise    26 Dicembre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

tailleur grigio

La trama è incentrata su questa coppia sposata in particolare su questa figura femminile misteriosa chiamata Adele. E' una storia scorrevole ma per nulla entusismante. Corto e veloce da leggere scritto in un linguaggio misto tra italiano e dialetto rimanendo pur sempre comprensibile. Lo consiglio per una lettura leggera.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il tailleur grigio 2010-12-20 08:23:52 MATIK
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
MATIK Opinione inserita da MATIK    20 Dicembre, 2010
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il tailleur grigio

Il mio primo Camilleri! Per niente male!
Ho letto per la prima volta un libro ci Camilleri e devo dire che mi è piaciuto....all'inizio mi sono un pò spaventata perchè mentre leggevo trovavo delle parole siciliane ed avevo paura di non comprendere appieno il racconto, ma mi sbagliavo tutto è semplice da capire da leggere e da comprendere con il modo diretto che ha di scrivere questo famoso e bravissimo scrittore.
Una storia siciliana, un uomo, una donna, i suoi amanti, la mafia, l'ambiente borghese che fa da contorno (banchieri, dottori, impresari ecc.) una triste storia amara e dolorosa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Per chi ama Camilleri.
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il tailleur grigio 2008-06-14 07:08:26 Arcangela Cammalleri
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Arcangela Cammalleri Opinione inserita da Arcangela Cammalleri    14 Giugno, 2008
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il tailleur grigio

Storia di un’ enigmatica e conturbante figura femminile

In questo romanzo Camilleri sorprende e prende una strana inquietudine in un’atmosfera da noir di tutto rispetto. Io, camilleriana della prima ora, m’inchino al maestro e gli porgo i più vividi ossequi, mai sua opera mi aveva colto in contropiede, pur nella continuità del suo speciale e inimitabile linguaggio, la trama è originale e nel contempo echeggiano echi di passaggi letterari classici. La storia ruota intorno ad un’enigmatica figura di donna, Adele, a cui rimanda il tipo di abbigliamento del titolo, che soleva indossare in determinate circostanze, come una sorta di divisa e di conformismo esteriore. Il motore che dà l’avvio alla vicenda, è il marito, un alto dirigente di banca in pensione, anzi colto nel suo primo giorno di congedo produttivo; strano personaggio il suo, una vita scandita da automatismi, unico scarto fatale aver sposato in seconde nozze una donna, molto più giovane, di stravolgente bellezza e d’insaziabile ardore erotico. Potrebbe essere un topos peculiare della letteratura e della vita, l’anziano uomo che sposa la giovane e avvenente femmina! Ma, il modo, la forma com’è trattata la materia narrativa, è la cifra, il marchio d’eccezione di Camilleri. Non è la femme fatale, la dark lady, stereotipata di tanti gialli o film del genere, ma un’atipica donna, sì passionale e misteriosa quanto lucida, fredda e calcolatrice nel suo tailleur grigio, come la sua zona d’ombra sentimentale che sfoggia per un prelutto o lutto avvenuto. Quasi come se quest’abito, in date circostanze sostituisse e rappresentasse quello che lei era incapace di sentire. Adele è descritta in tutta la sua voluttà e sensualità femminile, vogliosa e al tempo stesso rispettosa nel salvare la forma esteriore davanti agli occhi degli altri. Pur in questa conclamata ipocrisia, Camilleri è indulgente con le donne in generale, e con Adele, in particolare, la sua è un’adesione da “masculo”davanti alla bellezza muliebre, sia pure con un malcelato accento beffardo e sornione, ma senza accampare giudizi morali. Questo “ Inquietante” romanzo, nella chiusa, lascia un senso di sperdizione nel lettore, ma Lui, Camilleri arricchisce pregevolmente la sua, già, ricchissima produzione letteraria.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Oltre Montabalbano,i libri storici e...altro del "Gran Maestro".
Trovi utile questa opinione? 
12
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il tailleur grigio 2008-03-13 12:32:55 Mara
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mara Opinione inserita da Mara    13 Marzo, 2008
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dark lady

E' un romanzo noir, la protagonista è una splendida femme fatale che ama indossare un castigato tailleur grigio. Un vestito che per lei ha un profondo significato simbolico. Un significato che sarebbe stato molto meglio non conoscere mai! Questo libro è il dramma di un uomo tradito, un uomo che desidera una dark lady o meglio una "donna-deserto", tanto incantevole da amare nella finzione quanto pericolosa da incontrare nella realtà. Buona lettura:)

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
02
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il morso della vipera
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il borghese Pellegrino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il dolce domani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La congregazione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La strada di casa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Questa tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Giura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'enigma della camera 622
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
La nostra folle, furiosa città
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le imperfette
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Kaddish.com
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri