Narrativa italiana Romanzi Il vento dell'odio
 

Il vento dell'odio Il vento dell'odio

Il vento dell'odio

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Sono gli anni di piombo. Cristiano Costantini e Giulia Moresco sono poco più che ragazzi, hanno famiglie borghesi, vacanze e buone scuole, un kit per sognare il futuro, e invece lo usano per diventare terroristi, entrare in clandestinità e costruirsi una vita paranoica fatta di nemici, scontri e sangue. Entrambi sono figli di padri che conoscono appena, che stanno molto tempo lontani da casa e quando tornano non parlano, padri con una doppia vita. Uno è una spia dei servizi segreti, con un passato fascista da tacere, l'altro è un "compagno" che viaggia molto in Cecoslovacchia e tiene in cassaforte misteriosi documenti. Le vite dei due ragazzi, segnate fin dall'inizio dalle scelte di vita dei genitori e dal loro disperato tentativo di proteggerli, finiranno per incrociarsi attorno all'ultimo segreto che ne determinerà i destini: quello di un inquietante dattiloscritto nascosto in un tramezzo...

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il vento dell'odio 2016-02-05 15:44:49 SARY
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
SARY Opinione inserita da SARY    05 Febbraio, 2016
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Stragi rosse e stragi nere

Una vicenda inventata, con agganci e dati storici reali.
La storia di due giovani stragisti, uno rosso e l’altro nero, un uomo e una donna. Due colori forti che hanno schizzato di sangue le stazioni e le piazze d’Italia negli anni di piombo.
Piombo, quello scaricato dai terroristi contro personaggi pubblici, un periodo contorto del nostro Paese mai chiarito né dagli storici, né da chi vi era coinvolto, un odio generazionale, morti, depistaggi, servizi segreti, è successo di tutto un po’.
La mano nera e il fuoco rosso, si sono mescolati i ruoli, i colori, un tutt’uno che neanche i protagonisti stessi, almeno quelli del romanzo, hanno saputo capire e distinguere.
Cristiano, pensava alla lotta sociale, l’arma carica di ideali ma dietro chi giostrava era dell’altro versante. Lei, Giulia, inconsapevole complice dei misfatti, è riuscita a fermarsi in tempo. Lui no. Fughe, cambi d’identità, ritorni, mezze parole, e il potere sotterraneo che scorre da decenni continua a fluire e colpire e non si fermerà.
Stile lodevole, ricco, curato, veramente alti livelli, l’autore è giornalista, scrittore, poeta, sa il fatto suo. Contenuto forte ed interessante, riesce ad evocare immagini nitide degli anni in questione, spiegandone meccanismi ed andamenti. Non so quanto ci sia di vero e quanto di fantasia, ho affrontato la lettura priva di pregiudizi e di una conoscenza approfondita. Il finale non mette la parola fine. La copertina e il titolo, secondo me, non rendono giustizia.
Concludendo, un romanzo assolutamente da leggere, anche solo per come è scritto, merita.

“Ora lei mi chiede se io sarei capace di scriverla, questa storia. Almeno di scriverla, visto che non ho parole per dirla.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri