Narrativa italiana Romanzi L'estate più bella della mia vita
 

L'estate più bella della mia vita L'estate più bella della mia vita

L'estate più bella della mia vita

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Sulla cima della collina si scorge un piccolo paese che domina il panorama lucano. È lì che Ida, Beatrice e Rossella sono cresciute. Accanto a loro Sasi, l’amico di sempre, che un giorno però ha sconvolto le loro vite. Beatrice allora ha deciso di partire senza guardarsi indietro. Ha detto addio alla sua terra e alle sue sorelle, eppure ora è lì che vuole che i suoi figli passino l’estate. Abituati alla grande città, in paese trovano tutto diverso. I coetanei sembrano lontani anni luce, anche se sono i loro cugini. Ma il linguaggio dei giovani è uguale in ogni parte del mondo, e saranno proprio loro a rompere quell’equilibrio di bugie e segreti che ha paralizzato la famiglia. Beatrice, Ida e Rossella, messe davanti alle loro scelte passate, scoprono che non esiste mai una sola verità. Sono insieme come se fosse la prima volta. In quella che per loro e i loro ἀgli sarà l’estate più bella di tutta la vita.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'estate più bella della mia vita 2017-08-01 09:40:19 Elena72
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Elena72 Opinione inserita da Elena72    01 Agosto, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

legami che fanno soffrire e crescere

"L'estate sancisce spesso un cambiamento. La fine dell'adolescenza o l'arrivo della vecchiaia. La fine di un matrimonio o la nascita di un nuovo amore. Ma, soprattutto per una famiglia, l'estate coincide anche con alcuni presagi.” (p. 115)

Il libro di Francesca Barra parla proprio di tutto questo: della famiglia, dell'adolescenza, dei legami più profondi che talvolta si rovinano; racconta della difficile relazione tra tre sorelle che si troveranno a provare reciproci rancori per molti anni a causa di incomprensioni, desideri inespressi, inspiegabili rinunce. La storia è divisa in due parti: nella prima l'autrice rievoca l'adolescenza di Ida, Rossella e Beatrice, un po' complici e un po' rivali fino al giorno in cui Beatrice, bella e spregiudicata, decide di lasciare il paese della Basilicata in cui è nata e dove lei, ormai, si sente soffocare. Beatrice coglie l'occasione e si aggrega ad un amico d'infanzia, Salvatore, che si reca a Milano per frequentare l'università anche se lei, di studiare, non ha alcuna voglia. Salvatore accetta di partire e di condividere con Beatrice la vita al Nord, ma nella sua esistenza rimane l'ombra dell'insoddisfazione e il dolore di un segreto rancore. Il ragazzo, infatti, è da sempre innamorato di Rossella che, ancora troppo giovane ed immatura, non ha voluto ammettere di provare un sentimento così impegnativo e non si è sentita pronta per lasciare la famiglia e la terra d'origine. La partenza di Beatrice e Salvatore segna per sempre il destino delle tre ragazze che prenderanno strade diverse e resteranno separate per anni senza comprendersi.
La seconda parte del libro vede invece protagonisti i figli, ormai adolescenti, di Ida e di Beatrice; Rossella, infatti, non si è mai sposata, Ida ha partorito Nicola e Miriam mentre Beatrice, dalla relazione con Salvatore, ha avuto Giulia e Lorenzo che, dopo l'ennesima crisi nel matrimonio dei loro genitori, si ritrovano a passare due mesi di ferie in Basilicata dai nonni. Nati e cresciuti in Brianza, Giulia e Lorenzo all'inizio faticano ad ambientarsi, poi stringono nuove amicizie e soprattutto conoscono meglio i loro cugini, Nicola e Miriam; quest'ultima, un tempo molto dinamica e dedita agli sport, è ora, a causa di un tuffo da una scogliera, invalida e costretta a muoversi su una sedia a rotelle. La presenza dei nipoti regala ai nonni un po' di vitalità e consente anche a Miriam e alla sua famiglia di riconsiderare con occhi diversi e migliori prospettive la disabilità che le è capitata. Bagni al mare, giornate in campagna, risate in compagnia, nuovi amori e qualche litigio: l'estate porterà a tutti, anche a Ida, Rossella e Beatrice, la possibilità di chiarirsi e di ridisegnare le strade delle loro esistenze.

Il romanzo di Francesca Barra, strutturato in modo semplice e schematico, mette a confronto due generazioni, adolescenze vissute in tempi e modi differenti ma comunque accomunate dal desiderio di incontrare l'amore e trovare la propria strada. Tratto unificante tra la prima e la seconda parte è il sentimento forte che lega genitori e figli, rapporto non sempre facile e talvolta in contrasto con il desiderio dei giovani di conquistarsi il diritto ad essere felici. Altro tema dominante è il rapporto tra fratelli (o tra cugini) che, seppur caratterizzato talvolta da gelosie e incomprensioni, resta un legame forte che può aiutare a superare le difficoltà della vita.
Lo stile della Barra è lineare, piuttosto asciutto, molto scorrevole. Si respira tra le righe l'amore dell'autrice per la sua terra d'origine di cui descrive abitudini, profumi e colori. Un romanzo semplice e piacevole che lascia una sensazione di positività.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri