Narrativa italiana Romanzi La compagnia dei Celestini
 

La compagnia dei Celestini La compagnia dei Celestini

La compagnia dei Celestini

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Avete mai sognato di partecipare al Campionato Mondiale di pallastrada, organizzato dal Grande Bastardo, protettore degli orfani di tutto il mondo? Memorino, Lucifero e Alì sì, molte volte, e per realizzare il loro sogno architettano una fuga dall'orfanotrofio dei Celestini. Subito don Biffero, il priore Zopilote, don Bracco e il giornalista Fimicoli, in coppia con il fotografo Rosalino, si lanciano all'inseguimento. Tutto intorno, una folla di personaggi bizzarri, stravaganti e coloratissimi nella tradizione del miglior Benni. Ma su questa variegata compagine aleggia un'oscura e crudele profezia, che appare sui muri di un palazzo e che sembra destinata a spazzare via tutto e tutti. È impossibile prevedere cosa succederà.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La compagnia dei Celestini 2011-06-16 18:40:55 patty81
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
patty81 Opinione inserita da patty81    16 Giugno, 2011
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

tra fantasy e realtà

Un libro imperdibile, secondo me il più riuscito di Benni, insieme a "Elianto". L'ho letto poco dopo l'uscita nelle librerie ,circa 15 anni fa o forse pìù,e mi è rimasto davvaro nel cuore.Le idee di Benni e il suo stile umoristico sono un mix irresistibile di di fantasia e realtà,ma state ben attenti,la prima è solo lo specchio deformante della seconda: ci troviamo in uno paese organizzato,con le sue istituzioni,la sua religione..e i suoi vizi...i nostri giovani orfani Ali, Lucifero, Memorino &co. scappano dall'orfanotrofio dei padri Zopiloti per partecipare al fantomatico Campionato del mondo di Pallastrada, sport simile al calcio ma ben più divertente, e ne vivranno di tutti i colori....alcune immagini e personaggi sono esileranti,come Don Biffero che guarda gli spogliarelli con la tv muta, oppure lo str...o a 7 volute dipinto dai pittori Pelicorti oppure la verità sui fastfood...Un libro divertente, intelligente,ricco di humour e doppi sensi che fanno ridere e riflettere allo stesso tempo, ma anche una critica al consumismo e un invito a sognare e prendersi un po' meno sul serio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
per chi ama ridere, sognare, viaggiare con la fantasia...
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
La compagnia dei Celestini 2011-06-16 16:55:08 Lady Libro
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Lady Libro Opinione inserita da Lady Libro    16 Giugno, 2011
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una fiaba realistica

Questo romanzo è stato molto importante per me, perchè mi ha portata via dalla mia fanciullezza conducendomi in un mondo più adulto, sia in senso psicologico che letterario. Quando l'ho letto avevo dodici anni e l'avevo preso in prestito: anche se all'inizio ero un po'scandalizzata dal linguaggio "forte" utilizzato da Benni (per fortuna che poi ho capito che faceva parte del suo stile e della vita in generale), questo libro mi è subito piaciuto fin dalle prime pagine!
Oltre ad essere una storia divertentissima, rappresenta una satira e una sorta di presa in giro e rappresentazione della decadenza e della volgarità in cui si trova mondo attuale: ambientata a Gladonia (corrispondente nientemeno che all'Italia), dove troviamo personaggi che tutti conosciamo: Berlusconi diventa Mussolardi, la Coca Cola diventa Stracola, Rimini Rigolona Marina, l'Adriatico l'Adrenalio e così via.
Ci sono poi Lucifero, Memorino, Alì, Celeste, i gemelli Finezza e altri orfani di varie parti del mondo che, a costo di rischiare la vita, si recano ai campionati di Pallastrada... Come mai questo apparentemente semplice gioco li spinge a fare tutto ciò? Perchè li attrae così tanto? Forse perchè li fa sentire qualcuno, forse perchè è una passione troppo forte, forse per dimostrare quanto valgono... chi può dirlo? E'impossibile restare impassibili di fronte alla determinazione (o ostinazione?) di quei ragazzi seguaci della pallastrada e del Grande Bastardo.
Oltre ad essi troviamo altri personaggi divertenti e indimenticabili che contribuiscono a rendere unico questo romanzo come Deodato "il bambino sfigato", i fantastici e strani pittori Pelicorti, il cuoco Passabrodet, l'eccentrico professor Eraclitus, il severo ma pauroso don Biffero...
E'una specie di realtà che diventa una favola, oppure rimane sempre una realtà rappresentata con qualche piccola modifica onomastica e gli elementi di fantasia sono pochi... chi lo sa? Ognuno leggendolo può pensare quello che vuole e a me piace definire questo romanzo una "fiaba realistica".
Divertente, crudo, reale, forte... Questo libro è una macedonia di tantissimi elementi diversi eppure tanto simili tra loro, piacevolissima da gustare.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Domani e per sempre
Nova
Sonetaula
L'alba sepolta
Caffè corretto
L'appartamento del silenzio
Lingua madre
Per sempre, altrove
Il Duca
Cara pace
L'assemblea degli animali
Le madri non dormono mai
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Cinquecento catenelle d'oro
Ritratto di donna