Narrativa italiana Romanzi La formula chimica del dolore
 

La formula chimica del dolore La formula chimica del dolore

La formula chimica del dolore

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di La formula chimica del dolore, romanzo di Giacomo Cardaci edito da Mondadori. Per il giovane Ippolit, rifugiatosi di notte nei sotterranei dell'ospedale in cui è ricoverato da ormai due anni, la guerra più assurda è quella che i ragazzi come lui combattono quotidianamente per guarire dal cancro, sparandosi pallottole chiamate "pastiglie", intossicandosi con veleni detti "chemioterapie", lottando per uccidere se stessi e poi, forse, guarire e rinascere. Il campo di battaglia di Ippolit è l'ospedale, un edificio che all'ultimo piano profuma di neonati, di vita, e nei sotterranei, cioè nell'obitorio, puzza di cadaveri, di morte. Nel mezzo c'è lui, insieme ai suoi compagni di battaglione: Wu, il pasticcere e filosofo cinese che appena può scappa a fumare in giardino; il viscido e pervertito grassone Enzo, insospettabile mafioso; Achille, il fifone accudito dalla moglie tanto odiata e dall'amante brasiliana che tutti gli invidiano. Soltanto attraverso i racconti dei suoi compagni di armata Ippolit riuscirà a evadere e comprendere che l'ospedale, oltre a un carcere e un campo di battaglia, è un posto dove gli uomini vengono quotidianamente rivelati a se stessi nei loro egoismi, nel loro cinismo, nel loro squallore, nella loro cretineria e nella loro irripetibile bellezza.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La formula chimica del dolore 2013-07-19 09:56:35 Mattia Boarin
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
Opinione inserita da Mattia Boarin    19 Luglio, 2013

Uno sguardo crudo e realistico sulla malattia di u

Il romanzo di Cardaci rappresenta uno sguardo crudo e realistico, in chiave autobiografica, sulla malattia oncologica che ha colpito un ragazzo ventenne, costretto a rimettere in discussione tutti i progetti della propria vita, del proprio futuro. È il punto di vista di un ragazzo che entra in un grande ospedale, visto come una prigione, dove l'ora d'aria è sublimata nella passeggiata nel giardino esterno con la fontana o nella fuga notturna ai distributori automatici di snack e bevande, che rappresentano uno dei pochi piaceri trasgressivi concessi al "prigioniero". Gigetto, così come viene soprannominato da Filippo, il protagonista del romanzo, è la causa della sua "carcerazione" forzata, è l'"alieno" che cresce impietosamente nel suo giovane corpo, ricordando lo stesso alieno che descrive Oriana Fallaci nei suoi ultimi scritti. Si scorge anche uno sguardo inclemente sulla figura del medico, descritto tra le pagine del libro come un tecnico, uno scienziato ultra-specializzato nella cura di una malattia o di un organo, più che nella cura di un malato in carne-ossa-pensieri e sogni. Il protagonista, nelle pagine del romanzo, fa una richiesta chiara, urlata a bassa voce, a chi per professione è in contatto tutti i giorni con i pazienti oncologici, soprattutto giovanissimi, di recuperare una certa umanità, di rimettere al centro il malato, le sue paure, le sue angosce per il futuro, di mettersi in posizione di ascolto, di farsi portatori di una medicina più umana e olistica, contrapposta a una medicina fatta puramente di tecnicalità e ultraspecializzazioni.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Cara pace
L'assemblea degli animali
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Le mogli hanno sempre ragione
Ellissi
Nonostante tutte
La meccanica del divano
Conservatorio di Santa Teresa
Beati gli inquieti
Padri
Quaderno proibito
Lei che non tocca mai terra
Il gioco delle passioni
Morsi
Il quinto evangelio