Narrativa italiana Romanzi Le api randage
 

Le api randage Le api randage

Le api randage

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Napoli, 1992. Il "re del cemento" Raul Aragona è diviso tra grandi ambizioni e grossi guai. Le ambizioni: condizionare la politica, portando a termine la scalata finanziaria più rischiosa della storia italiana. I guai: è alla disperata ricerca di un erede, ma suo figlio Manuel è uno sfaccendato e un ubriacone, mentre il figliastro Matteo ha abbandonato le attività di famiglia per diventare poliziotto. A conquistarsi la fiducia di Raul è il giovane e promettente Lorenzo Messina... ma nel suo passato c'è un segreto che sarà il motore di un complotto efferato. E che, tra le ombre della camorra e le inchieste giudiziarie di Tangentopoli, coinvolgerà tutti: perfino Sveva, la terza moglie di Raul, fino a quel momento rinchiusa nel lusso di villa Aragona e segretamente contesa dai giovani maschi. Una storia di padri e figli, ma anche l'intenso affresco di un passaggio cruciale della nostra epoca recente. Villa Aragona, nei cui giardini Raul accudisce con amore i suoi alveari, diventa così il simbolo di un'Italia arrogante e tragica, un paese dove si è disposti a sacrificare ogni valore in nome del potere e della ricchezza. Ma un paese dove c'è anche chi continua a cercare la verità, seppure a costo di perdere l'innocenza. Ed è per questo che i protagonisti si muovono come "api randage": decisi a inseguire fino in fondo il loro destino individuale, eppure allo stesso tempo consapevoli che, fuori dal proprio sciame, ad attenderli può esserci solo la morte.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le api randage 2018-04-13 17:45:20 ornella donna
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    13 Aprile, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I vecchi tempi di Tangentopoli

Ho scovato il libro di Angelo Petrella, Le api randage, in biblioteca e ne sono stata favorevolmente colpita. Si tratta di una possente storia di avidità e di potere, di tradimento e di vendetta immersa in una Napoli travolta dallo scandalo di Tangentopoli. Come recita il frontespizio narra dei:

“fasti, le passioni e i crimini di una famiglia di industriali napoletani tra intrighi, finanza e politica.”.

Siamo a Posillipo nel 1992. Il vento terribile di Tangentopoli soffia impetuoso su imprenditori e politici corrotti, e l’immobiliarista Raul Aragona si prepara a mettere in atto il sogno di una vita intera: la scalata finanziaria per giungere a diventare uno degli uomini più potenti del paese, coordinata dietro le quinte dai vertici della Democrazia cristiana. Ma lui è pressato da un male incurabile che non concede scampo e le pressanti inchieste della magistratura. Raul deve racimolare un capitale necessario e al contempo trovare un erede per il suo impero. Il primogenito Manuel è un buono a nulla, mentre il figliastro Matteo insegue le orme del vero padre, un finanziere caduto nel corso di un’operazione. Raul può contare su un solo uomo di fiducia: Lorenzo, un faccendiere piuttosto ambiguo. La famiglia è completa con il ritratto della moglie di Raul, Sveva, donna bellissima, contesa da molti uomini che girano intorno alla villa di Raul.

Il libro narra la storia incestuosa e corrotta del malaffare diffuso tra politica, economia e criminalità. E’ una storia avida e nera, di giochi di potere, di tradimento e vendetta, ambientata nella storia recente del nostro Paese. L’autore mescola abilmente finzione e realtà storica, per una lettura convincente ed attraente. I protagonisti si muovono come “api randage” di qua e di là, alla ricerca unica del proprio guadagno e del proprio benessere, senza alcun riguardo per niente e per nessuno, neppure per i propri affetti. Un’ottima lettura, per capire e conoscere i misteri tanti di questo nostro bel Paese.


Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
91
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il settimo peccato
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A bocce ferme
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sbirre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le sorelle Donguri
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il purgatorio dell'angelo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Ogni respiro
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ospite
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ogni coincidenza ha un'anima
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Del resto e di me stesso
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Hippie
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I soldi sono tutto
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il basilico di Palazzo Galletti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri