Narrativa italiana Romanzi Le nostre assenze
 

Le nostre assenze Le nostre assenze

Le nostre assenze

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Due ragazzini scoprono una tomba etrusca e decidono di scavarla di nascosto da tutti dopo la scuola. Vent'anni dopo una bambina viene rapita in America e rinchiusa nella stanza di una pensione, insieme a un gattino di nome Spunky. Cosa unisce i due eventi? "Le nostre assenze" è il racconto di questi due decenni e degli avvenimenti che hanno coinvolto tre generazioni di una famiglia toscana, di un uomo in fuga dai campi di concentramento, di una donna che ritrova il suo primo amore dopo una vita intera. Ma è anche la storia di un padre incapace di affrontare il proprio ruolo e di una madre troppo giovane per proteggere il figlio, di un ragazzino povero che vive nelle case popolari "al di là della rete" e di una sete di vendetta che consuma tutta un'esistenza.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le nostre assenze 2012-06-04 09:01:40 gracy
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
4.0
gracy Opinione inserita da gracy    04 Giugno, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Bambini deviati....

Premesso che ho letto qualche anno fa "I cariolanti" dello stesso autore, un grandioso libro dove la scrittura creativa, il personaggio Bastiano erano un comune denominatore che ha mantenuto alti i livelli dalla prima all'ultima pagina. Il dolore e la percezione del vuoto, del macabro che si insidia nell'uomo ha origini ataviche ed anche in questo romanzo "le nostre assenze" la percezione è la stessa ma con una differenza, le prime cento pagine ti mettono ansia perchè qualcosa di sinistro e diabolico sta succedendo riga dopo riga. E' sempre colpa dei genitori se i figli sono buoni, se sono cattivi, se sono intelligenti o se sono dei codardi, ma se subentrano le assenze di chi è la colpa? Di Bastiano e dei cariolanti sicuramente! Peccato, è mancata la sua presenza e il suo spettro non è l'amico di Michele. Poi finisce col risaltare situazioni non solo poco credibili, ma molto estreme e che lasciano il gusto amaro fino a quando mi sono detta che il finale forse era troppo "americano".

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri