Lux Lux

Lux

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Ci sono molti modi di trasformare qualcuno in un fantasma, e Thomas Edwards si è scelto il suo. La sua vita non ha proprio niente che non va: Tom è un giovane italoinglese di buona famiglia, che abita a Londra e viaggia spesso per lavoro. Architetto, gestisce con successo uno studio di light design, e da quasi un anno fa coppia fissa con Ottie Davis, una chef in carriera con un figlio di sette anni, Martin. Ma Thomas abita il mondo solo in superficie: schivo e in parte irrisolto, lascia che la vita scorra senza pensarci troppo; il suo ricordo di un amore finito, quello per Sophie Selwood, è una presenza costante e tangibile, che illumina gli eventi e le cose che lo circondano, e ci racconta di come l'amore, o il ricordo dell'amore, possano trasformarsi in una composta e implacabile ossessione. Una strana eredità da parte di un eccentrico zio costringe Thomas a uscire dalla quotidianità. Un viaggio verso un'isola del sud Italia, un albergo affascinante e malandato e un fine settimana imprevisto - in compagnia della gente del posto e degli altri forestieri giunti a loro volta sull'isola - saranno l'occasione perfetta per sparigliare le carte, guardare le cose da un altro punto di vista e fare finalmente i conti con il passato, questo animale saggio e al contempo grottesco che sembra sempre volerci indicare la strada.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Lux 2019-01-02 21:45:51 68
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
68 Opinione inserita da 68    02 Gennaio, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Isola infelice...

Una vita, quella di Thomas Edwards, rampollo di una agiata famiglia Italo-inglese, vissuta anestetizzando il presente e smettendo di cercare, prolungando uno stato di agonia con il volto di giorni diversi ma sempre uguali, mascherati da un lavoro creativo, un architetto che arreda gli spazi con la luce, da una relazione poco impegnativa, da viaggi ripetuti, a tutto interessato ed a tutto indifferente, per scoprire che niente sembra essere più lo stesso da quando è finita la propria relazione con Sophie Selwood.
Era stato un amore grande, il loro, ed un tempo erano stati felici, giorni rimasti dentro, che lì continuavano a restare, ma poi tutto era finito, lui aveva vissuto di rimorsi e lei di rimpianti, lei lo aveva cacciato ed era faticosamente tornata a vivere, altrove, e quella Sophie che tornava in mente ad Edward oggi non esiste più.
Una inaspettata eredità come cambiamento, un vecchio albergo ed una sorgente di acqua minerale in un’ isola del sud Italia, un viaggio improvvisato, nuovi incontri, figure eccentriche e stravaganti, una dimensione relazionale che assume i toni del ricordo in un mondo del tutto differente, in parte ritorno all’ infanzia, in parte pausa riflessiva, in parte ripartenza.
Il ritorno in patria ridiscuterà passato ed incertezze in una neo essenza, inseriti in un mondo che ha fretta di consumare e non riesce proprio a fermarsi, laddove il tempo dell’ essere ed il fluire degli avvenimenti assumono un tono differente, come il significato delle cose, che raccontano una storia, esprimono un senso, sono semplici oggetti, diversi, con i quali è bello addormentarsi e risvegliarsi, ogni giorno, assaporando l’ essenza del proprio destino.
Il romanzo d’ esordio di Eleonora Marangoni è una ricerca su più piani che richiama amore, origine, destino, relazioni, partendo dal rimpianto per una perdita assoluta e ricercando una parte di se’ sconosciuta ed ancora poco definita che assume il volto di un’ isola felice ammagliatrice e consolatoria.
Uno stile volutamente ricercato, eccessivo ed artificioso, una alternanza di personaggi a metà tra passato e presente, alcuni esasperatamente sottolineati, altri soffusi, assenti, una recita nella recita, in una evidente contrapposizione nord-sud, Italia-Inghilterra, realtà-sogno.
Di fatto esistono due racconti, separati, slegati, piuttosto differenti. La vivacità dell’ uno contrapposta alla staticità dell’ altro con la netta impressione che la rappresentazione della contemporaneità sia piuttosto piatta, banale, scontata e la brillantezza dei dialoghi insulari rappresentata da macchiette poco credibili e artefatte.
Tutto il resto, l’ elaborazione sentimentale ed il suo tentativo di approdo all’ essenza dell’ amore e dell’ essere, qualche goccia d’ interesse in un oceano di inconcludenza ed indefinitezza….

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Un cuore tuo malgrado
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rien ne va plus
Valutazione Utenti
 
4.4 (2)
Serotonina
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Facciamo che ero morta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Missione Odessa
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il re di denari
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima volta che ti ho vista
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Il tunnel
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gioco del suggeritore
Valutazione Utenti
 
3.3 (4)
Vuoto per i bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.4 (2)
Il delitto di Agora. Una nuvola rossa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jesus' son
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri