Narrativa italiana Romanzi Si chiama Vittoria
 

Si chiama Vittoria Si chiama Vittoria

Si chiama Vittoria

Letteratura italiana


È la mia vittoria... Mentre accarezza e coccola la sua passione come un bocciolo appena schiuso della sua anima, Lucrezia è costretta ad affrontare una dura realtà: un trasloco forzato, evento da cui la sua famiglia mai si riprenderà. Arrivata a Roma inizia una nuova vita: incontra Fiorenza, Gabriella e Franca, amiche vere da cui mai si discosterà, entra nel mondo del lavoro, si innamora di Giorgio e costruisce la sua identità di donna, moglie e madre iscrivendosi all'Unione Donne Italiane. Siamo in pieno turbinio degli anni '70 un'intera società è in evoluzione e Lucrezia, combattiva e attivista quale è, diventa portavoce delle lotte per il divorzio, l'aborto ed il femminismo. Indossa minigonna e zoccoli di legno, oggetti simbolo della moda di quegli anni, ascolta i Beatles alla radio e guarda il conte Dracula al cinema. L'attesa imprevista della sua primogenita cambia, ancora una volta, la direzione della sua vita, solo cosi capirà che la maternità oltre ad essere un dono è missione, dovere... e soprattutto amore.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Si chiama Vittoria 2019-10-21 09:28:35 ornella donna
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    21 Ottobre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli amori eterni

Assunta Gneo, vive e lavora a Latina. Ha esordito con Tira fuori l’anima nel 2015, ed ora torna con Si chiama Vittoria… , un libro avvincente ed appassionante il cui ingrediente precipuo è sicuramente il tema della maternità, trattato con rara sensibilità e sentimento.
Racconta la storia di Lucrezia, ragazza, quel tragico giorno del 24 maggio 1969, in cui nulla nella sua vita e in quella della sua famiglia sarà più quello che era prima. Per lei era un giorno speciale, era il suo compleanno, compiva sedici anni ed era successo un miracolo: aveva dipinto un quadro completo. Ma la festa è interrotta bruscamente dalla realtà: lei e la sua famiglia sono costretti ad abbandonare la casa e a trasferirsi a Roma dai nonni. Inizia così una nuova vita:
“anche se avevo soltanto sedici anni, mi sentivo catapultata dentro una vera e propria rivoluzione sociale.”
Gli anni passano, cresce, si innamora e diventa donna e madre, iscrivendosi all’Unione Donne Italiane. Lei è, a suo modo, figlia dei suoi tempi, indossa la minigonna, combatte le sue battaglie per il divorzio, l’aborto, e il femminismo. Ma un evento inatteso è destinato a rimescolare, nuovamente, le carte. E allora Lucrezia? Ce la farà?
Un libro che emoziona, che arriva al cuore. Una storia di sentimenti, e di passioni, narrata con una prosa scorrevole e vivace. Un romanzo al femminile, il cui ruolo centrale è rappresentato dalla famiglia, con uno sguardo nostalgico ad una passione mai dimenticata, perché:
“Certi amori non finiscono. Fanno dei giri immensi. E poi ritornano …..”
Una lettura che travolge e cattura con sagacia ed astuzia intellettuale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri