Narrativa italiana Romanzi Stasera Anna dorme presto
 

Stasera Anna dorme presto Stasera Anna dorme presto

Stasera Anna dorme presto

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Quattro voci che si rincorrono per raccontare, ciascuna, un frammento di una verità che a tutti sfugge. Anna abbandona la Sicilia e le proprie aspirazioni per sposare Carlo, giovane avvocato dal brillante avvenire, e seguirlo a Roma. Ma le cose non vanno come Anna aveva pensato: con Carlo la freddezza cresce fino al giorno in cui lei scopre di Elisa, un’intraprendente avvocatessa che, affascinata dal maturo principe del Foro, ne è divenuta l’amante. A quel punto Anna proverà ad andare indietro con la memoria, a riallacciare i fili della storia alla ricerca di ciò che sta all’origine di tutto. Ma non lo farà da sola, la accompagneranno la voce di Elisa e quelle di Carlo e Giovanni, suo cugino. E allora sarà come assistere a un processo in cui ogni ruolo è ribaltabile nell’altro e tutti i punti di vista appaiono legittimi, perché si sa che nella vita ognuno di noi è insieme e inevitabilmente vittima e carnefice.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Stasera Anna dorme presto 2011-09-06 09:14:29 Renzo Montagnoli
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Renzo Montagnoli Opinione inserita da Renzo Montagnoli    06 Settembre, 2011
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La solitudine dell’incomunicabilità

“La parola scritta mi ha insegnato ad ascoltare la voce umana, pressappoco come gli atteggiamenti maestosi e immoti delle statue mi hanno insegnato ad apprezzare i gesti degli uomini. Viceversa, con l’andar del tempo, la vita mi ha chiarito i libri.”
MARGUERITE YOURCENAR, Memorie di Adriano


Non è un caso se l’ultimo romanzo di Simona Lo Iacono inizia con questa citazione; le parole scritte, la loro intrinseca essenza, la capacità che hanno di nascondere o di svelare, il silenzio cupamente assordante della loro assenza o anche la verità più implacabile che possono portare era stato il fil rouge della sua opera d’esordio, Tu non dici parole, lavoro complesso, ma pure di grande effetto, tale da richiamare imperativamente l’attenzione del lettore in una serie di riflessioni che si trasfigurano in parole silenziose, a costruire interrogativi nella ricerca di risposte non sempre di comodo, quando non addirittura implacabili.
In Stasera Anna dorme presto il ricorso alla parola avviene attraverso un monologo interiore, una fusione di coscienze di quattro protagonisti i cui legami portano a un’unica storia.
In un certo senso ognuno è alla ricerca di una verità e da questo lavorio sortiranno altrettante verità, nel pieno rispetto del pensiero pirandelliano e ricorrente nelle tematiche di non pochi autori siciliani, i cui rapporti con il mondo passano inderogabilmente per una serie di possibili visioni e interpretazioni dello stesso.
Per la trama il romanzo sembrerebbe uno dei tanti di carattere sentimentale, con amori delusi, con passioni sopite e riaccese, ma non è proprio così, perché i personaggi, prima ancora di essere attori della vicenda, sono esseri autonomi, ognuno con una propria coscienza i cui flussi connotano l’esistenza e che finiscono con l’identificare tipologie ben precise nell’umanità.
Così il famoso avvocato Carlo ritrae la consapevolezza della fragilità di ogni esistenza e la sua amante, Elisa, combatte, come Don Chisciotte, contro le proprie costruite sconfitte; Anna, invece, ancorata a sogni lontani, vive un’esistenza in cui il presente e un passato onrico si sovrappongono, alternando realtà a irrealtà; Giovanni è invece la memoria di un sogno, l’occasione perduta, a cui aggrapparsi per sopravvivere.
E’ un ritratto crudo quello eseguito con mano ferma e ricercata da Simona Lo Iacono, una situazione sempre più frequente in cui l’incomunicabilità rende ogni essere carnefice e vittima di se stesso.
Nel libro non ci sono però finalità edificanti, c’è invece una constatazione di un male che svilisce la vita, osservato, descritto, sezionato implacabilmente, ma con una vena di pietà, perché nessuno ne è immune.
Stasera Anna dorme presto non ha forse il pathos che la vicenda stessa implicava in Tu non dici parole, ma è un’opera che, comunque, lascia il segno.
Da leggere, senza dubbio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri