I gemelli di Piolenc I gemelli di Piolenc

I gemelli di Piolenc

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

È l'estate del 1989 quando dal piccolo centro di Piolenc i gemelli Lessage, Rapahel e Solene, di 11 anni, scompaiono senza lasciar traccia. Mesi dopo Solene viene ritrovata cadavere, di Rapahel invece nessuna traccia. Passano gli anni e nel 2018 un'altra bambina scompare nel nulla: il Capitano Fabregas, affiancato da Jean Wimez (gendarme in pensione che ha sprecato invano anni a tentare di dare una spiegazione all'enigma), interviene per cercare, una volta per tutte, di risolvere il caso.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
I gemelli di Piolenc 2021-05-03 08:14:38 Donnie*Darko
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Donnie*Darko Opinione inserita da Donnie*Darko    03 Mag, 2021
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un caso dal passato

Buon thriller transalpino in cui la prosa semplice e diretta dell'autrice permette una lettura veloce, complice anche il gran ritmo approntato con una concatenazione di eventi che non lascia tempo di rifiatare. Sandrine Destombes è abile nel proporre brevi capitoli con in chiusura enigmi e colpi di scena maliziosamente apparecchiati nel sollecitare il lettore a procedere nella lettura. La trama ha infatti il gran merito di incuriosire moltissimo, e, fortunatamente, il continuo accumulare carne al fuoco non crea sgradevoli effetti saturanti. Al netto di qualche piccola forzatura e di un approfondimento abbastanza banale dei personaggi abbiamo un romanzo che punta forte sulla plausibilità degli incastri e sulla volontà di fornire risposte senza aderire a cose lette già troppe volte. Destombes in questo senso non delude, offre una lettura in crescendo che seppur poco disposta a creare empatia riesce a disegnare con buon mestiere un quadro provinciale in cui segreti, angoli bui e non detti si sprecano, sino ad un finale importante e per nulla scontato dove la disamina psicologica offerta riesce a rendere plausibile, oltre che centrato e spiazzante, l'imprevedibile epilogo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rinnegata
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gioco della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri