Il bambino silenzioso Il bambino silenzioso

Il bambino silenzioso

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Nell'estate del 2006, Emma Price era lì quando fu ritrovato il cappotto rosso del suo bambino di sei anni lungo il fiume Ouse. Fu la tragica storia dell'anno: il piccolo Aiden era sparito da scuola durante una terribile alluvione, era caduto nel fiume e poi annegato. Il suo corpo non fu mai ritrovato. Dieci anni dopo, Emma è riuscita finalmente a riacquistare un po' di serenità. E sposata, incinta e le sembra di aver finalmente ripreso il controllo della sua vita quando... Aiden ritorna. Troppo traumatizzato per parlare, non risponde a nessuna delle infinite domande che gli vengono rivolte. Solo il suo corpo racconta la storia di una sparizione durata dieci lunghi anni. Una storia di ossa spezzate e ferite che testimoniano gli orrori che Aiden deve aver subito. Perché Aiden non è mai annegato: è stato rapito. Per recuperare il contatto con il figlio, ormai adolescente, Emma dovrà scoprire qualcosa sul mostro che glielo ha portato via. Ma chi, in una cittadina così piccola, sarebbe capace di un crimine tanto orrendo? E Aiden ad avere le risposte, ma ci sono cose troppo indicibili per essere pronunciate ad alta voce.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.5  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il bambino silenzioso 2018-10-14 16:16:39 sonia fascendini
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
sonia fascendini Opinione inserita da sonia fascendini    14 Ottobre, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Bugiardi al cubo

Parto col dire che anche ammettendo che tutte le donne più ingenue del mondo si siano trovate nello stesso villaggio inglese, questo libro è poco realistico. L:autrice è riuscita nell'intento di cogliere di sorpresa il lettore ma secondo me ha esagerato. Personaggi di una doppiezza assoluta sono credibili e esistono anche nella realtà. Così tanti in così poco spazio però fanno venire il dubbio che ci sia qualcuno che avveleni l'acqua. A parte il finale però il romanzo mi è piaciuto. Scritto in modo snello è facile da seguire nei suoi inttecci e nei suoi passaggi tra presente e passato. L'autrice ha dosato le informazioni con maestria insinuando dubbi, per poi rettificare. Salvo poi ridestare la speranza di aver finalmente individuato i colpevoli. Il sospetto non risparmia nessuno :neppure il bambino silenzioso. Ma chi è questo bambino? È ormai un ragazzo trovato a vagare seminudo nel bosco. Il DNA svela che si tratta di Aiden annegato durante un:alluvione dieci anni prima. Un bello scossone per la madre incinta e impegnata nel tentare di superare la morte del primogenito. Indagini problemi di adattamento familiare, assalto della stampa si abbattono sulle spalle di Emma. Ma solo nelle ultime pagine saprà quanto dovrà pagare anche in termini emotivi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Il bambino silenzioso 2018-02-19 09:54:26 Amante di Libri
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Amante di Libri Opinione inserita da Amante di Libri    19 Febbraio, 2018
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Thriller mozzafiato

Sarah A. Denzil con uno stile narrativo riesce a mettere un thriller mozzafiato che riesce a tenere incollato il lettore a ogni singola pagina. Alla fine di ogni capitolo, ti ritrovi ad iniziarne un altro, presa dalla curiosità di scoprire chi è il colpevole. Una storia coinvolgente che non lascia nulla al caso e non appare mai scontata. Un thriller che si appresta a scoprire il colpevole, che verrà svelato solo nelle ultime pagine, stupendo il pubblico lettore. La storia del piccolo Aiden porta il lettore di fronte ad una profonda verità: Ognuno di noi nasconde una maschera è il nemico può esserti anche molto vicino. Ci si chiede come possa annidarsi tutto questo male in una piccola cittadina, dove pian piano le maschere di ognuno cadono giù. L’unico personaggio vero è Emma, una donna che è diventata madre troppo presto che non sapeva come fare a crescere un figlio e che soffre per la sua scomparsa. Come sempre i media ne approfitteranno per dipingerne su un quadro di una donna devota all’alcool e troppo giovane per educare il proprio figlio. Emma lotterà sino alla fine di questa storia, per far comprendere di non essere pazza, dimostrando di essere forte e decisa. Emma è una donna sicura di sè, devastata dal dolore della scomparsa del figlio e speranzosa di ritrovarlo. Quando ciò accade, la sua vita viene sconvolta e il castello di carte che si era apparentemente costruito crolla. L’uomo che ha accanto non è chi crede che sia, la sua migliore amica non è la donna con cui è cresciuta e suo figlio non è quello che lei ricorda. Ella dovrà fare i conti con una nuova realtà ed aiutare il figlio a riadattarsi al mondo.

Eppure Aiden era vicino, così vicino che potevo quasi vederlo in piedi nell’ombra accanto alle cassette postali e al tavolo.
Il bambino silenzioso è uno di quei thriller che si legge tutto d’un fiato. Per tutta la durata del romanzo, il lettore non farà altro che chiedersi: Chi gli ha fatto tutto questo? Chi ha potuto portare via un bambino e tenerlo lontano per tutti quegli anni? Cosa ha dovuto subire? La Denzil ha uno stile che cattura e riesce a comunicare al lettore le emozioni di ogni personaggio, mantenendo alta la tensione. La storia di Aiden è una storia che può rispecchiare molte delle storie di cronaca nera che si sentono al telegiornale, quindi appare al pubblico lettore molto veritiera; riescono così a calarsi nel romanzo totalmente. La fitta rete di segreti intessuta dall’autrice riesce a far emergere pian piano i lati oscuri di tutti, portando a galla oscuri segreti. Inoltre, la lettura è resa convincente dai continui colpi di scena che donano pathos e suspence alla storia, l’imprevisto è sempre dietro l’angolo.
Consiglio la lettura di “Il bambino silenzioso” perché con il suo stile semplice riesce a presentare una storia che può essere definita un capolavoro. Vi è un filo sottile che lega tutti i personaggi con le loro mille sfaccettature ed è qui che spicca Emma simbolo della madre coraggiosa pronta a tutto per suo figlio Aiden, simbolo a sua volta del bimbo maltrattato e che ha subito ingiustizie. Il silenzio di Aiden ha un effetto angosciante e straziante, anche se sembra comunicare qualcosa in maniera sottile ma nello stesso tempo profonda. Anche se marginalmente il ruolo di Rob è da attenzionare, poiché il padre come la madre soffre per la perdita del figlio ma come dirà più volte lui, viene ricordato solo il dolore della donna. Non mi resta che augurarvi buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Odio volare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La follia Mazzarino
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Instinct
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri