Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror Il gioiello che era nostro
 

Il gioiello che era nostro Il gioiello che era nostro

Il gioiello che era nostro

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Nella camera 310 del Randolph, un lussuoso albergo storico di Oxford, un'anziana turista californiana viene rinvenuta morta, e la borsetta in cui custodiva un inestimabile gioiello antico destinato al museo Ashmolean è sparita. Ma il parere dei patologi è unanime: si è trattato di un semplice infarto. In più, a quanto pare, la porta della camera era stata lasciata aperta, sicché il furto non sembra troppo difficile da spiegare. Neppure la fervida immaginazione di Morse può trasformare la tragica banalità degli eventi in un'indagine stuzzicante. Quando l'ispettore capo, già annoiato, decide di rifilare gli interrogatori di prassi al povero Lewis e di tornarsene alla sinfonia n. 7 di Bruckner, un altro corpo affiora dalle acque del Cherwell, e questa volta le cause naturali non c'entrano proprio...



Recensione della Redazione QLibri

 
Il gioiello che era nostro 2016-03-24 06:45:56 Pupottina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    24 Marzo, 2016
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il gioiello che era nostro

Norman Colin Dexter è il creatore dell'interessante personaggio del detective Morse. Riesce perfettamente a fondere la componente classica del giallo deduttivo al poliziesco d'azione. Docente di greco all'università e specialista in enigmistica, Colin Dexter mette tutte le sue conoscenze nei romanzi della serie del detective Morse, diventando famoso, prima in Inghilterra e poi nel resto del mondo, anche grazie alla fortunata serie televisiva inspirata alle indagini. Dexter trascina il lettore in una giostra di indagini, ciascuna con raccolta di indizi, analisi, profilo del sospettato, ricostruzione del passato, trama del crimine e colpo di scena catastrofico. Seguire il personaggio di Morse nella sua attenta analisi della scena del crimine, dei tanti dettagli, che, attraverso deduzione e colpi di scena si trasformano in illuminazione finale è il massimo che un lettore appassionato di questo genere possa chiedere. Anche il metodo narrativo è geniale e attento nel dosare suspense e colpi di scena. Inoltre, l’ironia del narratore rappresenta quel tocco in più che delinea, arricchendo di sfaccettature, i vari personaggi che affollano la trama e ruotano intorno all'indagine.
In questo caso, IL GIOIELLO CHE ERA NOSTRO, a sparire è un antico gioiello, il Puntale di Wolvercote, che un’ereditiera americana vuole donare a un museo di Oxford. Ovviamente, il gioiello non arriva a destinazione, perché viene rubato. Poco dopo il furto, la proprietaria muore d'infarto e il curatore delle antichità anglosassoni del museo, il professor Theodore Kemp, viene assassinato. C'è sempre qualcosa che può accadere. Morse lo sa e indaga al fine di prevedere l'imprevedibile, mettendo ogni tassello al suo posto, per svelare la giusta concatenazione degli eventi. Scrutando in ogni dettaglio, il solitario detective Morse scopre qual è il «gioiello che era nostro» alla base di una catena di morti dolorose.
IL GIOIELLO CHE ERA NOSTRO è un romanzo stimolante dal punto di vista intellettuale e avvincente dal punto di vista narrativo. È un'ottima lettura per gli amanti del giallo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Gli eredi di Stonehenge
La mappa nera
L'uomo dei sussurri
Gli avversari
In tre contro il delitto
Un sacrificio accettabile
Il castello di Barbablù
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Girl in snow
Avversario segreto
L'ermellino di porpora
Il caso Alaska Sanders
La cameriera
Otto perfetti omicidi
Città in fiamme
Lupa nera