L'ultima traccia L'ultima traccia

L'ultima traccia

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


La vita della ventitreenne Elaine Dawson sembra un susseguirsi di delusioni e fallimenti. Per questo non resta troppo sorpresa quando, in una fredda giornata di gennaio del 2003, i suoi progetti vanno nuovamente in fumo: è in partenza per partecipare al matrimonio di un’amica a Gibilterra, ma tutti i voli da Heathrow vengono cancellati a causa della nebbia. Ma forse questa volta succederà qualcosa di inaspettato che darà una svolta alla sua vita: un affascinante sconosciuto le offre di andare a pernottare a casa sua, vicino all’aeroporto, invece di accamparsi nella squallida sala d’attesa fino al giorno dopo. Elaine accetta.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 5

Voto medio 
 
3.7
Stile 
 
3.8  (5)
Contenuto 
 
3.4  (5)
Piacevolezza 
 
3.8  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'ultima traccia 2015-08-26 13:41:45 ALI77
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ALI77 Opinione inserita da ALI77    26 Agosto, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

NULLA E’ COME SEMBRA

E’ il primo libro che leggo della Link è da un po’ che sono incuriosita da quest’autrice, della quale ho sentito parlare solo che bene.
Questo thriller mi ha lasciato un po’ perplessa, sia per il finale che per una serie di passaggi che ha avuto la storia.
Rosanna è la protagonista, quarantenne che si è trasferita a Gibilterra per amore e che dopo alcuni anni dove si è dedicato per lo più alla casa, al marito e al figliastro, decide di accettare una proposta di lavoro dal suo ex capo.
Lei prima di sposarsi lavorava come giornalista, amava la sua professione, ora è in un periodo che non sa più se le scelte che ha fatto sono state quelle giuste.
Il suo compito è quello di risolvere dei casi che sono stati archiviati, di alcune persone scomparse non più ritrovate, che sono sparite nel nulla.
Uno dei casi che deve seguire è quello di Elaine, una giovane ragazza di ventitre anni, che lei conosceva e che doveva partecipare al suo matrimonio ma che non è mai arrivata a destinazione.
Questo caso la coinvolge da vicino, forse troppo , rischia tutta se stessa per scoprire la verità che non è così ovvia e scontata, nulla è come sempre.
La lettura del libro è stata nella prima parte lenta e poco coinvolgente, ogni capitolo aveva una voce narrante diversa è questo secondo me ha tratto in inganno il lettore che faticava a capire l’evolversi della storia.
Nella seconda metà del libro invece il racconto della storia diventa sicuramente interessante, oltre che ricco di suspense e di pathos.
Che poi ancora adesso non mi capacito del finale, veramente un intreccio ben strutturato e congeniato anche se suppongo che questo non sia il libro migliore della Link.
Per farmi un’opinione su di lei leggerò qualche altro suo romanzo a tutti si concede una seconda opportunità alla prossima Charlotte!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

L'ultima traccia 2014-09-19 07:31:08 ferrucciodemagistris
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ferrucciodemagistris Opinione inserita da ferrucciodemagistris    19 Settembre, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Triplo gioco

Può accadere, in certe situazioni, di confrontarsi con personaggi di cui si ha una visione di sospetto, in relazione a certi eventi, che poi si dissolvono rapidamente; la delusione è cocente ed inquietante quando, però, ci si accorge che tutto ciò che all'inizio sembrava solo un mero sospetto diventa poi una certezza. Ecco la mia breve descrizione di "triplo gioco". Il romanzo si incornicia in questo tipo di visione; molto ben scritto e particolareggiato, trascina il lettore in un susseguirsi di colpi di scena fino a un epilogo altamente drammatico e di miserie umane.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
L'ultima traccia 2014-04-13 19:54:37 Francesca2213
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Francesca2213 Opinione inserita da Francesca2213    13 Aprile, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A caccia di assassini e dettagli...

Secondo libro di Charlotte Link per me!
Diciamo che il confronto con "La casa delle sorelle" non regge.
L'ultima traccia narra le storie di diverse famiglie totalmente diverse fra loro,con problemi di famiglia comuni. In apparenza le storie sembrano totalmente diverse mentre tutte sono accomunate da un unico tragico destino:La morte! La protagonista Rosanna e alla ricerca dell'omicida di Elaine,sua amica di vecchia data di cui non gliene è fregato niente per cinque anni,ma che invece adesso torna in suo pensiero perchè si sente quasi in colpa.Vediamo anche un Marc Reeve che non ti aspetti,con colpi di scena abbastanza suggestivi e in alcuni lati macabri.I dettagli in questa storia sono indispensabili,ti fanno capire il vero senso delle cose,di come essi siano importanti all'interno di una vita.Un passaporto scivolato,dei vestiti lasciati per terra,una barca,un molo,una casa,una città isolata da mondo in contrapposizione con una Londra austera,una camera d'albergo,amore e odio fra fratelli.Una bella storia incalzante e che si intreccia con la dinamica dei fatti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
L'ultima traccia 2012-01-15 16:06:53 Pelizzari
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    15 Gennaio, 2012
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il passaporto scivolato

Leggere questo libro ricorda il vedere qualche puntata della serie TV “Senza traccia”, perchè si apre con la descrizione degli ultimi momenti in cui la giovane Elaine è stata vista ed il libro si sviluppa con l’indagine per sapere, anche a distanza di anni, che cosa le è effettivamente successo. E’ un’indagine non poliziesca, ma giornalistica, condotta da Rosanne, che è una sua amica d’infanzia, spinta a cercare la verità anche da ragioni personali. Il libro è un bel puzzle di personaggi, dove tutti, anche quelli minori, hanno un ruolo significativo nella ricerca del vero nome del responsabile di questo enigma irrisolto. Sono belli i dialoghi e le descrizioni attorno a cui i dialoghi sono costruiti, perché ti fanno entrare nell’animo dei singoli personaggi e ti fanno immagina re la scena proprio come se fosse reale. E’ un bel “fotoromanzo”, più bello da leggere pagina per pagina, che non di corsa per voler arrivare alla fine per scoprire chi è il colpevole. E’ anche un libro che fa riflettere sulla solitudine radicata in cui vivono molte persone, giovani e meno giovani.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
L'ultima traccia 2009-12-29 15:22:54 Manuela
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Manuela    29 Dicembre, 2009

L'ultima Traccia

È il primo libro di Charlotte Link (e non sarà sicuramente l'ultimo) che ho letto e l'ho trovato eccezionale! Ti toglie il respiro, vuoi sempre sapere cosa succede dopo, è un concatenarsi di personaggi ed eventi che lascia senza fiato e non ti permette di posare il libro. L'ho praticamente letto in 3 giorni durante le feste, quando si vuole solo staccare dalla routine quotidiana e prendersi degli attimi per sè. Davvero coinvolgente con un finale comunque inaspettato! Lo consiglio agli amanti dell'avventura, bisognosi di evadere dai pensieri quotidiani.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Per chi ama Ken Follet e Wilbur Smith
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri