Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror La vita segreta degli scrittori
 

La vita segreta degli scrittori La vita segreta degli scrittori

La vita segreta degli scrittori

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Nel 1999, dopo aver pubblicato tre romanzi di culto, il celebre scrittore Nathan Fawles annuncia la sua decisione di smettere di scrivere per ritirarsi a vita privata a Beaumont, un’isola selvaggia e sublime al largo delle coste mediterranee. Autunno 2018. Fawles non rilascia interviste da più di vent’anni, mentre i suoi romanzi continuano ad attirare i lettori. Mathilde Monney, una giovane giornalista svizzera, sbarca sull’isola, decisa a svelare il segreto del celebre scrittore. Lo stesso giorno, viene ritrovato sulla spiaggia il cadavere di una donna e le autorità mettono sotto sequestro l’isola, bloccando ogni partenza e ogni arrivo. Comincia allora un pericoloso faccia a faccia tra Mathilde e Nathan, in cui si scontrano verità occulte e insospettabili menzogne, e si mescolano l’amore e la paura... Un romanzo indimenticabile, un affascinante mistero letterario che si rivela soltanto quando l’autore compie l’ultima mossa del suo piano diabolico.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.2
Stile 
 
4.0  (3)
Contenuto 
 
4.0  (3)
Piacevolezza 
 
4.3  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La vita segreta degli scrittori 2020-08-12 09:11:54 sonia fascendini
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
sonia fascendini Opinione inserita da sonia fascendini    12 Agosto, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Che bel giallo

Una piccola isola, uno scrittore in pensione volontaria acido e indisponente e un giovane aspirante scrittore in cerca di consigli. Se a questi elementi aggiungiamo una donna trovata assassinata e inchiodata all'albero più vecchio dell'isola e un ottimo scrittore ecco a voi un libro interessante, piacevole da leggere, pieno di spunti di riflessione e di tensione. Non conoscevo Guillaume Musso, ma se questo è un esempi credibile del suo lavoro penso che diventerò una sua assidua lettrice. Questo romanzo è pieno di sfaccettature: tutto quello che ci troviamo davanti ha una ragione d essere e se non la vediamo subito la scopriremo in seguito.Ogni pagina è una sorpresa, niente è scontato e tutto ha una logica. Da leggere fino all'ultima riga: anche quella potrebbe essere una nuova rivelazione.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
La vita segreta degli scrittori 2019-10-15 10:26:54 Mian88
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    15 Ottobre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non si smette mai di essere scrittori

Con “La vita segreta degli scrittori” il francese Guillame Musso, prolifico autore noto al grande pubblico per le sue storie mistiche e sempre ricche di contenuti, torna in libreria con un thriller che vede quali protagonisti due personalità agli antipodi: uno scrittore, Nathan Fawles, di grande fama che volontariamente si è allontanato dalla scena per rifugiarsi a Beaumont e uno scrittore esordiente, Raphael Bataille a cui viene rifiutata la pubblicazione della sua opera prima. Pur di entrare in contatto con l’oggetto della sua ammirazione, quest’ultimo decide di trasferirsi, per il periodo estivo, in qualità di libraio sull’isola in cui questo risiede. Interessata al mistero dell’assenza letteraria prolungata per vent’anni del noto narratore è anche Mathilde Monney, giornalista svizzera. La misteriosa morte di una donna il cui cadavere viene ritrovato sulla spiaggia, porterà ad un’indagine fatta di tanti tasselli atti a ricomporre le fila di questo eclettico romanzo.
Molteplici sono inoltre i personaggi che ondeggiano tra presente e passato e che con grande maestria vengono introdotti nell’opera in un oscillare continuo tra bene e male in cui i molteplici ruoli sono tra loro confusi e oscuri sino alla conclusione. Musso, cioè, da perfetto orchestratore di fatti e vicende, tiene alta la curiosità del conoscitore sino all’epilogo e con la sua penna precisa, minuziosa ma accattivante, riesce anche ad aprire una riflessione più intima sul chi sono gli scrittori, su che cosa davvero significa scrivere, su che cosa significa far della parola la propria vita. Perché anche se ci si ritira da questo mondo fatto di libri, storie, pensieri e sogni, non si smette di esserlo.
Un libro originale, divertente, di facile lettura, diverso dai soliti Musso. Godibilissimo e di grande piacevolezza.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
La vita segreta degli scrittori 2019-07-18 06:57:34 ornella donna
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    18 Luglio, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Scrittori, letteratura e... un giallo!

Un inno alla scrittura e agli autori quello scritto da Guillaume Musso in La vita segreta degli scrittori. Un libro davvero bello, musicale, preciso, dove l’amore per la letteratura emerge con prepotenza. Un testo divertente che appassiona ed intriga.
Narra la storia dello scrittore Nathan Fawles, che dopo la pubblicazione di tre romanzi, decide di abbandonare la scrittura e si ritira a vita privata su di una sperduta isola . Passano vent’anni e una giovane giornalista svizzera, Mathilde Monney giunge sull’isola, decisa a comprendere meglio questo isolamento. Ma non è la sola . Nello stesso momento il cadavere di una donna viene ritrovato in spiaggia. Così Raphael Bataille, scrittore in erba, anche lui interessato a questo isolamento e a questo orrendo delitto, accetta di lavorare dall’unico librario presente in quei luoghi, ed inizia ad indagare su tutti questi misteri che paiono accomunare tutti i suddetti personaggi.
Accanto alla trama gialla, Guillaume Musso accosta spesso riflessioni profonde sugli scrittori, i loro pregi, i loro difetti, i loro vizi e le loro caratteristiche peculiari. Lo scrittore fa sua la seguente massima:
“anche se smette di pubblicare, resta scrittore per sempre”.
Libro fascinoso, per chi ama la letteratura e i suoi autori.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri