Dammi! Dammi!

Dammi!

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Dammi!, di seguito riportiamo la trama del romanzo e la presentazione dell'editore.

Irina Denezkina ha venti anni e racconta la vita di quelli che hanno venti anni, in Russia. Con questo libro, che ha appassionato i lettori e diviso la critica, ha inventato di colpo una generazione che prima di lei non aveva voce.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0  (1)
Contenuto 
 
1.0  (1)
Piacevolezza 
 
1.0  (1)
 
Dammi! 2011-12-26 08:27:38 floria di tosca
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
floria di tosca Opinione inserita da floria di tosca    26 Dicembre, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Magari qualcuno potesse darti...

Leggo per avidità e piacere da più di 30 anni.
Non so dire se riconosco un “buon” libro da un bel libro, ma di certo non mi sognerei mai di paragonare Fabio Volo (non me ne voglia chi ama questo genere di lettura) al nostro Dante nazionale!
In quarta di copertina la Denezkina è stata azzardatamente ed immeritatamente accostata al giovane Holden … in gonnella… Il povero Salinger!!! Si rivolta nella tomba, si strappa i capelli e vomita sui suoi stessi scritti, colpevole solo di non essere stato mediocre e piatto come la fredda e glaciale russa Irina.
Ma per carità! Tutti hanno diritto di esprimere il loro talento, ma questo libro, - finito per dovere di cronaca – ha il sapore algido di un cubetto di ghiaccio di acqua potabile di un qualunque rubinetto perestrojiko…
Consiglio la lettura di questo testo bardati : borsa dell’acqua calda, papalina, calzetta calda e plaid. Perché una piattezza simile ti raffredda il cuore e ti fa dire - speranzoso - che la Russia…è meglio che si tenga i suoi ragazzini post moderni, dai 14 ai 23 anni …Che imparino, - qualcuno si offra volontario per favore!!! – che alcool, sesso veloce e rock band non sono né il sale né lo zucchero della vita. E soprattutto qualcuno insegni alla bella Irina – spia russa di un malessere giovanile mal tratteggiato, senza vanto e senza consistenza –che scrivere non è pattinare con la penna sul pelo del foglio. Nemmeno se si tiene in mano una Mont Blanc.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Consigliato a chi ha letto...
Esatto: non lo consiglio a coloro che leggono. Per niente.
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Una buona madre
Finché non aprirai quel libro
Bournville
Due settimane in settembre
La fornace
Il libro delle luci
Il peso
Notte di battaglia
La vita prima dell'uomo
Le strane storie di Fukiage
Mao II
Sipario, l'ultima avventura di Poirot
Il sale dell'oblio
La casa dell'oppio
Un circolo vizioso
Un'altra donna