Narrativa straniera Romanzi Dietro le quinte al museo
 

Dietro le quinte al museo Dietro le quinte al museo

Dietro le quinte al museo

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Ruby Lennox è stata concepita di malavoglia dalla madre, Bunty, ed è nata mentre suo padre, George, era fuori città a raccontare a una signora con un bel vestito verde di non essere sposato. Un inizio tutt’altro che promettente per Ruby… Anche perché Bunty non aveva nessuna intenzione di sposare George e adesso si ritrova bloccata con quella bambina in un piccolo appartamento sopra un negozio di animali, a due passi dall’antica e maestosa cattedrale di York. Ma i guai della famiglia di Ruby non sono certo iniziati allora, negli anni '50, all’epoca della sua nascita. Pare infatti che l’origine di tutti i disastri passati e futuri sia stata la sua bisnonna Alice, che all'inizio del secolo aveva dato scandalo scappando con un fotografo francese. Insomma, la storia dei Lennox è ben più complessa di quanto non possa apparire a prima vista, ed è popolata da una carrellata di personaggi tutti da scoprire. Ed è proprio Ruby a raccontarcela, fin dal momento del suo concepimento («Eccomi, esisto!»), coinvolgendoci in un viaggio appassionante nel XX secolo visto attraverso gli occhi di una ragazza determinata a ritagliarsi un posto nel mondo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0  (2)
Contenuto 
 
3.0  (2)
Piacevolezza 
 
2.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Dietro le quinte al museo 2017-07-17 09:13:43 violetta89
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
violetta89 Opinione inserita da violetta89    17 Luglio, 2017
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

ruby e il suo posto nel mondo

Il libro narra una saga familiare raccontato dal punto di vista della figlia minore Ruby, la cosa particolare che lo distingue da altri libri di questo genere è sicuramente lo stile narrativo, la scrittura ironica, divertente, molto irriverente e amara, a tratti forse anche troppo.
Si alternano capitoli raccontati in prima persona in cui Ruby racconta le vicende che segnano la sua famiglia, e capitoli in cui vengono raccontate le vicissitudini che vedono protagonisti i suoi parenti, a cominciare da quello che combinò la bisnonna Alice. Magari si tratta anche di episodi banali ma che delineano perfettamente il carattere dei protagonisti e il loro rapportarsi agli altri: Ruby è infatti figlia di un matrimonio infelice fra Bunty, madre anaffettiva, e George padre traditore seriale. Ruby ha delle sorelle maggiori Patricia che è una ragazzina scaltra e sveglia e Gillian, egocentrica e capricciosa, e poi c'è anche P... ma quella è un'altra storia.
Ripercorrendo le tappe della loro vita si ha anche uno spaccato molto realistico della società inglese più o meno per tutto l'arco del 1900, tra pregiudizi e avvenimenti storici, il tutto sempre raccontato con tono irriverente ma anche coinvolgente. Il libro, dopo una fase iniziale in cui non mi aveva convinto molto, mi ha tenuto incollata fino all'ultima pagina, anche se sono sincera: in alcuni punti mi è sembrato fin troppo irriverente tanto da lasciarmi un po' basita (non riferirò dove per non fare spoiler). L'irriverenza è però anche il pregio principale del libro: aiuta a leggere con un sorriso, anche se amaro, anche i momenti più bui e seri.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Dietro le quinte al museo 2017-05-08 15:38:18 Pelizzari
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    08 Mag, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un punto di vista originale

Una vita raccontata in prima persona, una cronostoria di una famiglia qualunque, con la cornice di tanti avvenimenti storici importanti del XX secolo. Questa è l’ossatura del romanzo e questo è il punto di vista dal quale è stato scelto di raccontare questa storia familiare: l’idea dell’io narrante, che ci fa vedere il suo mondo attraverso i suoi occhi è originale e buona, però lo stile scelto mi è sembrato troppo familiare, quasi troppo semplicistico, eccessivo, quasi al limite di innervosirmi dopo i primi capitoli. I più belli, fra l’altro, perché il tutto inizia da quando la protagonista è stata concepita e quindi da quando, minuscola, galleggia e fa capriole nell’oceano della sua mamma e già ci parla. Complessivamente l’ho trovato un po’ troppo irriverente e comunque, a modo suo, davvero triste, perché tutti i personaggi sono profondamente insoddisfatti della loro vita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri