Due in uno Due in uno

Due in uno

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Beit Safafa è il quartiere più ricco di Gerusalemme est. A Beit Safafa vive l’avvocato protagonista di queste pagine, un giovane procuratore con una promettente carriera davanti a sé. Tuttavia si ritrova tra le mani un minuscolo bigliettino bianco, con un testo scritto in arabo con la grafia di sua moglie. Da quell'istante l’avvocato dismette i panni del professionista illuminato e prende quelli dell’arabo consumato dal sospetto e dalla gelosia.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Due in uno 2014-07-14 09:52:30 Paolins
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Paolins Opinione inserita da Paolins    14 Luglio, 2014
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il riflesso di una Gerusalemme spaccata in due

Non ricordo come questo libro sia finito a casa mia. Ma un giorno l’ho preso in mano e l’ho tenuto con me fino a quando non ho girato l’ultima pagina.

Un giovane arabo, avvocato di successo, vive con la moglie e i figli in una villetta a Gerusalemme, dove cerca di integrarsi nella società ebraica e di nascondere le sue lacune culturali. Tutto scorre secondo i suoi piani prestabiliti, in una finzione che non risparmia neanche i rapporti umani.
Ma un giorno trova per caso, in un libro acquistato di recente, un biglietto scritto dalla moglie in arabo a un altro uomo.
Il suo castello di illusioni crolla, e l’avvocato – a cui Kashua non concede neanche il privilegio di un nome - inizia la sua ricerca disperata del destinatario del biglietto. Ritornano tutte le sue antiche pulsioni, le sue paure e le sue incertezze.

Nella stessa città, un altro arabo lotta per cercare la sua identità. E’ Amir, un giovane assistente sociale che troverà la sua strada rinunciando al suo passato, grazie all’inconsapevole aiuto di un suo paziente.
Amir è un personaggio toccante, delicato e poetico, e la sua commovente relazione con il suo paziente ebreo Yonatan é il riflesso di una Gerusalemme spaccata in due, in cui non c’è nessun vincitore.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
La città dei vivi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri