Narrativa straniera Romanzi I fratelli Rico
 

I fratelli Rico I fratelli Rico

I fratelli Rico

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Sono cresciuti nelle strade di Brooklyn, i tre fratelli Rico; e lì hanno cominciato, ciascuno a modo suo, a lavorare per l'«organizzazione»: Tony si limita a guidare le macchine, Gino è diventato un killer e Eddie, il maggiore, un piccolo boss di provincia. Eddie vive in Florida, ha una bella casa, una bella moglie, tre belle figlie. Non gli è mai importato, neanche da ragazzino, che gli avessero affibbiato quel soprannome, il Ragioniere. Perché Eddie ha sempre fatto bene i suoi conti, ha rigato dritto, insomma. Così, quando gli dicono che il fratello minore ha sgarrato, che dopo aver partecipato a un sanguinoso regolamento di conti si è sposato senza chiedere il permesso, non esita un istante a mettersi in viaggio per cercare di ritrovarlo. Loro gli hanno detto di suggerire a Tony di cambiare aria per un po', di andarsene in Sudamerica, o forse in Europa, dai parenti siciliani. E lui ha deciso di crederci.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.6
Stile 
 
4.5  (2)
Contenuto 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
I fratelli Rico 2016-06-25 07:18:36 Renzo Montagnoli
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Renzo Montagnoli Opinione inserita da Renzo Montagnoli    25 Giugno, 2016
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le regole devono essere rispettate

Eddie Rico vive in Florida, abita in un quartiere lussuoso, è felicemente sposato e ha una figlia che adora, è proprietario di un’attività di commercio all’ingrosso di frutta anche esotica che procede con regolarità, insomma è quel che si dice un uomo arrivato, contento del suo stato, ma non tutto è ciò che sembra. La bella casa, l’agiatezza nascondo una verità: Eddie è un uomo dell’organizzazione, una consorteria criminale che da noi viene chiamata mafia e negli Stati Uniti Cosa Nostra. Ha anche due fratelli, il solitario Gino che fa il Killer e il più giovane Tony, abile meccanico e che guida le auto che servono per missioni per così dire “speciali”. Insomma una bella famigliola di origine italiana invischiata nella malavita, che ha delle regole ben precise e che, come dice Eddie, sono fatte per essere rispettate. Tony è sparito, pare si sia sposato e pare sempre che possa spiattellare qualche notizia importante alla polizia. Deve perciò essere ritrovato e chi meglio del fratello Eddie può riuscire nell’impresa?
I fratelli Rico è un noir che Simenon scrisse nel 1952 nel corso del suo soggiorno americano e presenta le caratteristiche tipiche dei romanzi dell’autore belga: lo stile snello, accattivante, la perfetta descrizione dell’ambiente, la capacità di ricreare atmosfere, il ritmo equilibrato, l’abilità incontestabile di sondare gli animi che, nel caso specifico, è a dir poco sorprendente. Perché? Perche Eddie Rico cerca disperatamente di far di tutto per salvare il fratello pur sapendo che nella sua ricerca occhi invisibili lo spiano o addirittura lo precedono, ma la famiglia è la famiglia. Ma quale famiglia? Quella dei Rico, cresciuti sulla strada a New York e in cui solo Eddie è riuscito a raggiungere la posizione che desiderava, senza mai essere violento, ma con costanza e indubbie capacità? O l’altra famiglia, l’associazione criminale, che ha delle regole ben precise che devono sempre essere rispettate?
È un dramma di Eddie, piccolo boss, che raggiunta una posizione intende mantenerla senza patemi d’animo, ma che avverte anche il richiamo del sangue, il legame con il fratello e sterilmente cerca di salvarlo. Lunghi viaggi in aereo, anche in automobile, la verdeggiante pianura della Florida, la torrida California del Sud sono i palcoscenici di questa vicenda, in cui si segue il percorso di Eddie per ritrovare Tony, sempre in bilico fra rispettare le regole e trasgredirle per una volta, per amore verso il fratello. Questo travet del crimine non impietosisce, però, è solo un ingranaggio di una macchina di cui lui non è consapevole. Tutto lì deve procedere perfettamente, non ci devono essere intoppi, perchè esistono le regole e queste appunto devono essere rispettate. Come si comporterà allora Eddie? Leggete il romanzo e lo saprete, accompagnatelo nel suo peregrinare, assistete al suo dissidio interno fra obbedienza cieca e uno spiraglio di umanità, condividete con lui la tensione emotiva fino all’ultima pagina e credo proprio che al termine resterete più che soddisfatti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
I romanzi di Simenon
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
I fratelli Rico 2014-07-18 16:31:53 topodibiblioteca
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
topodibiblioteca Opinione inserita da topodibiblioteca    18 Luglio, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La malavita secondo Simenon

Ciò che ho sempre apprezzato in Simenon, e che continuo ad apprezzare tuttora specie dopo avere letto questo romanzo, è la sua grande versatilità letteraria, il suo talento nel dedicarsi a generi differenti, la semplicità nel mettere insieme le parole e quindi i periodi, costruendo trame assolutamente avvincenti. Si potrebbe dire che Simenon si trova a suo agio praticamente su tutto, riuscendo a spaziare dal giallo, con l'intramontabile commissario Maigret, al filone Western (Il ranch della giumenta perduta), passando dalla narrativa più "intimista" (Le campane di Bicetre) fino alle storie di mafia e spionaggio come nel qui presente I Fratelli Rico.

Senza dilungarmi sulla trama, chiunque fosse interessato può infatti leggere il riassunto proposto dalla redazione Q-libri, credo che l'aspetto più interessante sia la capacità di Simenon di giocare d'anticipo rispetto a quanto successivamente proposto dalla letteratura e poi dal cinema con la saga del "Padrino" e di tanti altri film che hanno trattato il tema delle lotte di potere e dei loschi affari della criminalità organizzata italo-americana. Siamo nel 1952, durante il soggiorno negli Stati Uniti di Simenon e lo scrittore belga decide di impostare un romanzo "on the road", con protagonista Eddie Rico, incaricato "dall'organizzazione" di trovare suo fratello Tony per convincerlo a non parlare, a non vuotare il sacco, perchè la prima regola è non tradire i compagni ed i pezzi grossi. Eddie è un uomo d'onore ma capisce di rappresentare un semplice ingranaggio manovrato da uomini più potenti di lui che controllano ogni suo movimento. Le pagine in cui Simenon lascia dialogare i vari personaggi con uno stle diretto ed asciutto sono tutte ben congegnate e descrivono abilmente i classici atteggiamenti intimidatori che usano i superiori ai vertici dell'organizzazione nei confronti dei cosìddetti pesci piccoli destinati ad obbedire, a portare rispetto, oppure a soccombere.
Allo stesso tempo risultano molto verosimili i momenti di incontro che coinvolgono i membri della famiglia: Eddie, i suoi fratelli, la loro madre.

In definitiva credo si tratti di un libri consigliato non solo a chi ama Simenon ma a tutti coloro che sono in cerca di storie ambientate nel mondo dei gangsters, del crimine ed in generale della malavita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Simenon, Il Padrino.
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri