Narrativa straniera Romanzi Il destino del cacciatore
 

Il destino del cacciatore Il destino del cacciatore

Il destino del cacciatore

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Vigilia della Grande Guerra: Leon Courteney, nipote dell’alto ufficiale britannico Penrod Ballantyne, si dedica alla passione di sempre, la caccia grossa, avvalendosi del suo speciale rapporto con i masai. Leon diventa una guida esperta di personaggi importanti e facoltosi, tra i quali spicca un ospite d’eccezione: il presidente americano Theodore Roosevelt. Ma l’appartenenza di Leon all’esercito di Sua Maestà lo porterà a essere protagonista di un gioco molto rischioso. In un entusiasmante crescendo si riveleranno i diabolici intrighi con cui, dal cuore profondo dell’Africa, magnati, avventurieri e nobildonne sembrano decidere le sorti del Vecchio Continente.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Voto medio 
 
3.6
Stile 
 
4.3  (4)
Contenuto 
 
3.0  (4)
Piacevolezza 
 
3.5  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il destino del cacciatore 2012-01-18 19:07:51 Mephixto
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mephixto Opinione inserita da Mephixto    18 Gennaio, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il mio primo Wilbur Smith

Come da titolo ecco la mia opinione sul primo libro da me letto, di questo maestro della letteratura, la trama in se non è nulla di straordinario; una trama lineare con pochi colpi di scena ma sicuramente gradevole dal finale quasi scontato e tutto sommato anche giusto.
La cosa che mi ha colpito di piu in assoluto è la capacità del autore, che nonostante la trama scialba, riesce a coinvolgerti e a incuriosirti.
Questo autore a una capacita di sintesi straordinaria, riesce a descriverti i paesaggi africani le persone e le emozioni con poche righe senza inutili e tediose pagine di parole inutili.Pulito lineare chiaro ! raramente mi capita di leggere un libro con una trama non eccezionale ed arrivare alla fine solo per il piacere di com'è stato scritto (ottima anche la traduzione).
Inutile dire che il protagonista e uno stereotipo consumato, il tipico eroe bello,senza macchia e inteligente, con attorno una schiera di amici di tutto rispetto, e di antagonisti ben caratterizzati e ben inseriti nel contesto storico.
Personaggio che spicca tra tutti e Lousima santona Masai che l'autore riesce in modo accattivante a ficcarti nella testa.
Libro dai sani principi dove spiccano coraggio onore senso del dovere, amore e sacrificio ed è bello sapere che qualcuo li tiene ancora in considerazione.

Conclusione, sono contento di aver letto questo libro prima degli altri che ha scritto, perche ho potuto apprezzarlo senza cadere nella delusione data dalla troppa aspettativa, e visto che a detta detta di molti questo romanzo è sotto tono, beh... non mi resta che leggere il resto e godermi i suoi capolavori .

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Avventura
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

Il destino del cacciatore 2011-02-11 19:17:48 Giulian
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Giulian Opinione inserita da Giulian    11 Febbraio, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un best seller di qualità

W. Smith sa bene quali sono gli ingredienti di un best seller: tanta avventura; un amore sublime ma contrastato; un eroe dalle doti (fisiche, intellettive, emotive) straordinarie, circondato da una stretta cerchia di “aiutanti” simpatici e volonterosi, e contrastato da una schiera di “antagonisti” spregevoli e potenti, ma un po’ meno furbi e fortunati; un finale che soddisfa. Credo che il piacere di leggere questo romanzo tragga forza però da qualche altra componente: ad esempio da una scrittura elegante e ricca di sfumature, mai forzata né prolissa (nonostante la mole del libro); dai dialoghi sagaci, pieni di ironia e di spessore, ma mai artefatti o stonati; da scene meravigliose in mezzo alla natura selvaggia della savana (l'indulgere su cruente scene di caccia non offende il lettore, perché è ben calato nel contesto storico). È un libro affascinante, che riempie con gusto alcune trascinanti ore di lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il destino del cacciatore 2010-09-10 18:26:52 simonelli
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
simonelli Opinione inserita da simonelli    10 Settembre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

un wilbur smitho non in grande forma

Ho finito di leggere il libro da un bel po' e solo ora ho deciso di dare la mia modesta opinione;quando si tratta di un mostro sacro come Wilbur Smith, allora e meglio riflettere bene sulla storia per dare una risposta ben ponderata... Come il libro precedente (Alle fonti del Nilo)anche questo mi è parso un po' monotono... fluido e geniale come sempre, per quello che riguarda la tecnica e il rimo incalzante (del resto lui ne è il maestro del genere), ma anche ripetitivo sugli argomenti, nonostante fossero ben serviti.Mentre ho trovato ben descritte le usanze e le tradizioni della tribu Masai. Si è decisamente allungato con la caccia agli elefanti, poteva risparmiarci tante pagine; adesso i gusti del lettore e delle persone in generale sono molto cambiate per quanto riguarda la caccia degli animali. I personaggi erano ben inquadrati, e i dialoghi scorrevoli e fluenti, eppure io, come tanti altri lettori accaniti del grande Wilbur, sono rimasto leggermente deluso. Sarà perché la sua terzultima opera (Il trionfo del sole) era al livello degli standart di cui ci ha abbituati. Mi auguro che il prossimo libro segua le orme di quello... per la nostra sconfinata gioia...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il destino del cacciatore 2010-03-14 23:06:30 sabrinat2601
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
sabrinat2601 Opinione inserita da sabrinat2601    15 Marzo, 2010
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il cacciatore....

Devo ammettere che mi aspettavo di più da questo scrittore, che comunque non è tra i miei preferiti.
Da non amante della caccia, credo che più di trecento pagine dedicate all'uccisione di elefanti, leoni & co. siano un po troppe.
A queste pagine si intreccia ogni tanto una vena di spionaggio e di rapporti sentimentali.
Molto ben descritta la cultura Masai attraverso le parole dei suoi protagonisti, i paesaggi e i rituali di un popolo misterioso quanto affascinante. Sempre ben dipinta l'amata Africa, ma oltre a questo nulla più.
Concludendo a mia opinione credo sia una lettura consigliabile agli amanti del genere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Agli amanti della caccia grossa...e anche dell'Africa...
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La parata
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri