Narrativa straniera Romanzi Il fabbricante di sogni
 

Il fabbricante di sogni Il fabbricante di sogni

Il fabbricante di sogni

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di Il fabbricante di sogni, romanzo di Andrew Crofts. Iqbal ha solo quatto anni quando, a Lahore, in Pakistan, viene venduto al proprietario di una fabbrica di tappeti per risarcire un debito di dodici dollari contratto dal fratellastro per pagarsi il matrimonio. Diventa il più bravo tra i suoi compagni e quindi viene ceduto a un padrone ancora più severo, che lo costringe a lavorare incatenato a un telaio per sedici ore al giorno. Una notte il piccolo riesce a scappare. Si rivolge alla polizia che, corrotta dall'uomo, riporta Iqbal alla sua condizione di schiavo, alla fabbrica, dove viene severamente punito e picchiato per aver tentato la fuga. Passeranno altri anni prima che possa tentare di nuovo di fuggire, sei lunghi anni di schiavitù prima di rompere la catena e correre verso la grande città. Lungo il cammino, Iqbal incontra Ehsan Khan, coraggioso esponente del Fronte di Liberazione dei lavoratori-schiavi, che lo prende con sé. Può frequentare la scuola ora, scopre penne e matite colorate, e intanto prende parte sempre più spesso a raid per liberare altri bambini schiavi. Diventa un simbolo per il suo coraggio, tanto che viene invitato a raccontare la sua storia in grandi città, e persino in America. A dodici anni, mentre gioca in bicicletta davanti a casa, uno sconosciuto, un sicario dei maestri tessitori, gli tende un'imboscata e lo uccide. Nessuno cercherà di far luce sulla sua morte, e la ricostruzione dei fatti verrà trasformata dalle autorità in una ridicola menzogna, nel tentativo di impedire che Iqbal diventi un emblema di liberazione. Una storia intensa, commovente, impossibile da dimenticare.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 10

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.4  (10)
Contenuto 
 
4.3  (10)
Piacevolezza 
 
4.1  (10)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il fabbricante di sogni 2013-04-13 15:08:21 Pia Sgarbossa
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pia Sgarbossa Opinione inserita da Pia Sgarbossa    13 Aprile, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IQBAL : piccolo dalit, grande eroe.

Se pensate a vostro figlio piccolo , a un nipotino, o a un qualsiasi bambino...quali immagini vi evocano? A me piace immaginare un bambino che ride felice , che gioca con gli amici , che corre su un prato con un aquilone...
Tutto ciò non ha fatto parte della vita del piccolo Iqbal.
Piccolo bambino che viveva in Pakistan, in una realtà di povertà assoluta e dove la famiglia, per un prestito ,lo mandò a lavorare a soli quattro anni in una fabbrica di tappeti, per un debito che non sarebbe mai riuscito ad estinguere e dove purtroppo subisce percosse e torture.
Ma Iqbal non era come gli altri, perchè lui aveva un senso di umanità e una forza interiore inimmaginabile...lui rappresentava "l'eccezione", anzichè venire domato si temprava...E' grazie a questo sua intraprendenza che tentò la fuga, ma non senza rinunciare di pensare a salvare anche i compagni che si trovavano nella sua stessa tragica condizione...
Il fato volle che il bambino incontrò Ehlsan , che lavorava per un'associazione che ha a cuore i bambini del Pakistan e opera contro il lavoro minorile...
La vita di questo bambino, che intenerisce, che vorresti abbracciare, che ti stupisce per il suo coraggio, che sarebbe auspicabile tutti avessero...continuò la sua lotta , la sua battaglia contro l'ingiustizia vissuta...
E a poco a poco , grazie all'associazione e ad una promozione di una grande marca di scarpe, portò il suo messaggio oltreoceano e si fece amare e apprezzare...ma sarà proprio la fama che segnerà la fine della sua breve vita...
Certo la lettura di questo libro potrebbe portare a diverse disquisioni sulla globalizzazione, sull'efficacia di scelte pubblicitarie di una certa rilevanza...
Ciò che preme a me è far conoscere la storia vera di un bambino che aveva sì tanto coraggio, persino di affrontare un vasto pubblico, ma che per un certo periodo ha avuto una gran paura...quella di rivedere la sua mamma...lei stessa vittima , che anzichè consolarlo, incoraggiava il suo maltrattamento...
Ecco che mi vien spontaneo pensare a questa mia recensione come a d una sorta di DENUNCIA CONTRO IL LAVORO MINORILE...che tuttora purtroppo persiste...
Caldeggio in maniera smisurata la lettura di questo libro, affinchè Iqbal venga conosciuto...e soprattutto resti per sempre nel cuore di tutti noi, come simbolo di tutti gli altri bambini che hanno vissuto e che vivono ancora la sua ingrata sorte.
Pia

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A tutti , a partire dai 12 anni. Da leggere anche ai più piccoli.
Trovi utile questa opinione? 
280
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il fabbricante di sogni 2012-02-15 14:18:57 Henry
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Henry Opinione inserita da Henry    15 Febbraio, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ogni bambino ha il diritto di vivere la sua infanz

Ogni bambino deve poter giocare all’aria aperta, correre nei campi e sorridere al sole. A volte però questo diritto all’infanzia è negato da adulti senza scrupoli. All’improvviso nella vita di Iqbal entra uno di essi. Ieri giocava spensierato con i suoi amici e ora si ritrova incatenato a un telaio. All’età di quattro anni è diventato uno schiavo. La sua famiglia l’ha venduto a un fabbricante di tappeti. Ed è così che ogni giorno, come tanti bambini, tra minacce e percosse, diventa grande troppo in fretta. Ma Iqbal è diverso dagli altri. Sogna la libertà. Cerca di convincere i suoi compagni di lavoro che hanno il diritto di essere liberi, ma presto si rende conto che la fame e le botte gridano più forte di lui. Capisce allora che deve scappare e raccontare al mondo quello che succede in Pakistan. Durante un tentativo di fuga incontra Ehsan e assieme a lui alzerà la voce perché ogni bambino ha il diritto di vivere la sua infanzia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Memorie di un soldato bambino
Lo sguardo del leone
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il fabbricante di sogni 2012-01-07 20:56:45 manu chan
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
manu chan Opinione inserita da manu chan    07 Gennaio, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Bambino per sempre.

E' impressionante il modo con cui un bambino si spinge alla libertà, fa di tutto per prenderla, assaporarla, condividerla con gli altri... E' la storia di Iqbal Masih che non è stata vissuta dopo essere stata raccontata, come imitazione di qualche eroe remoto, ma vissuta per essere raccontata, urlata, gridata al mondo intero. Il male che viene sconfitto dalla vittima, la schiavitù nel Pakistan vinta da un bimbo, bambino per sempre. E' lui la guida di altri, tanti altri bambini, la liberazione dei compagni, la parola che vince sul silenzio. Le botte hanno ferito si il suo corpo, logorato dalla posizione uguale nelle ore di lavoro, ma non hanno persuaso la sua mente. Il buio e il caldo della stanzetta dove tanti altri come lui sono stati sfruttati, gli ha dato l'input a ripartire. Da capo. La storia di un grande bambino, che ha voluto dire di no.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il cacciatore di aquiloni, Mille splendidi soli (K. Hosseini)
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il fabbricante di sogni 2010-08-01 00:02:21 Cap.harlock
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Cap.harlock Opinione inserita da Cap.harlock    01 Agosto, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Grande carica emotiva!

Il fabbricante di sogni è un libro non solo bello, ma soprattutto sono pagine di grandi emozioni, speranza, sentimenti, e sogni!
Un bambin venduto per fabbricare tappetti..ma il suo "esempio" diventerà l'opportunità di aiutare tanti altri bambini nelle sue stesse condizioni.
Libro molto commovente...che aiuta a rafforzare i buoni sentimenti per costruire qualcosa di buono per chi ha bisogno di aiuto e sostegno!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Per chi adora storie (vere) di solidarietà e speranza!
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il fabbricante di sogni 2010-05-16 16:04:22 nicla
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da nicla    16 Mag, 2010

Commento

è un libro bellissimo che racconta una storia vera, commovente e che parla di problemi ancora attuali!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
52
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il fabbricante di sogni 2009-09-15 22:19:31 Arcangela Cammalleri
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Arcangela Cammalleri Opinione inserita da Arcangela Cammalleri    16 Settembre, 2009
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il fabbricante di sogni

Pakistan, in un villaggio sperduto Muridke, ai giorni nostri, vive Iqbal, un bambino come tanti altri strappato crudelmente all’infanzia per lavorare in una fabbrica di tappeti. Sembrerebbe una delle tante sorti che toccano tristemente a quei bambini dall’infanzia negata che schiavi sopravvivono tra crudeltà inaudite e patimenti di fame e di violenza fisica. Iqbal bambino dalla mente sveglia e precocemente invecchiato non si rassegna alla perdita della libertà e in uno dei suoi tentativi di fuga incontrerà fortunosamente Ehsan, il fondatore del Bonded Labour Liberation Front. Verrà a sapere che il lavoro schiavizzato in Pakistan è illegale, nessuno può obbligare i bambini a lavorare nelle fabbriche, né nelle fornaci di mattoni…Parole come schiavitù e libertà entrano nel cuore di Iqbal che con l’aiuto dell’organizzazione libererà tanti innocenti (Ogni bimbo salvato è un passo in avanti), resi schiavi da padroni senza scrupoli con la scusa di saldare debiti contratti dalle famiglie, debiti che mai sarebbero finiti…Una febbre divorante che non l’abbandona lo porterà a correre rischi e pericoli, Iqbal lotterà con tutte le sue piccole forze focalizzando l’attenzione internazionale sul tema del lavoro schiavizzato, in quanto l’opinione pubblica non è informata, come l’industria degli articoli sportivi nel Terzo mondo, uno dei maggiori datori di lavoro per gli schiavi. Diventerà un eroe e come tutti gli eroi avrà vita breve, ma l’epilogo lo lascio al lettore. E’ una storia commossa e commovente, il tema trattato è a noi occidentali sì conosciuto, ma lontano nello spazio. Lo stile è semplice e lineare, l’autore usa un’espressione linguistica umile ed immediata aderente ai personaggi di cui narra le vicissitudini, per cui anche se fa bene la lettura agli adulti è, precipuamente, rivolto ad un pubblico di ragazzi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il fabbricante di sogni 2009-07-21 15:37:44 Chris82XXX
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Chris82XXX Opinione inserita da Chris82XXX    21 Luglio, 2009
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Innocente

è l'aggettivo con cui definirei il romanzo di Crofts, poichè è in questo modo che le parole scorrono tra le pagine di questo libro, in maniera naturale e semplice, come se a scriverlo fosse un bambino.
Attraverso gli occhi di Iqbal, viviamo una toccante storia di soprusi, schiavitù minorile, infanzia negata fino alla liberazione, che porterà alla rinascita e alla consapevolezza di un piccolo eroe che commuoverà milioni di persone nel mondo.
Una lettura adatta a grandi, cui sarà inevitabilmente violentato il ricordo della propria infanzia, ma anche ai più piccoli per conoscere una realtà di cui non si sente parlare alla televisione.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Tre tazze di tè
Trovi utile questa opinione? 
21
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il fabbricante di sogni 2009-04-26 11:31:07 eleonora
Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da eleonora    26 Aprile, 2009

il fabbricante di sogni

Un argomento di tale importanza non può essere trattato con superficialità. Ho trovato questo libro povero nello stile e nel contenuto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
15
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il fabbricante di sogni 2009-04-22 14:25:47 angelo.bressa
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
angelo.bressa Opinione inserita da angelo.bressa    22 Aprile, 2009
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Da leggere

E' da leggere e far leggere. Soprattutto ai nostri figli, figli del benessere e sostenitori (per chi poi leggerà il libro) di quelle marche e sono tante che sfruttano ancora purtroppo il lavoro minorile. Forse dovremmo pensare che c'è un altro mondo oltre al nostro... quello dei bambini che non hanno la fortuna di poterlo essere.

Un libro da far girare ....

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il fabbricante di sogni 2009-01-22 16:33:11 Dafne
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Dafne    22 Gennaio, 2009

Il fabbricante di sogni

é un libro davvero toccante...lo consiglio a tutti... ti fa riflettere su quanti bambini al mondo soffrono..

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa