Narrativa straniera Romanzi Il gatto che voleva salvare i libri
 

Il gatto che voleva salvare i libri Il gatto che voleva salvare i libri

Il gatto che voleva salvare i libri

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La libreria Natsuki è un luogo speciale: un negozio polveroso e solitario, dove gli amanti della lettura possono trovare, tra le pagine dei grandi capolavori di tutto il mondo, un'oasi di pace, un rifugio lontano dal frastuono della quotidianità. Quando il proprietario, uomo colto e appassionato, muore improvvisamente, il nipote Rintaro, un ragazzino timido e introverso, eredita la libreria. Il nonno si è preso cura di lui dopo la morte di sua madre e, ora che è scomparso, Rintaro deve imparare a fare a meno della sua saggezza dolce e pacata. La libreria è sull'orlo del fallimento: un'eredità pesante per il ragazzo, anche perché i segnali dal mondo sono piuttosto scoraggianti: poca gente è davvero interessata alla lettura. Un giorno, mentre Rintaro si crogiola malinconico nel ricordo del nonno, entra in libreria un gatto parlante. Nonostante le iniziali perplessità del ragazzino, il gatto lo convince a partire per una missione molto speciale: salvare i libri dalla loro scomparsa. Inizia così la storia di un'amicizia magica: un'avventura che li porterà a percorrere quattro diversi labirinti per risolvere altrettante questioni esistenziali sull'importanza della lettura e sulla forza, infinita e imperscrutabile, dell'amore.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il gatto che voleva salvare i libri 2021-02-18 16:24:27 Mian88
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    18 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rintaro e Tora

Con i suoi anfratti e corridoi la libreria Natsuki è un luogo ove le anime solitarie sono solite ricoverarsi per trovare ristoro e coccolarsi tra le pagine dei libri. Gli amanti della letteratura qui trovano i capolavori di tutto il mondo nonché il posto perfetto in cui ristorarsi e staccare dal frastuono della quotidianità. Tuttavia, la notizia giunge inaspettata: il proprietario è venuto a mancare improvvisamente. A succedergli nella gestione è il nipote Rintaro, un giovane timido e introverso, un ragazzo con nessuna specifica e particolare qualità. Anzi. È un giovane nella norma, senza particolari talenti e molte molte lacune. Deve prendere anche una decisione importante, Rintaro. Perché la libreria è sull’orlo del fallimento, perché l’eredità che gli è stata lasciata è tutto tranne che piacevole. È in uno di questi momenti di riordino e meditazione sul da farsi che un misterioso gatto, di corporatura robusta e imponente, con la pelliccia a strisce ocra e marroni e il nome Tora, compare nella libreria parlandogli e convincendolo a compiere un viaggio inaspettato, un viaggio che li porterà a percorrere quattro diversi labirinti, ciascuno volto a risolvere e ad affrontare questioni esistenziali di diverso genere.

«Gli studiosi non fanno altro che sfogliare libri, alla fine perdono la capacità di pensare. Quando non stanno leggendo, non ci riescono più»

È da queste brevi premesse che ha inizio “Il gatto che voleva salvare i libri”; opera con la quale l’autore ci conduce per mano in quello che è un nostro itinerario completamente introspettivo. Tra queste pagine riscopriremo la gioia del leggere ma anche la sua importanza. Il narratore ci ricorda quanto la letteratura possa darci ma anche quanto questa sia in grado di arricchirci. Ci invita, ancora, a riflettere sul quanto sia fondamentale la condivisione nella lettura e quanto sia vitale il messaggio che da questa può giungere. Il contenuto va oltre le apparenze, va oltre le quantità o le collezioni. Quel che conta è il lascito ma prima ancora il viaggio che tra quelle pagine viene compiuto.
Un messaggio per ogni labirinto, una storia che si lascia semplicemente divorare.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Io e Mr Wilder
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il club Montecristo
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La città di vapore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La donna gelata
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il libro delle case
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piranesi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il gioco delle ultime volte
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il silenzio
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Senza colpa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Orfeo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rabbia semplice
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sembrava bellezza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri