Narrativa straniera Romanzi Il giardino selvaggio
 

Il giardino selvaggio Il giardino selvaggio

Il giardino selvaggio

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di Il giardino selvaggio, romanzo di Mark Mills. Nel 1958 Adam Strickland è un semplice laureando di Cambridge a cui hanno offerto, come argomento per la tesi, lo studio del giardino rinascimentale di una splendida dimora toscana: Villa Docci. Il soggetto non lo entusiasma, ma a convincerlo è la prospettiva di una vacanza in Italia: peccato, però, che il suo soggiorno avrà ben poco della piacevole villeggiatura. Ad attenderlo, infatti, non ci sono solo le sfarzose feste in terrazza della padrona di casa e le conversazioni brillanti con le rampolle dell'aristocrazia locale, ma anche un complotto la cui ombra attraversa i secoli e lega insieme due omicidi distanti quattrocento anni. Su tutto e tutti domina l'antico giardino, autentico protagonista della vicenda: disegnato personalmente da Federico Docci nel 1577 in memoria della moglie morta a soli venticinque anni, sembra esercitare, su chiunque vi entri, un fascino che sconfina nel sortilegio. Come se le statue che lo popolano parlassero una lingua arcana e perduta capace di plasmare il destino degli abitanti della Villa, come se le iscrizioni, le grotte, le piante che lo compongono nascondessero un messaggio leggibile soltanto da colui che ne possiede il codice. Toccherà ad Adam scoprire il segreto del giardino e imparare a sue spese quanto può essere crudele la verità. Mark Mills si conferma narratore di atmosfere e paesaggi insoliti, capace di regalare al lettore un romanzo in cui la scrittura elegante e le battute taglienti da commedia sofisticata fanno da sfondo a una sorprendente indagine storica.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il giardino selvaggio 2008-10-11 12:07:59 adriano
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da adriano    11 Ottobre, 2008

un libro avvincente e colto allo stesso tempo

IL GIARDINO SELVAGGIO è un romanzo che non delude le aspettative. La storia risulta intrigante al punto giusto. L’intreccio narrativo è proprio del giallo, ma non si presenta con le tipiche caratteristiche dell’action movie, bensì si costruisce attorno ad una trama solida e spessa, sofisticata e letteraria. Un giovane studente inglese giunge in toscana per compiere alcuni studi su un giardino di una villa rinascimentale appartenente ad una blasonata famiglia fiorentina. Qui riuscirà a interpretare, grazie al proprio talento, il messaggio allegorico che il giardino nasconde, ma al tempo stesso un secondo mistero si sovrapporrà alle sue ricerche: quello di un assassinio avvenuto quindici anni prima in circostanza non chiare. E’ in questo frangente che il ragazzo diventerò uomo, l’ingenuità diventerà consapevolezza.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
il club gabriel
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il giardino selvaggio 2008-09-26 12:40:57 andrea70
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    26 Settembre, 2008
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Piacevolissima sorpresa

Veramente intrigante , non è il solito giallo trito e ritrito pieno di violenza e sesso gratuiti , Mills riesce a miscelare con maestria la ricerca storica con richiami alla letteratura antica che non rendono il racconto pesante ma anzi ancora più interessante .

Un libro che si legge tutto d'un fiato tanto sono ben strutturata la trama e scorrevole lo stile dell'autore, l'ho comprato quasi per scommessa senza aspettarmi troppo e mi è piaciuto moltissimo:una rivelazione.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il codice da Vinci
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sirene
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Mare di pietra
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La notte mento
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Sirene
Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
La notte mento
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno