Narrativa straniera Romanzi Il tredicesimo dono
 

Il tredicesimo dono Il tredicesimo dono

Il tredicesimo dono

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


La mattina di un freddo e grigio 13 dicembre Joanne viene svegliata improvvisamente dai suoi tre figli in tremendo ritardo per la scuola. Mentre di corsa escono di casa, qualcosa li blocca d'un tratto sulla porta: all'ingresso, una splendida stella di Natale. Chi può averla portata lì? Il bigliettino che l'accompagna è firmato, misteriosamente, «I vostri cari amici». Mancano tredici giorni a Natale, e Joanne passa oltre: è ancora recente la morte di suo marito, e vorrebbe solo che queste feste passassero il prima possibile. Ma giorno dopo giorno altri regali continuano ad arrivare. La diffidenza di Joanne diventa prima curiosità, poi stupore nel vedere i suoi figli riprendere a ridere, a giocare. E il mattino di Natale, mentre li guarda finalmente felici scartare i loro regali sotto l'albero addobbato, Joanne scopre il più prezioso e magico dei doni.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (3)
Contenuto 
 
4.0  (3)
Piacevolezza 
 
4.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il tredicesimo dono 2015-12-18 15:31:47 Christy Unbuonlibro
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Christy Unbuonlibro Opinione inserita da Christy Unbuonlibro    18 Dicembre, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il libro giusto da leggere a Natale

Ogni anno a Dicembre vengono pubblicati numerosi libri che parlano del Natale e della felicità che porta con sé questa festa. Ma Il tredicesimo dono, si discosta particolarmente da tutti questi romanzi. Seppur il Natale sia al centro della trama, è mostrato da un punto di vista diverso, quello di una moglie e dei suoi figli, rimasti da pochi mesi senza marito e senza un padre. Un lutto ancora tutto da rielaborare e, sopratutto, accettare. Joanne H. Smith ci descrive il dolore provato dai protagonisti e la nostalgia di quello che poteva essere, ma che invece non sarà mai. Sentimenti che arrivano al lettore, che si sentirà maggiormente coinvolto dalla storia.
Joanne, la madre dei bambini, ancora troppo addolorata, decide di rifiutare la festa e tutto quello che ne consegue: cene in famiglia, addobbi, regali,... non vuole festeggiare dopo aver perso il marito. Quindi quando il tredicesimo giorno prima di Natale davanti la loro porta viene lasciata una stella di natale, con un bigliettino firmato “dai vostri veri amici”, il suo primo pensiero è quello di buttarla e dimenticare l'accaduto, nonostante l'insistenza e la speranza nel Natale dei figli.
Ma da quel giorno, per ogni giorno fino a Natale, la famiglia Smith riceverà un dono, accompagnato dalla strofa della canzone The twelve days of Christmas. I doni riporteranno un po' di felicità e di luce in casa, forse è tempo di ricominciare la nuova vita.

Il tredicesimo dono racconta una storia emozionante, che arriva dritta al cuore, sopratutto perché tratta da una storia vera. Più volte mi sono commossa leggendo la storia di questa famiglia speciale.
Le descrizioni dei personaggi non sono molto dettagliate, ma sono essi ugualmente apprezzabili e riconoscibili nel corso della storia. Oltre a Joanne e ai suoi figli, conosceremo altri parenti ed amici che cercheranno di far rivivere la famiglia Smith. Più di tutti ho amato il personaggio di Megan, la figlia minore, ancora troppo piccola per non sognare l'arrivo di Babbo Natale e desiderare le feste, ma allo stesso tempo consapevole di non poter chiedere troppo alla madre e di quanto le manchi il padre.
La narrazione si articola in tredici capitoli, ognuno per ogni dono ricevuto. Il lettore incuriosito da chi siano questi “veri amici” sarà trasportato tra le pagine.
Credo che la copertina sia molto azzeccata, perché durante la lettura il lettore ha davvero la sensazione di osservare la vita dei protagonisti da una finestra di casa Smith.
E' una lettura scorrevole, ma molto intensa, si può davvero leggere in brevissimo tempo, ma vi consiglio di assaporarla per bene, pagina dopo pagina.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Il tredicesimo dono 2015-02-16 09:18:46 JakubWalczak
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
JakubWalczak Opinione inserita da JakubWalczak    16 Febbraio, 2015
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un vero dono al proprio cuore

Ho letto il libro sotto natale ed è secondo me il periodo giusto per leggerlo, consiglio a chiunque di leggerlo in quel periodo perché sicuramente vi farà apprezzare lo spirito natalizio.
é un libro che entra quasi subito nel vero della storia e prende subito al cuore, una storia forte che colpisce nell'animo.
La trama si basa su una storia vera ed è bello sapere che certe cose succedono veramente.
Se avete bisogno di riempire il vostro cuore di gioia, dolore, amore questo è il libro che fa per voi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il tredicesimo dono 2014-12-05 18:26:20 Pupottina
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    05 Dicembre, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ogni giorno può essere Natale

“Siamo andati in frantumi. Nelle vacanze natalizie che si avvicinavano non vedevo alcun sollievo né alcuna gioia, solo ricordi che mi tagliavano il cuore come i cocci di una palla da appendere all’albero.”

Questo è il libro per chi odia il Natale.
Per chi non lo capisce.
Per chi non sa cosa sia in grado di donare per il resto dell’anno.
È un romanzo che inizia come il diario di un dolore. È una scrittura per purificarsi dal dolore e cercare di venirne fuori. Senza ombra di dubbio il dolore più grande è il lutto. Joanne Huist Smith ne sa qualcosa, poiché ha perso il marito e ha tre figli da crescere. Il suo dolore fortissimo la annienta e con lei sta andando in pezzi anche la sua famiglia.
Il Natale le pesa. La opprime. Crede di non riuscire ad affrontarlo ad un anno dalla morte di suo marito Rick. Lo spirito natalizio la infastidisce. Le ricorda tutto ciò che le manca. Il marito, che le aveva promesso che ci sarebbe sempre stato, le ha lasciato tanti ricordi a tema natalizio. Il Natale era sempre stato uno dei momenti più importanti per la sua famiglia ed ora che lui non c’è quella tradizione rischia di perdersi.
Quando tutto sembra andare a rotoli, arriva per incanto un regalo misterioso, il primo dono di una lunga serie che riporterà Joanne alla vita, anche per il bene dei suoi figli. Non c’è regalo più bello al mondo di un gesto d’amore, capace di scaldarci il cuore. Ed è così che, nel romanzo, ogni giorno la famiglia Huist riceve un dono atteso, misterioso e simbolico, che l’aiuterà a far pace con il dolore e trovare la forza di guardare insieme al futuro.

“Uno dei doni più grandi che tutti possediamo è la capacità di donare. Non serve essere facoltosi. La compassione e un cuore buono sono tutto ciò che serve”.

Confesso che è una storia estremamente commovente, ma che trasmette un messaggio positivo di speranza. Aiuta ad affrontare il Natale, quando sappiamo che è forte il dolore perché sentiamo la mancanza di qualcuno che amiamo ancora. Sono l’albero, non ci sono regali più importanti della speranza, dell’amore della famiglia e dei tanti bei momenti insieme da ricordare. Nei momenti più difficili la vita trova sempre una nuova occasione per sorprenderci ed è proprio questo che racconta IL TREDICESIMO DONO.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri