Narrativa straniera Romanzi L'Atelier dei miracoli
 

L'Atelier dei miracoli L'Atelier dei miracoli

L'Atelier dei miracoli

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di L'Atelier dei miracoli, romanzo di Valérie Tong Cuong edito da Salani. Tre vite sull'orlo del baratro: Mariette, insegnante di storia che, provocata una volta di troppo, ha superato il limite e ha scaraventato uno studente giù dalle scale; Millie, che si è gettata nel vuoto dalla sua casa in fiamme; Mike, disertore dell'esercito e homeless che viene aggredito da una banda di balordi. A salvare tutti arriva all'improvviso Jean, un benefattore, che li accoglie nel suo Atelier dei Miracoli, dove le persone semplicemente guariscono. Ma Jean è un uomo ambiguo e manipolatore e forse i motivi della sua generosità sono più oscuri: eppure la salvezza può arrivare nelle maniere e dalle persone più impensate, e il confronto con i propri fantasmi e con lo spregiudicato Jean potranno aiutare Mariette, Millie e Mike più di ogni altro miracolo. Ma quanto si mescolano, nella vita reale, il Bene e il Male? Dov’è il confine? Chi non ha mai incontrato una persona che ci aiuta ma, al tempo stesso, ci manipola?

Valérie Tong Cuong è nata nella periferia parigina. Ha studiato letteratura e scienze politiche. Ha lavorato otto anni nel settore delle comunicazioni e della pubblicità prima di dedicarsi alla scrittura e alla musica a tempo pieno. È tradotta in 16 lingue e pubblicata in 20 paesi.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Voto medio 
 
2.9
Stile 
 
2.8  (4)
Contenuto 
 
3.3  (4)
Piacevolezza 
 
2.8  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'Atelier dei miracoli 2014-04-23 06:48:48 Minuscola
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Minuscola Opinione inserita da Minuscola    23 Aprile, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

libro diverso

Un libro veloce che si legge d'un fiato più che altro per la curiosità di sapere come si concludono le tre storie del libro. Tre personaggi che si trovano nello stesso "atelier" per aiutare, per lavorare e per migliorare la propria vita.
Jean, il propietario dell'atelier, mi è sembrato da subito strano e molto ambiguo. Dapprima molto calmo e disponibile e alla fine del libro invece è diventato un despota.
Non mi ha dato molto questo libro, solo forse la speranza che si può trovare, o meglio costruirsi, un mondo migliore e cercare di vedere le cose da un'altra angolazione.
Questo libro non ha verve, non ha il famoso "colpo di scena" anche se mi sento di poterlo consigliare se non altro per una lettura diversa dal solito.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

L'Atelier dei miracoli 2014-03-11 19:20:09 FabCat
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
FabCat Opinione inserita da FabCat    11 Marzo, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Si può donare senza chiedere nulla in cambio?

Chiunque abbia mai superato un momento difficile nella propria vita lo sa: è il senso di solitudine la trappola più insidiosa e subdola nella quale si cade inevitabilmente. “Ognuno sta solo sul cuor della terra…” scriveva Quasimodo, e mai come nella sofferenza (piccola o grande che sia) ci sentiamo distanti e incompresi da tutti.

Se nella realtà esistesse il posto ideale dove rimettersi in pista, questo sarebbe L’Atelier dei miracoli, un’associazione no-profit dedicata a chiunque, senza distinzioni di sorta. La premessa è sicuramente di grande presa, ed è molto interessante che i tre “casi umani” protagonisti, Millie, Mike e Mariette, siano molto diversi fra loro, sia per estrazione sociale e cultura, sia per personalità. È ancor più interessante che ognuno di loro racconti in prima persona la propria toccante storia, a capitoli alterni. Peccato che il tono sia sempre lo stesso, senza una caratterizzazione tipica, quindi l’ex-militare si esprime con lo stesso linguaggio della docente, moglie del politico.

Perfino l’elemento thriller che a un certo punto si inserisce nel racconto e che offusca con un velo di ambiguità il personaggio del benefattore Jean, non riesce a dare alla storia quel colpo di coda che ci si aspetta e che avrebbe reso meno scontata la domanda “È davvero possibile fare del bene senza chiedere nulla in cambio?”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
L'Atelier dei miracoli 2014-02-25 06:36:51 phoebe1976
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
phoebe1976 Opinione inserita da phoebe1976    25 Febbraio, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le sorprese non finiscono mai

Ho letto questo libro attirata dalla copertina e anche, si ancora, dal titolo. Lo sapete che mi frega sempre, no? Sono schiava del marketing editoriale, che volete farci?
Insomma, mi aspettavo un libro leggermente new age, magari romantico, un po' stile Musso. E le mie aspettative, fino a due terzi del libro, sembravano ben riposte. Poi, all'improvviso, il libro via verso la cattiveria umana, il mondo vero, la crudeltà dell'uomo.
Cacchio, ho pensato, vuoi vedere che ho trovato per caso un gran libro? E invece no, a poche pagine dalla fine, quando oramai ero abbastanza sicura di aver capito il trend del libro, la storia sterza di nuovo verso il buonismo esasperato regalando un happy end senza infamia e senza lode, con l'aggravante dell'intenzione.
Mi aspettavo un libro buonista, è vero, ma all'improvviso questi cambi di rotta hanno reso il finale del libro un dolce stucchevole, di quelli che lasciano un cattivo sapore in bocca.
Peccato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
I libri con l'happy end a tutti i costi
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
L'Atelier dei miracoli 2014-02-16 10:24:39 GLICINE
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
GLICINE Opinione inserita da GLICINE    16 Febbraio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

RICOMINCIARE A VIVERE

Veramente importante il messaggio che racchiude questa deliziosamente semplice lettura, e cioè: “la verità è che raramente ci si rialza da soli. La verità è che molto spesso, il dolore isola e se certi hanno la fortuna di essere aiutati senza riserve, molti sono coloro che , una volta a terra sono incompresi, rifiutati o tenuti a distanza anche dai loro cari. E’ allora che cadono nella spirale dell’emarginazione, del ripiegamento su se stessi, della disperazione.”
Mike, Mariette, Millie, per motivi differenti, conoscono benissimo questa sensazione di alienamento anche da loro stessi. Non hanno più nessun sogno, non osano credere e desiderare nulla, la vita gli scorre addosso, senza lasciare una traccia, senza creare vita, idee, gioia, ideali. Sono SOLI, abbandonati nella loro disperazione, nella loro convinzione di non poter cambiare nulla, di non avere la forza e le capacità per superare gli ostacoli e gli errori del proprio cammino di vita.
Sarà Jean Hart, fondatore e gestore del centro “Atelier”, a ridare speranza ai suoi tre nuovi ospiti, a far ripartire il loro “treno”, riposizionandolo sulle rotaie della vita. Non senza dolore, non senza fatica.
Jean sa ascoltare, sa provare empatia, sa motivare…. Aiuta a rimettere insieme il complicato puzzle di queste vite spezzate, deluse. Ma anche Jean è un uomo, e come tale, non è perfetto, parte delle motivazioni che lo spingono ad aiutare il prossimo in modo così tenace, vanno scoperte nel suo passato…
Anche Jean dovrà fare i conti con la propria vita, con le proprie scelte e comportamenti. Ma dopo il dolore, la rabbia, l’incomprensione, arriva il perdono.
Aiutare a comprendere, perdonare e perdonarsi. Fare in modo che le scelte passate non governino la vita presente, ma riprendere in mano il proprio futuro, le proprie aspirazioni, desideri. Queste sono le preziose gemme racchiuse in questo romanzo.
Come commenta l’autrice stessa: ”….. è sempre possibile andare avanti, svelarsi, elevarsi, anche se questo ha un prezzo. Siamo noi gli artefici del nostro miracolo.”
La scrittura è semplice, i capitoli alternano il nome dei tre protagonisti, e ne narrano la storia. E’ una gradevolissima lettura, delicata e leggera, che tocca temi importanti con lievità, lasciando al lettore la possibilità di elaborazione e riflessione sulle problematiche che vengono toccate.
Non ci sono giudizi, nemmeno analisi psicologiche approfondite…. E’ il racconto di tre storie e la possibilità di riscatto, diritto di ciascuno.
Che bello sarebbe avere nelle nostre realtà tante strutture simili all”Atelier” della storia….. Molte persone si riapproprierebbero della vita e del gusto nel viverla……

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
260
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
La legge del sognatore
Valutazione Utenti
 
3.3 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri