L'ora nona L'ora nona

L'ora nona

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

In un tardo pomeriggio d'inverno, un giovane immigrato irlandese che ha perso il lavoro apre il rubinetto del gas del suo appartamento e si toglie la vita. Di sua moglie Annie e della bambina che porta in grembo, sopravvissute alla tragedia, si prende cura suor St Saviour, un'anziana religiosa che riesce a ottenere per la vedova un lavoro nella lavanderia del suo convento, un posto dove madre e figlia saranno al sicuro. Gli anni che seguiranno, però, non saranno facili. La vergogna per il gesto compiuto dal padre aleggerà sulla vita di Sally come un'ombra, segnando come una macchia indelebile le generazioni future. Ma nei gesti di misericordia inaspettati sarà possibile ritrovare la capacità di amare e perdonare.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'ora nona 2020-06-04 08:31:01 68
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
68 Opinione inserita da 68    04 Giugno, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fede e ragione

New York, primi del Novecento, una giovane donna, Annie, con un figlio in grembo, improvvisamente e disperatamente sola. Il marito Jim, disperato dopo la perdita del lavoro, si è tolto la vita in un gesto estremo, un uomo tormentato non dalla mancanza di amore, ma dalla assoluta incapacità di andare avanti.
Questo tragico evento peserà sull’ intero romanzo, lasciando una famiglia amputata affidata alle cure di un convento, a suore amorevoli che stentano a parlare di se’, ma che hanno molto da dare e da raccontare, un rapporto con una figlia cresciuta tra fede e possibile vocazione religiosa, una mente a lungo sottomessa a quel gesto primario indicibile senza possibilità di salvezza e perdono.
Presente e futuro vivono del legame profondo madre-figlia, tra la lavanderia del convento e le mura domestiche, una famiglia ristretta e amputata che non si sente tale e impara a convivere con un’ assenza forzata
C’è un senso di rabbia iniziale per quell’ abbandono, Annie non sopporta disperazione e impotenza, per anni si porta dentro il ricordo di lui, l’ umore nero e gli scoppi d’ira che le hanno impedito di godere delle semplici gioie della vita, quel piccolo angolo di paradiso dopo tutte le miserie che si sono lasciati alle spalle: una città in continuo fermento, un buon lavoro, una casetta tutta per loro, un bimbo in arrivo l’estate successiva.
E c’è una vita che scorre, anni regolati da una quieta routine affettiva, una figlia ignara della verità, che cresce e si dibatte tra sospetta vocazione religiosa, possibile rapporto caritatevole con il mondo, e inclinazione per i propri reali desideri.
Annie, nel frattempo, cede alla tentazione, incontri clandestini con un uomo sposato, nessuna parola sulla sua vedovanza ne’ sulla moglie malata di lui, un’ altra colpa da portarsi dentro, mentre Sally in un lungo viaggio in treno scoprirà la verità sulla sporcizia del mondo.
Gli anni scorrono, inevitabilmente, una doppia verità che non può più essere nascosta, un crescente senso di colpa che porta a credere in una sola via salvifica, un piano che scambi la propria anima immortale con la felicità mortale di una madre.
Ci sono gesti estremi che nascondono amore, letti con gli occhi dell’ amore, accecati e accecanti, che indirizzano delle vite. C’è chi perderà il paradiso per un gesto d’ amicizia, non solo per odio, rassegnandosi per sempre. E ci sarà, per le ignare generazioni future, ovattate da un’ infanzia felice, un’onta nebulosa, una protratta e malinconica presenza, scongiurata da uno sguardo amorevole che molto sottende.
Un romanzo piacevole che privilegia gli scambi relazionali, una scrittura fluida che dosa le parole e mai eccessiva, talvolta poco espressiva, una prima parte che vive il contrasto, le incomprensioni, gli scambi tra vita conventuale e mondo esterno, fede e peccato, intrecciandone destini e diversità, una seconda parte improvvisamente votata all’ azione, dettata da una scelta obbligata, laddove la vita richiede risposte impellenti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Il sogno di Ryosuke
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore