Narrativa straniera Romanzi La camera d'ambra
 

La camera d'ambra La camera d'ambra

La camera d'ambra

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Sono sei, e sono i migliori esperti d'arte in circolazione. Si fanno chiamare il Gruppo degli Scacchi e di professione falsificano e rubano opere dì immenso valore per rivenderle al miglior offerente. Ci sono la Torre, l'Alfiere, la Donna e il Cavallo, e ognuno ha un ruolo diverso, proprio come le pedine del gioco; e poi c'è il Pedone, alias Ana Maria, ladra infallibile e proprietaria di un negozio d'antiquariato ad Avila. E tutti rispondono a un grande e misterioso capo, il Re, imperscrutabile fondatore del Gruppo. Questa volta, gli Scacchi hanno messo a segno un favoloso colpo in un castello sul lago di Costanza. Ma ben presto si accorgono che sotto il quadro rubato si nasconde un'altra tela: raffigura il profeta Geremia e reca inciso un messaggio in codice...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
3.1
Stile 
 
2.8  (4)
Contenuto 
 
3.3  (4)
Piacevolezza 
 
3.3  (4)
 
La camera d'ambra 2013-02-15 09:56:09 *Monica*
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
*Monica* Opinione inserita da *Monica*    15 Febbraio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

LA CAMERA D'AMBRA

Protagonisti del libro sono una compagnia di ladri e falsari di opere d'arte, il "Gruppo degli Scacchi", composta da 6 "pezzi": il Re (la mente del gruppo) la Regina e il Cavallo (i falsificatori), la Torre (il riciclatore di denaro), l'Alfiere (l’esperto informatico) ed infine il Pedone (l'esecutrice materiale dei furti).
La storia è raccontata in prima persona dal pedone Ana Maria che, dopo il furto di un famoso quadro, si accorge che sotto a questo si nasconde un secondo dipinto con un messaggio cifrato che, una volta decodificato, rivela il nascondiglio della famosa camera d'ambra dello zar Pietro il Grande, una stanza completamente rivestita da lastre di ambra dorata del Baltico, scomparsa durante la Seconda Guerra mondiale e mai più ritrovata.
Ana Maria e Josè (Cavallo) si mettono subito alla ricerca del tesoro, ma non sarà un'impresa facile. Dovranno infatti risolvere enigmi e guardarsi da inganni.
Un bel giallo ambientato nel mondo dell'arte. La storia è costruita bene, è un'avventura avvincente con enigmi da risolvere, inganni e false piste e non manca il colpo di scena finale. Ho trovato molto interessanti i richiami storici e artistici legati alle vicende narrate nel libro. I personaggi sono ben descritti e originali.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il codice da Vinci - Dan Brown
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
La camera d'ambra 2012-03-20 16:40:36 LuigiDeRosa
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
LuigiDeRosa Opinione inserita da LuigiDeRosa    20 Marzo, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Scacco matto allo Zar

Un gruppo di affascinanti ladri di opere d’arte, chiamato “il Gruppo degli scacchi, composto da cinque elementi, Roi (francese, il capo) Donna (italiana, restauratrice) , Cavalo (portoghese falsificatore) Peòn (spagnola, l’esecutore materiale dei furti) Rook (inglese, esperto finanziario della City), Läufer (tedesco,hacker eccellente)
vengono ingaggiati da un ricco magnate russo Vladimir Mentelev,che offre loro una cifra astronomica per rubare il Mugik , un quadro del pittore russo Krylov esposto in un castello di proprietà di un industriale tedesco Helmut Hubner.
Ana (Peòn – Il Pedone) esegue alla perfezione il furto,sembra procedere tutto secondo routine, ma nel riporre nel solito nascondiglio l’opera d’arte la spagnola si accorge che nel retro è nascosto un altro dipinto,una crosta del 1949 del pittore nazista, Koch,raffigurante il Profeta Geremia che viene tratto in salvo dal pozzo dov’era stato rinchiuso.
L’intero Gruppo degli scacchi si riunisce, perché la diffidente ed astuta Peòn, si rende conto che questo nuovo elemento rappresenta un intrigo forse pericoloso per tutti loro.
Il Profeta Geremia è da tutti conosciuto, come il primo inventore di linguaggi cifrati, il suo metodo era chiamato Atbash e serviva al Profeta a mandare invettive contro i Re corotti di Gerusalemme senza farsi scoprire; Peòn decifra il codice segreto contenuto nel quadro: c’è un tesoro di opere d’arte nascosto da qualche parte in Europa. Dove? Da chi? Chi è in realtà Mentelev? Che cos’è l’operazione Pietro il Grande? Che cos’è la Camera d’Ambra degli Zar?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
La camera d'ambra 2010-09-02 14:33:31 Francesco Fontana
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Francesco Fontana Opinione inserita da Francesco Fontana    02 Settembre, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mah...è già finito?

Non ho capito il senso del libro, mi spiego "la camera d' ambra" è un romanzo storico e giallo, con indizi e codici che portano alla scoperta di un grande tesoro,però, sembra la bozza del libro! Niente è sviluppato, tutto si ferma allo spunto che andrebbe approfondito. Che senso ha scrivere un libro del genere e lasciarlo acerbo, correndo verso il finale, in modo esageratamente frettoloso?
Bella l'idea, stavolta sono i cattivi i protagonisti, il punto di vista è originale, ma chi sono i cattivi? boh! Come sono questi tunnel che i protagonisti del libro percorrono per trovare il tesoro? boh! Che sensazioni provano nel farlo? Boh!
Che dire... sono rimasto perplesso, mi aspettavo un altro "L'ultimo catone" e invece niente.
Sarà per la prossima.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
Romanzi storici e gialli.
Trovi utile questa opinione? 
51
Segnala questa recensione ad un moderatore
La camera d'ambra 2010-08-06 08:53:42 Adelina
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Adelina Opinione inserita da Adelina    06 Agosto, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Piacevole.

Un buon libro, ma niente di eccezionale. Devo ammettere che la brevità mi ha fatto piacere, in contrasto con quello che dice l'altra utente che prima di me ha commentato, perchè gli altri libri che ho letto della stessa autrice mi sono sembrati fin troppo lunghi e prolissi, non fraintendiamoci belli sicuramente, ma se fossero stati più corti (o più scorrevoli) li avrei apprezzati di più.
Mi piace il punto di vista che non è più dalla parte dei "buoni" ma dei "cattivi", come i ladri. Splendido il ruolo della suora e della sua omertà!

Una piccola curiosità: nella copertina non è raffigurata la vera camera d'ambra, ma in realtà il salone che precede la stessa. Il giallo che si vede sono stucchi dorati. La camera d'ambra vera (o meglio quella che è stata rifatta dopo la sua sparizione nella 2° guerra mondiale) è stupenda, ma molto più piccola.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"L'ultimo Catone" e "L'origine perduta".
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La mala erba
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Avere tutto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flashback
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il girotondo delle iene
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)
Fairy Tale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il peso
La vita prima dell'uomo
Mao II
Il sale dell'oblio
La casa dell'oppio
Un circolo vizioso
Un'altra donna
Lo squalificato
I quaderni di don Rigoberto
Il lampadario
Carne e sangue
Casa di giorno, casa di notte
In una notte buia uscii dalla mia casa silenziosa
Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta