Narrativa straniera Romanzi La fine della strada
 

La fine della strada La fine della strada

La fine della strada

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

"La fine della strada" (pubblicato originariamente nel 1958 e finalista al prestigioso National Book Award) è il romanzo meno 'barthiano' di John Barth: alla tendenza barocca, sperimentale e metanarrativa che contraddistingue gran parte della sua opera, qui si sostituisce infatti uno stile asciutto e lineare dallo straordinario mordente. Una situazione quanto mai tipica - un triangolo amoroso sullo sfondo di un'università della East Coast - diventa in queste pagine un formidabile e spietato romanzo filosofico che alterna comicità e nichilismo, satira e tragedia; al centro, uno dei più irresistibili antieroi della letteratura postmoderna: Jacob Horner, il giovane professore adultero che fa della paralisi esistenziale un grottesco sistema di vita.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La fine della strada 2013-08-05 17:03:44 marco 70
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
marco 70 Opinione inserita da marco 70    05 Agosto, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

due persone, un viaggio, una speranza.

Martin Aitken è un ispettore di polizia ancora giovane ma con un passato già carico di troppe ferite. Ellen è una signora americana di mezza età , in fuga da un marito infedele , da una malattia che non le concede tregua ma ancora in cerca di risposte sul suo passato. Il destino li fa incontrare, decidono di intraprendere un viaggio insieme verso Inishowen , una zona periferica dell'Irlanda. Sarà nello stesso tempo per loro un nuovo inizio ma anche la fine di una strada. Un romanzo che fa piangere , che fa ridere ( ci sono dialoghi veramente esilaranti ) , che ti fa riflettere sulla vita e sulle opportunità che essa sempre ti concede.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A CHI AMA LEGGERE GRANDI STORIE
Trovi utile questa opinione? 
41
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa