Narrativa straniera Romanzi Le parole segrete
 

Le parole segrete Le parole segrete

Le parole segrete

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Maddy non ha mai smesso di credere nel potere dei sogni e della magia. Lei è diversa da tutti: è ribelle, curiosa, testarda, e sulla mano ha il marchio di una runa. Per molti si tratta di un segno maledetto, ma non per il Guercio, l'unico amico che Maddy abbia mai avuto. È lui a svelarle il misterioso linguaggio delle rune e a introdurla in quell'universo proibito dove sono nascosti gli incantesimi, la conoscenza e il segreto delle sue origini. Mentre il futuro inciso sulla sua mano si avvicina giorno dopo giorno, una terribile catastrofe minaccia di distruggere per sempre quel mondo perduto. Maddy è l'unica in grado di salvarlo: sarà un'avventura appassionante.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
2.8  (4)
Contenuto 
 
2.3  (4)
Piacevolezza 
 
2.5  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le parole segrete 2012-09-04 09:57:37 aeglos
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
aeglos Opinione inserita da aeglos    04 Settembre, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A DIR POCO NOIOSO

Questo libro l’ho comperato attratta praticamente da tutto; dal titolo, dalla copertina e dalla storia.
Peccato che non sono riuscita a finirlo, arrivata a metà della storia (e vi assicuro che la voglia era di abbandonarlo già da molto prima) mi sono detta:»basta, proprio non ce la faccio».
La storia non era neanche malvagia, bella l’idea di attingere da una leggenda celtica e di farci una storiella. Peccato che la storia era alquanto noiosa.....sarà anche forse per la brutta traduzione del libro, ma a me proprio non è piaciuto...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Le parole segrete 2012-07-14 12:34:51 Nadiezda
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Nadiezda Opinione inserita da Nadiezda    14 Luglio, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ruina della Strega

Era da un po’ di tempo che non mi cimentavo nella lettura di uno dei romanzi della Harris e quando mi sono trovata davanti alla copertina di questo ho deciso di prenderlo senza sapere bene di cosa si trattava.

È un romanzo fantasy intriso di magia; l’autrice ha deciso di spiegarci anche il significato delle rune che richiamerà nel suo testo disegnandocele e chiarendoci il loro utilizzo.
Troviamo anche molti Dei presi dai miti nordici, uno di questi è Odino ed inoltre disseminati qua e là tra le pagine “vediamo” vari goblin (spiritelli).

Si tratta di un mattoncino di quasi seicento pagine e devo anche ammettere che non mi è piaciuto come i precedenti che ho letto.
Troppi personaggi, non riuscivo a seguire bene la trama anche se la storia tutto sommato è piacevole.
Anche se il libro non è brevissimo sono riuscita a terminarlo in poco tempo però alcune volte dovevo rileggere delle parti precendenti perché non mi erano molto chiare.
Il finale non è del tutto inaspettato, ma ho molto apprezzato il colpo di scena che ha voluto inserire la scrittrice.

Passiamo alla trama.

Sono passati cinquecento anni dalla “fine del mondo”, siamo nella Terra di mezzo esattamente a Malbry.
Qui abita Maddy, una ragazzina intelligente, curiosa, scaltra e che crede di essere sgradevole agli occhi di tutti perché è nata con uno strano simbolo nel palmo della mano, una runa, un segno maledetto.
Un giorno conosce un misterioso straniero chiamato il Guercio, il quale diventerà il suo migliore amico e le insegnerà l’affascinante linguaggio delle rune.
Più i giorni passano però, più una terribile catastrofe minaccia di distruggere quel mondo perduto.
Proprio Maddy, la protagonista principale, dovrà mettere tutte le sue forze per evitare il peggio.

La parte che mi è più piaciuta di questo libro è stata l’entrata nella Collina del Cavallo Rosso. Credevo di essere lì insieme ai protagonisti e di vivere le loro stesse esperienze. Sentire il calore, brancolare nel buio, cercare qualcosa di impreciso e temere il peggio.

È stata molto carina l’idea dell’autrice di mescolare tradizioni e miti celtici con un racconto nato dalla sua penna, ma purtroppo non mi ha colpito come i precedenti romanzi.

Peccato, vorrà dire che prossimamente mi informerò di più sui suoi libri.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
Le parole segrete 2009-06-11 22:30:34 Emily_
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Emily_ Opinione inserita da Emily_    12 Giugno, 2009
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Molto deludente

L'ho letto perchè ho sentito parlare molto di questo libro ma alla fine non trovo riscontro nei commenti della gente. Dicono che sia molto avvincente come storia, invece a me è sembrata molto pesante e lenta da leggere. L'unica cosa che ha attirato la mia attenzione sono stati i rapporti di parentela tra Maddy, Odino e Loki. I personaggi non mi sono piaciuti molto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Le parole segrete 2009-05-16 15:27:55 miky
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Opinione inserita da miky    16 Mag, 2009

bella l'idea

Di base l'idea è buona, insomma le rune, una rielaborazione nei miti nordici, il mondo in cui si svolge l'opera inventato e dominato da una sorta i Inquisizione è davvero una bella idea, molto promettente. Ma leggendo ho avuto una persistente impressione che alla fine tutta questa bella struttura si sarebbe sgonfiata, cosÃŒ è stato purtroppo. Molte cose erano poco approfondite e dunque in alcuni passaggi mi sorgevano mille perché, molte frasi erano poco efficaci, ripetitive quelle standard che si sentono regolarmente nei film. I personaggi erano molti, alla fine confusione totale anche perché la metà era marginale, e alla fine mi sono chiesta perché erano stati inseriti. Anche la storia dell'innominato, del mondo dove la magia è bandita, cose già viste....peccato!!!!

In generale il libro è piacevole anche se in alcuni punti è pesante ed inutile, una bella storiella. Il finale poi.....qualsiasi altro sarebbe stato migliore. Peccato, a me la Harris fino ad ora mi è sempre piaciuta...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Consigliato a chi ha letto...
Dipende molto, se uno va pazzo per la Harris probabilmente gli piacerà, ma per chi è abituato a un genere di fantasy piÄ? strutturato e originale no, non lo consiglio.
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa