Narrativa straniera Romanzi Le ragazze di Kabul
 

Le ragazze di Kabul Le ragazze di Kabul

Le ragazze di Kabul

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Elsa è americana, ha ventidue anni e fa l'infermiera in un piccolo villaggio dell'Afghanistan. Ogni giorno i suoi occhi vedono povertà, dolore, orrore e devastazione. Si adatta ai costumi locali e indossa il burqa, senza però rinunciare alla sua grande passione: il rossetto. Nascosta sotto abiti pesanti, Elsa ogni mattina continua a colorare le sue labbra, anche quando la legge sanguinaria dei talebani arriva nel suo villaggio. Parween è una giovane e ribelle afgana, che come Elsa non si piega alla repressione del regime. I talebani le hanno ucciso il marito e lei vuole vendetta. Sarà proprio un rossetto, ritrovato per caso dopo la spaventosa esplosione di un autobus, a farle incontrare. È l'inizio di un'amicizia che cambierà per sempre la vita di entrambe.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 5

Voto medio 
 
4.1
Stile 
 
3.4  (5)
Contenuto 
 
4.2  (5)
Piacevolezza 
 
4.4  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le ragazze di Kabul 2016-08-10 14:13:07 Unda Maris86
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Unda Maris86 Opinione inserita da Unda Maris86    10 Agosto, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Due donne, un unico sogno

In un Paese segnato dal dolore della guerra, due donne che il dolore lo portano scolpito nella loro storia familiare osano il coraggio della speranza. Così, Elsa lascia l'America per lavorare come infermiera volontaria in Afghanistan e Parween, che dell'Afghanistan è figlia, fa la guerra ad ogni timore e pregiudizio per affermare, con orgoglio, la propria libertà dal regime dei talebani. Due vite, insomma, che prima s'incontrano per caso e poi s'intrecciano volando insieme verso un unico sogno: un futuro migliore per una terra sfigurata dalla crudeltà dell'uomo ma pronta a rialzarsi e ricominciare. In questo scenario, la narrazione proceda snella e molto scorrevole, talora, in verità, un po' essenziale e affrettata, soprattutto verso la conclusione del racconto. Resta, però, tutto il calore di un'esperienza di vita vissuta (Elsa non è altro che la controfigura letteraria dell'autrice stessa, infermiera ed operatrice umanitaria in diversi Paesi di guerra) e l'alto valore documentario di un'opera che, come una fotografia, restituisce a pieni colori l'essenza della realtà.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Le ragazze di Kabul 2014-11-14 13:14:05 isabella
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da isabella    14 Novembre, 2014

carino ma...

Inizio premettendo che la lettura del libro è piacevole e scorrevole. La parte del libro veramente interessante è quella che racconta la vita di Parween negli anni, in un Afganistan martoriato da invasori e guerre, ed il coraggio di Elsa, infermiera americana, che si trova li in missione umanitaria. Peccato che poi ci si impatta nella lettura della storia di amore tra Elsa ed il soldato americano e tutto il resto che riguarda quella parte. Complessivamente un libro che ti trascina nella storia, ma, per quanto mi riguarda, una volta chiuso, so che, vista la leggerezza di alcuni tratti, difficilmente rileggerò, anche perchè i precedenti libri sull'Afganistan già letti, a differenza di questo, mi hanno lasciato un segno indelebile dentro. Buona lettura

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
Le ragazze di Kabul 2012-07-25 18:44:48 antonelladimartino
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
antonelladimartino Opinione inserita da antonelladimartino    25 Luglio, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Parween, una vera shaheed

Sarebbe stato meglio mantenere o tradurre alla lettera il titolo originale del romanzo: “Lipstick in Afghanistan”. “Le ragazze di Kabul” non mi sembra adatto per questo romanzo nato da un’esperienza reale, vissuta non a Kabul ma a Bamiyan, un villaggio del centro dell’Afghanistan. Bamiyan appartiene all’etnia hazara, che per la sua fierezza è odiata e perseguitata con particolare ferocia dai talebani.

La storia è davvero interessante, ma la narrazione non si dimostra sempre all’altezza: diventa esigua nel raccontare l’amore, goffa nel delineare la storia e il carattere dei personaggi.
Il rossetto che unisce le protagoniste principali, invece, mi sembra un simbolo azzeccato, molto efficace: rappresenta la femminilità che alcune ideologie vorrebbero uccidere o nascondere, la frivolezza che diventa rivalsa su un destino difficile.

I talebani del romanzo si comportano da bestie: distruggono e uccidono senza motivo, violentano e rubano con passione, trasgrediscono gli stessi comandamenti che impongono ai popoli che tiranneggiano. Posso capire il punto di vista delle protagoniste: non nutro nessuna simpatia nei confronti dei talibani, ma la bestialità degli uomini include sempre cause da spiegare, eccezioni da non sottovalutare.

Molto vivace e coinvolgente anche la descrizione delle tradizioni e dei costumi hazari, delle leggende di questo popolo e delle condizioni di vita dei volontari che lo conoscono da vicino.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
romanzi e storie vere sull’Afghanistan.
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
Le ragazze di Kabul 2012-04-05 10:40:11 il rifugio dell anima
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
il rifugio dell anima Opinione inserita da il rifugio dell anima    05 Aprile, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un futuro migliore!

Voglio iniziare dicendo che questo è un libro speciale, è stato il primo che ha fatto scivolare calde lacrime sulle mie guancie.
Le protagoniste dominanti del racconto sono due ragazze, Elsa e Parween, che appartengono a due culture completamente diverse eppure i loro destini si incroceranno e capiranno di avere entrambe gli stessi obiettivi.
Elsa, Americana, ha ventidue anni quando decide di diventare volontaria e viene mandata a Bamiyan, il suo passato difficile fatto di povertà, una nipotina con gravi ritardi e l’attacco alle Twin Towers influenzano questa scelta, perché vuole un futuro migliore non solo per lei, ma anche per le persone meno fortunate che sono vittime di una guerra che non hanno voluto loro.
Parween è una ragazza Afghana dal carattere forte e ribelle, la guerra le ha portato via tutto ciò che le era caro e ora cerca la vendetta. Ha perso molte persone lungo il suo cammino, ma tutte queste perdite le hanno fatto acquistare una determinazione che solo poche donne Afghane possiedono.
Questo libro parla di coraggio, di determinazione, voglia di cambiare e di amore! Parla di chi aiuta il prossimo senza ricevere nulla in cambio e di chi invece lotta per il proprio paese, per i propri figli e per un futuro migliore, è riuscito a dimostrarmi che non importa se vesti il burqa, un velo o qualsiasi altra cosa perché l’importante è ciò che sei.
Le emozioni che trasmette sono davvero intense in ogni punto del racconto e la fine è sconvolgente, una scena cruda che sembra non terminare mai, una scena in cui metti in dubbio ogni singola cosa ed è di un’angoscia e di una tristezza senza limiti, ti rendi conto che non si è mai al sicuro, basta un piccolo errore e tutto potrebbe finire anche se volevi fare una buona azione.
Leggendolo ho capito quanto sia diversa e difficile la vita negli altri paesi, e quanto poco sia l’interessamento da parte nostra per questi argomenti, ci vorrebbe anche solo un attimo di riflessione per capire che non esistiamo solo noi e che là fuori ci sono persone che hanno bisogno di un aiuto piccolo o grande che esso sia!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
La bambina che non esisteva
mille splendidi soli
Il cacciatore di acquiloni
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
Le ragazze di Kabul 2011-09-30 21:22:32 Coccinellina
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Coccinellina Opinione inserita da Coccinellina    30 Settembre, 2011
  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL CORAGGIO...

Le ragazze di Kabul è un romanzo d'amore e di odio, di gioia e di sofferenza, di pace e di guerra.
Un libro che a mio parere tutti dovrebbero leggere, perchè insegna l'amicizia disinteressata, spiega cosa significa mettersi a disposizione di chi ha bisogno, senza chiedere nulla in cambio. Spiega la comunione di persone unite dallo stesso coraggio, e da quello che diventa stesso dolore.
Racconta la rabbia e l'umiliazione, e il desiderio di combatterle!
Parla del coraggio per cercare di costruire un mondo migliore.
Un libro che mi ha appassionata, che avrei voluto non avesse una fine.
Mi ha colpita molto la sua crudezza, ma nonostante tutto mi ha parlato di amore. Amore per la gente, amore per gli amici e...per i nemici. Amore per i figli, per cercare di dare loro un futuro migliore..
Un libro che mi ha fatto capire quanto poco importante è vestire un burka o meno, perchè importante è quello che c'è sotto : il coraggio e la dignità.
Mi ha insegnato la tolleranza per quelli che sono usi e costumi tanto diversi dai miei.
Lo consiglio, ripeto, a tutti. E nonostante il titolo, che può ingannare , lo consiglio anche agli uomini. E' un libro che ci avvicina a chi si trova in guerra e la guerra non la vuole.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
MILLE SPLENDIDI SOLI E IL CACCIATORE DI AQUILONI
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore
La grande foresta