Ombre Ombre

Ombre

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di Ombre, romanzo di Robert Schneider edito da Einaudi. Due ritratti femminili diversissimi: una donna perde l'uomo che ama per troppo amore, mentre la sua rivale, incapace di amare, lo conquista. Due vecchie amiche s'incontrano a Sydney dopo quasi trent'anni. Florence invita Kasha in un ristorante per porle la domanda che la tormenta da anni. Una domanda su Collin Lamont, l'uomo che ha segnato la vita delle due donne in modi completamente diversi: era il marito di Kasha, ma non amava che Florence. Ora è morto, ma continua a influenzare i pensieri e i sentimenti di Florence. La confessione della donna non è che il preludio all'analisi inesorabile degli angoli oscuri dei sentimenti umani e non ha fine se non quando la domanda di Florence non ottiene risposta.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.9
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
4.5  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Ombre 2011-01-26 20:38:10 crisk
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
crisk Opinione inserita da crisk    26 Gennaio, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ombre

Florence e Kasha si conoscono tra i banchi di scuola tra di loro nasce una profonda amicizia. Al termine degli studi intraprendono strade diverse, Kasha si trasferisce in America a studiare psicologia, mentre Florence diventa una violinista. Dopo ventisei anni decidono di incontrarsi, tra loro è rimasta un’ombra Collin l’uomo che ha segnato la vita di entrambe, in modo completamente diverso. Florence invita Kasha al Pacific, il ristorante alla moda un tempo, adesso un posto cupo e isolato, per porle la domanda che da anni la tormenta…..e raccontarle il suo amore per quell’uomo, ormai morto da quindici anni, che le ha cambiato la vita, e che invece Kasha ha sposato senza amore. Due ritratti femminili diversi una, Florence perde l’uomo che ama per troppo amore, l’altra Kasha la sua rivale ,incapace di amare lo conquista. Un romanzo che si legge velocemente, si viene catturati dalla storia e dalla personalità di due donne antagoniste e amiche allo stesso tempo, dall’indagine psicologica e dai brevi flashback sulle loro famiglie. Un racconto coinvolgente, una scrittura semplice e concisa porta a leggerlo tutto di un fiato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
Ombre 2010-11-05 14:27:25 gio gio 2
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
gio gio 2 Opinione inserita da gio gio 2    05 Novembre, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

...le ombre dell'amore...

Florence e Kasha,due donne, fortemente diverse,entrambe di origini ebraiche si incontrano da bambine quando divengono compagne di banco in un collegio a Sydney,dove gia' si denota la forte ribellione di Florence,il suo incrollabile coraggio,la sua voglia di scoprire il mondo,orfana di madre vive sola con il padre,grazie al quale acquisisce questo temperamento temerario,libero,selvaggio.Kasha.al contrario,assume un atteggiamento sottomesso,il padre e' morto di crepa cuore,poco prima che lei nascesse,e' il fratello Ari che si occupa del sostentamento della famiglia,proprietario di un famoso ristorante ebraico a Sydney , lei gli permette di insegnarle a "raddrizzare la gobba",a camminare eretta mentre serve ai tavoli,cosa che si rivelera' disastrosa e fortemente umiliante.La giovane donna non e' in grado di manifestare le sue vere aspirazioni per il proprio futuro,si iscrive in un universita' americana alla facolta' di psicologia pur essendo nata per fare l'attrice, dove presto si rendera' conto che gli uomini sono in grado di vedere la sua "ombra",la sua fragilita',la sua passivita',il suo abbandonarsi al volere degli altri.Florence,dal canto suo insegue il suo piu' grande ed autentico sogno:suonare il violino.La vera unione,il rapporto piu' profondo,tra le due,nascera' quando scopriranno di amare lo stesso uomo,Collin Lamont,di famiglia ricchissima,veste i panni di un barbone,un aspirante poeta,depresso insoddisfatto,con un animo "marchiato" dal dolore che neppure nelle sue poesie riesce ad esporre.Kasha e' destinata a sposarlo mentre Florence DECIDE di amarlo,disperatamente,alla follia,contro ogni regola,contro ogni ragione,un amore, del quale, e' consapevole non sara' mai corrisposto...dedica ad esso ogni attenzione,ogni attimo della sua vita. mentre da lui riceve solo una fredda indifferenza.Al matrimonio dei due si esibira' splendidamente con l'amato violino e poi decidera' di scomparire per sempre della loro vita.Solamente quindici anni dopo la morte di Collin ,Florence si rimettera' in contatto con Kasha chiedendole un appuntamento:le deve porre una domanda.Il loro incontro avra' luogo al Pacific,il locale che frequentavano nella loro gioventu',dove Florence conobbe Collin. Le due donne,ormai anziane,si ritroveranno a raccontarsi,a raccontare i loro sentimenti piu' reconditi,Florence ama ancora Collin,anche dopo la sua morte...Ne emergera' un analisi spietata...e' vittima chi ama incodizionatamente o chi riceve questo amore sconfinato,che va al di la' di ogni logica,di fronte al quale si sente denudato?"Chi ama qualcuno,ama la sua ombra",per questo chi e' amato fugge...e' forte chi ama,chi ha coraggio di cercare di afferrare le stelle,non tradire i propri sentimenti. Cio' che Collin dimostra e' "vera indifferenza" o paura?.Paura dell'amore spietato,senza timori,perfetto che la donna gli dona... privo di remore,senza,nonostante cio',arrivare mai ad umiliarsi,i suoi regali cosi perfetti... Le due protagoniste riusciranno a far luce su queste contraddizioni con un linguaggio diretto,confidenziale e sincero fino al limite estremo.Robert Schneider, attraverso delle pagine di grande stile, ci conduce verso un indagine accurata,per certi versi crudele, nella psiche dei sentimenti e nelle ombre dell'animo umano. Lasciando un messsaggio finale ai lettori: solo chi ha il coraggio di amare,di inseguire la "missione" della propria vita e' pienamente libero.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
42
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore
Il miele e l'amarezza
La grande foresta
La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola
Vita in vendita
L'uomo che aveva visto tutto
Serge
La foresta della notte
L'eredità
Dove sei, mondo bello