Onnazaka Onnazaka

Onnazaka

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Fumiko Enchi dipinge una storia indimenticabile in cui echeggiano la "Storia di Genji" e le atmosfere di "Madama Butterfly", in uno dei romanzi più importanti della letteratura giapponese. Alla fine del periodo Edo la moglie di un funzionario del governo, Tomo, viene mandata a Tokyo, dove l'attende un compito straziante: tra le molte ragazze offerte dalle loro famiglie, deve scegliere una giovane rispettabile che diventi la nuova concubina del marito. Tomo esternamente è impassibile, ma il suo cuore ha iniziato a incrinarsi; comincia così la ricerca con rigoroso senso del dovere, intraprendendo un sentiero che la porterà, insieme alle altre donne della casa, a immergersi in un'ombra sempre più profonda. Il romanzo è stato vincitore del Noma Literary Prize, il più prestigioso premio letterario giapponese.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Onnazaka 2020-07-17 21:18:42 archeomari
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
archeomari Opinione inserita da archeomari    17 Luglio, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

DONNE NELL’OMBRA

“Onnazaka” in giapponese vuol dire ‘Il percorso delle donne’.
In alcuni templi shintoisti ci sono due diverse scale: quella degli uomini, posta di fronte a chi guarda la costruzione e più veloce da percorrere, e quella delle donne, più lunga e riservata. Dal titolo conosciamo il succo di questa bellissima storia, toccante, intensa e profonda.
“Onnazaka” ha vinto, meritatamente, il più prestigioso premio letterario giapponese, il Noma Literary Prize, appena dopo la pubblicazione nel 1957. L’opera è ambientata in quel periodo ricco di fermenti politici e culturali, l’età Meiji, e la narrazione inizia quando in Giappone non esistono ancora né costituzione e né Parlamento, ma il potere è nelle mani di pochi funzionari imperiali dipendenti da un governo di tipo feudale.
L’opera è stata ispirata alle storie del ramo materno della famiglia della scrittrice Fumiko Enchi, a sua nonna in particolare, e a tutte quelle donne vissute nell’ombra del marito-padrone, schiacciate da una pesantissima etica femminile. Dare una voce a quelle donne vissute nell’ombra e nella sofferenza silenziosa è lo scopo di questo meraviglioso libro, uno dei più importanti della letteratura giapponese.
“Noi siamo donne che vivono nell’ombra, dobbiamo rassegnarci” sono le parole della protagonista, Tomo, moglie dell’importante funzionario Yukitomo Shirakawa, gran donnaiolo da sempre, che, dopo i primi anni di passione con la moglie, comincia a cercare tra giovani vergini piacenti, una inserviente personale per trasformarla poi in sua concubina sotto lo stesso tetto coniugale. Ma è capace di peggio: chiede alla moglie di recarsi in un quartiere di Tokyo a cercare per lui non una geisha, bensì una giovane piacente ancora illibata.
Tomo, il cui “forte temperamento l’aveva indotta a reprimere i suoi impulsi con l’obbligo morale di prendersi cura del marito e della casa” assolveva ai suoi doveri in maniera irreprensibile, quale scopo cui era destinata in quanto donna. “Tutto il suo amore e la sua intelligenza erano profusi nella vita familiare, di cui il marito era al centro”, per questo motivo si rende al tempo stesso vittima e complice di questo sistema patrilineare. Anche se lei è la protagonista indiscussa del romanzo, la prima concubina del marito, Suga, incarna, nella parte centrale del romanzo, la donna nell’ombra, quando il padrone si infatua di un’altra giovinetta che diventerà il suo nuovo diletto. Ragazzine come fiori non ancora sbocciati, vendute ipocritamente dalle famiglie come cameriere personali, nella piena consapevolezza del reale esito di quella disgustosa contrattazione.
Storie di fantasmi, tipiche dei racconti giapponesi, uomini che violentano inconsapevoli adolescenti con il beneplacito delle famiglie, storie di gelosie e solidarietà tra concubine, una moglie preda di terribili dissidi, odio-amore verso il marito, gelosia e orgoglio, senso del dovere e voglia di ribellione.
Lo stridore terribile all’interno dello stesso mondo “dei fiori e dei salici” tra la delicatezza struggente di immagini e pensieri e certi squallori che la storia del Giappone non può dimenticare.
Il pensiero buddhista e neoconfuciano sottendono tutta l’opera insieme ai continui richiami del famoso “Genji Monogatari”, capolavoro e patrimonio della letteratura mondiale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
“L'edizione Safarà è ben curata, corredata da un glossario e da una bella postfazione di Daniela Moro.Rari refusi.
Consigliato a chi ha letto o voglia leggere della stessa autrice Onnamen e Namamiko Monogatari, entrambi ispirate al Genji Monogatari.
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri