Narrativa straniera Romanzi Ora sai chi sei
 

Ora sai chi sei Ora sai chi sei

Ora sai chi sei

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Le reincarnazioni di un tassista di Pechino nel corso di mille anni si rivelano attraverso le lettere di una misteriosa anima gemella. Tessendo insieme folklore, storia, classici letterari e il concetto di reincarnazione, Ora sai chi sei rivela l'eterno ritorno della storia suggerendo che il passato non è mai definitivamente tale. Pechino 2008, vigilia delle Olimpiadi. Wang ha trent'anni, fa il tassista, è sposato con Yida, ha una figlia di nove anni. Echo. Dinastia Tang, 600. Radice Amara è un eunuco al servizio dell'imperatore, ha una figlia nata da un incesto che, dopo aver rifiutato un matrimonio combinato, è costretta a prostituirsi. Cos'hanno in comune due personaggi così diversi? Tutto. Wang è la reincarnazione di Radice Amara. Glielo comunica una lettera lasciata da qualcuno sul cruscotto del taxi. L'inesorabilità del potere, raccontata in questa lettera, come in tutte le altre che Wang riceve via via nello stesso modo misterioso, è al centro del romanzo: il tassista scoprirà di essere stato una concubina nell'harem di un tremendo imperatore Ming, un mozzo su una nave durante le guerre dell'oppio, una guardia rossa adolescente... che avrà un posto speciale nella sua vita. Parallelamente, Barker racconta le avventure e disavventure contemporanee di Wang, meno pittoresche ma altrettanto terribili di quelle dei suoi precedenti avatar: il padre, un importante quadro del partito, lo spedisce giovanissimo in un ospedale psichiatrico, dove si innamora di Zeng, un figlio del popolo rinchiuso perché gay, riuscendo poi a liberarsi e a sposare Yida, ma non a sfuggire del tutto alla persecuzione del genitore e della matrigna. L'ultima lettera che riceve svela il mistero dell'identità del loro autore.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Ora sai chi sei 2020-04-07 20:34:25 Clangi89
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Clangi89 Opinione inserita da Clangi89    07 Aprile, 2020
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Passi tra passato e presente, fuori e dentro sé

Pechino 2008, olimpiadi alle porte, la Cina si prepara ad allestire la propria vetrina per gli eventi sportivi che ospiterà. Un anonimo tassista trentenne, Wang vive nella megalopoli con la moglie Yda e la figlia Echo ancora bambina. Stremato dalle lunghe ore sul suo taxy Wang è appesantito da una vita sedentaria e pacchetti di sigarette fumati senza sosta. Stanco di un matrimonio privo ormai di stimoli. L'amore frizzante è un ricordo mentre la moglie si massacra le braccia in un centro massaggi.
Il nostro protagonista improvvisamente inizia a ricevere strane lettere. Una dietro l'altra, nessuna firma ma un curioso aspetto in comune: tutte ripercorrono le vite precedenti di Wang.
Ogni reincarnazione è descritta dalla sua anima gemella. Quest'ultima descrive anche l'attuale esistenza del tassista, le sue ferite ed i suoi errori. Sono infatti due anime che sono destinate a incontrarsi nei secoli ad ogni reincarnazione. Un legame profondo ed inatteso fino alla fine del racconto.
La monotonia delle giornate grigie di Pechino é interrotta da affascinanti scorci sulla Cina antica. Attraverso i secoli ogni vita precedente viene incastonata nel contesto storico. Il lettore è così immerso nella cultura e nelle tradizioni di una Cina antica ed attuale.
Tutto ha inizio sotto la dinastia Tang, 635 D.C, c'è la strega Wu e Radice Amara, una strana sorella di nome Fratello Venturo e poi una prostituta, Notte Ventura. Tutti personaggi che segnano i primi passi di un lungo viaggio. Il passo successivo sarà attorno a due schiavi sotto la Dinastia Jin nel 1213. Per poi trovarsi nella città proibita durante la dinastia Ming e le torture subite dalle concubine nel 1542. Sotto la Dinastia Qin si assiste alla guerra dell'oppio per poi conoscere le avventure e tragedie comuniste della Cina nel 1966.
L'autrice non perde mai di vista l'attuale vita di Wang, una famiglia ferita, una madre assente, un padre malato e un passato che ritorna. L'uomo ritrova un vecchio amico con cui ha condiviso la traumatica esperienza dell'ospedale psichiatrico.
Le paure delle lettere, la reazione della moglie e l'ossessione di traumi vissuti provocheranno scelte drastiche.
I temi coinvolti sono molti, la situazione delle donne nel tempo, l'amore nella sua interezza, il disagio famigliare e quello mentale. Lo straniamento sociale ed il senso di mancata realizzazione del sé rappresentano punti fermi. Il protagonista scopre soprattutto se stesso, affronta il legame mai reciso con la madre e con l'amico della giovinezza. L'uomo è messo di fronte alla realtà come la percepisce lui ma preso dalle paure e dalla rabbia per il suo passato nascosto la mente ne esce offuscata.
L' individuo all'interno del più ampio meccanismo degli eventi è infine un elemento che emerge costantemente. Il rapporto tra individui, comportamento e relazioni sociali viene ben delineato. Il tempo scorre, le persone cambiano ma solo in apparenza. Un romanzo interessante che affronta passato e presente nella più ambia prospettiva della centralità umana e dei suoi inscindibili sentimenti.
Il fascino dell'Oriente personalmente mi attira moltissimo, quindi, consiglio questa lettura anche per il collegamento storico e culturale che emerge.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
La città dei vivi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri