Narrativa straniera Romanzi Più dolce delle lacrime
 

Più dolce delle lacrime Più dolce delle lacrime

Più dolce delle lacrime

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Josephine e suo fratello gemello Chris per i primi diciotto anni di vita non hanno mai avuto dubbi. La loro è una famiglia legata dall'amore. Fino al giorno in cui a scuola non vengono spiegate le leggi di Mendel sulla genetica. E Josephine capisce che due genitori dagli occhi azzurri come i suoi non potranno mai e poi mai generare occhi scuri. I dubbi la consumano per mesi e si fanno lentamente strada, finché Josephine non ne parla a sua madre. E la verità che i suoi occhi le hanno preannunciato la porta fino a Chicago, di fronte alla casa di uno sconosciuto. Il suo nome è Sadiq Mubarak e in quel volto dagli occhi scuri e dalla pelle ambrata Josephine deve cercare la strada che la porterà in un viaggio nel passato di sua madre, ma anche alla scoperta di un mondo nuovo ed esotico, il Pakistan.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
3.9
Stile 
 
3.7  (3)
Contenuto 
 
4.0  (3)
Piacevolezza 
 
4.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Più dolce delle lacrime 2015-01-21 22:08:40 ombraluce
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
ombraluce Opinione inserita da ombraluce    22 Gennaio, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL SEGRETO DELLA DOLCEZZA DELLE LACRIME

Più che un libro, una poesia. Una storia avvincente e dolcissima che ci porta lontano, inseguendo le radici della protagonista principale, Jo, e gli intrecci di religione,cultura e tradizioni che si assorbono durante la lettura.
Bella la scelta di scrivere i vari capitoli ciascuno con gli occhi di un personaggio in particolare, cosicché si riescono a capire meglio motivazioni e sensazioni di tutti.
Giusta la descrizione di riti e usanze che, pur senza essere edulcorate dalla loro durezza, vengono esposte lasciando spazio al "sentire" di chi vi partecipa, lontano da giudizi e pregiudizi e con quel senso di labile confine tra bene e male che lascia il lettore libero di riflettere senza fretta, perché le cose della vita sono delicate, e non vanno liquidate in poco tempo.
Ottima, infine, la scelta stilistica finale, degna di una scrittrice di grande sensibilità, perché entrare nel sentimento del dolore riconosciuto e condiviso non è una cosa abituale in questi tempi conflittuali. . Un libro da leggere, insomma, un libro che ci porta oltre, insegnandoci che la dolcezza che si nasconde anche sotto l'amarezza

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Più dolce delle lacrime 2013-09-08 07:58:16 Pelizzari
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    08 Settembre, 2013
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il colore degli occhi

Il modo in cui si racconta una storia rivela qualcosa di chi la racconta; il modo in cui la si comprende rivela qualcosa di chi la ascolta. Questa è una storia che nasce un pò in sordina e che cresce strada facendo. La protagonista è Jo, una ragazza americana, con gli occhi color nocciola, che comincia a farsi qualche domanda e che scopre segreti che le cambiano la vita. Va quindi alla ricerca del suo passato, per capire, per sapere, per conoscere, per riequilibrare la sua vita e non solo la sua. Il modo con cui è raccontata questa storia rivela una grande sensibilità dell'autrice ed un grande amore ed attaccamento per la famiglia. Splendido il capitolo in cui viene raccontato il viaggio di Jo in Pakistan, intrecciato con le pagine del diario del fratello scritte durante la guerra in Iraq che ha combattuto. Il modo in cui ho ascoltato questa storia mi ha fatto riflettere, non solo sui valori alla base del romanzo, ma anche su quanto la vita può deviare, e lo ha fatto anche con me, dalla strada che si era progettato di intraprendere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
Più dolce delle lacrime 2013-05-07 11:12:14 antonelladimartino
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
antonelladimartino Opinione inserita da antonelladimartino    07 Mag, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

LA NATURA CONFUSA E COMPLICATA DELLA VERITÀ

Questo romanzo può essere paragonato a una torta di pasticceria, ben farcita di creme e molto, molto dolce. Troppo dolce e troppo ricca per i miei gusti: non soltanto per l’eccesso di zucchero che rende stucchevoli alcuni dialoghi e il finale, ma anche per la varietà di ingredienti, che “si uccidono” a vicenda e non giovano alla degustazione.

In questa storia ci sono gli schemi tipici del feuilleton, che si presta bene a essere suddivisa in puntate per far affezionare il pubblico: segreti di famiglie allargate, occhi che rivelano paternità fasulle, nuovi legami e vecchi amori, delitti con o senza castighi, grandi riconciliazioni e gran finale lietissimo condito da abbracci e lacrimoni.
Ci sono anche i temi scottanti e molto attuali, che danno spessore e sapore all’intreccio: le guerre con il loro corollario di morte e malattia; gli scontri e gli incontri tra religioni e civiltà; i diritti umani e i diritti delle donne; il dubbio e il dogma.
Temi e schemi molto lontani tra loro, che si combinano a volte con eleganza, altre volte con goffaggine: dettagli inutili, dialoghi che non funzionano e troppe, troppe lacrime zuccherose.

La storia è popolata anche da una gran quantità di personaggi, che confondono facilmente la memoria del lettore. Non ci sono invece, o difettano di coerenza e di profondità, i caratteri dei personaggi. L’autore li inserisce attraverso dialoghi e sguardi incrociati; ma questi espedienti, anche se corretti, non riescono a dar vita ai personaggi, che si perdono nell’eccesso di lacrime e di eventi.

Nonostante gli eccessi, non sconsiglio questo libro per tre motivi: la gradevolezza dello zucchero è soggettiva; i contenuti sono molto attuali; l’intreccio è ben strutturato. Da consumare preferibilmente come dessert;-)

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
romanzi storici o dello stesso genere.
Trovi utile questa opinione? 
220
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (2)
L'uomo del bosco
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri