Narrativa straniera Romanzi Preghiere notturne
 

Preghiere notturne Preghiere notturne

Preghiere notturne

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Manuel, uno studente di filosofia dell'università di Bogotà, viene arrestato a Bangkok con l'accusa di traffico internazionale di droga: il reato è molto grave e rischia la pena di morte. Il console colombiano a Nuova Delhi è incaricato di assisterlo; mentre lo interroga si accorge che, nonostante tutto, la più grande preoccupazione del giovane è rivedere la sorella Juana, scomparsa inspiegabilmente anni prima e a cui è legato da un amore esclusivo. Manuel è un sognatore, appassionato di letteratura e autore di graffiti, Juana una donna forte, decisa a fare qualsiasi cosa per proteggerlo e portarlo via da Bogotà, infestata di paramilitari e narcotrafficanti. Mentre Manuel diventa uno studente modello, Juana conduce una vita misteriosa che non condivide con il fratello, ma che non le impedisce di aiutarlo. Il console raccoglie la storia del ragazzo e si impegna a salvarlo ma intende anche ritrovare Juana servendosi dei piccoli indizi che emergono dal racconto di Manuel. Dall'India alla Colombia, da Tokyo a Teheran passando per Bangkok, il console farà di tutto per scoprire la sorte di Juana prima che sia troppo tardi per Manuel.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.9
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Preghiere notturne 2020-06-02 14:49:55 Jari
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Jari Opinione inserita da Jari    02 Giugno, 2020
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La tragedia di un fratello ed una sorella

Romanzo a tre voci, in cui i due racconti della vita di un fratello (Manuel) e sorella (Juana) di Bogotà si accompagnano al racconto dei tentativi di un console colombiano a New Delhi di salvare la vita al primo attraverso la seconda. Manuel e Juana hanno bisogno l'uno dell'altra per farsi forza e resistere in una società, quella colombiana di Bogotá, volgare, venale, provinciale, di cui i genitori sono la perfetta rappresentazione. Il legame fra i due è fortissimo, simbiotico, e non accetta compromessi. Tutto vi è subordinato: la dignità di Juana, che accetta di prostituirsi con uomini che detesta umanamente e politicamente pur di potersi permettere di regalare libri e bombolette spray per i graffiti al fratello, e il rischio corso da Manuel di attraversare mezzo mondo facendosi arrestare pur di trovare la sorella scomparsa. Tutta la parte finale è struggente, fra snervanti attese e tragica disillusione.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Preghiere notturne 2014-03-27 22:26:50 BEPUZ
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
BEPUZ Opinione inserita da BEPUZ    28 Marzo, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Due corpi, una sola anima

Manuel e Juana sono figli di genitori appartenenti alla piccola borghesia tendente al ribasso per via della crisi di Bogotà. Loro padre è impiegato in una banca, con zero prospettive di carriera, deriso e umiliato dai suoi colleghi, mentre la madre lavora in un negozio di fiori. La loro non era una famiglia felice, anzi frustrazione e risentimento verso la società entrano quotidianamente tra le mura domestiche. Soprattutto Manuel, non veniva amato e considerato da entrambi i genitori, che riversavano le loro attenzioni solo alla primogenita Juana. Fu quest'ultima, un giorno, quando Manuel era ricoverato all'ospedale per una febbre altissima, che lo guardo' fisso negli occhi e posandogli la mano sulla fronte " fu come uno specchio che scende dall'alto e riflette nell'anima". Era la prima volta che si sentì amato da qualcuno. Manuel trascorse l'adolescenza leggendo libri che gli passava un amico, a cui interessava solo giocare al calcio, ma al patto che doveva successivamente spiegargli il contenuto al fine di non farsi scoprire dalla madre che era solo Manuel a leggerli. L'unico amico di quella fase della sua vita, fu Edgar, un ricco snob con la passione della scrittura. Con lui ebbe le prime sbornie e consumo di droga. Altra sua passione erano i graffiti, era nei disegni che veniva fuori la sua anima.

Juana frequentava l'università statale Nacional facoltà di filosofia, anche se suo padre era contrario che lei si iscrivesse a quella facoltà, perché abbinava la stessa ai guerriglieri comunisti delle FARC (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia). Juana, faceva anche dei lavoretti saltuari per mantenere le passioni di suo fratello Manuel, quali libri, cinema e graffiti. Avrebbe fatto di tutto per sottrarlo al mondo in cui vivevano e dargli un futuro migliore. La svolta nella sua vita la ebbe quando fece da badante al signor Echenoz, un francese che viveva in Colombia dagli anni 60....Ed è da imputare a questa conoscenza ed ai dialoghi avuti con lo stesso che inizia la vita misteriosa di Juana.......

Juana scompare facendo perdere le proprie tracce. Manuel fa di tutto per ritrovarla, finché un giorno viene arrestato a Bangkok per possesso di stupefacenti, reato per cui rischia la pena di morte.

Corsa contro il tempo per il console colombiano di stanza a New Delhi, nel tentativo di salvare Manuel dalla morte e ritrovare dagli indizi fornitogli dallo stesso sua sorella Juana.

Romanzo a tre voci, in cui il console fa da collante tra i due protagonisti.
L''autore ha saputo dare un'anima ai suoi protagonisti, inserendoli in un contesto politico e sociale quale quello Colombiano con organizzazioni paramilitari, di cui il Governo si serve per commettere omicidi di natura politica, celandosi dietro la lotta ai guerriglieri delle FARC. Manipolazione dei media per distogliere l'attenzione sui fatti nei quali ci si sbarazza di personaggi scomodi o per giustificare omicidi di massa, passando per il turismo sessuale in Thailandia, delle ragazzine che si suicidano impasticcate, o che si bucano nell'inguine o nelle nocche per non essere scoperte.

Ritmo blando all'inizio, ma sempre più incalzante soprattutto grazie alla storia e al carattere di Juana. La visione delle tematiche trattate dal signor Echenoz, quali la democrazia, la donna, sono di un cinismo allo stato puro, ma che inducono riflessione.

Mi aspettavo tutt'altro finale, ma l'autore è riuscito veramente a stupirmi...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.6 (4)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Clean. Tabula rasa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero della donna tatuata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli eletti
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Anche le pulci prendono la tosse
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Terra Alta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il decoro
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri