Narrativa straniera Romanzi Se mi chiami mollo tutto... però chiamami
 

Se mi chiami mollo tutto... però chiamami Se mi chiami mollo tutto... però chiamami

Se mi chiami mollo tutto... però chiamami

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

È un momento difficile nella vita di Dani. La sua compagna sta per lasciarlo, il loro rapporto sembra essere giunto a un punto morto, anche se lui sa di amarla ancora. Proprio mentre la donna sta facendo le valigie, Dani riceve la telefonata di un padre disperato, che gli chiede aiuto. Dani infatti si dedica a trovare bambini scomparsi, un mestiere strano, che ha origine nel suo passato e nella sua disperata voglia di fuggire… La ricerca di questo ragazzino lo porterà a Capri, un luogo magico nel quale riaffioreranno ricordi della sua difficile infanzia e delle due persone che hanno lasciato il segno nella sua vita.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Se mi chiami mollo tutto... però chiamami 2012-12-30 18:31:02 Sharma
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Sharma Opinione inserita da Sharma    30 Dicembre, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un piccolo gigante

Per queste feste di Natale avevo proprio bisogno di buttarmi nella mischia e non fare la solita lettrice strana, volevo comprare un libro del momento, per sommo piacere del libraio, che ogni volta mi guardava come un'aliena. Avevo deciso...volevo qualcosa di leggero e non impegnativo, gli occhi mi sono caduti su questo romanzo che, nonostante tutto, era messo in un angolino solitario, ero contenta.
Mi sbagliavo, o meglio solo in parte, Espinosa ha una scrittura seducente e leggera malgrado quello che dice e racconta, il libro vola al tempo di un batter di ciglia.
Si narra la storia di un ragazzino di tredici anni, di nome Dani, che se ne va di casa per prendere una nave che lo porterà a Capri. Dani ha perso se stesso e non sa come ritrovarsi, ma in questo lungo cammino che durerà fino ai trentotto anni, incontrerà delle persone che lo aiuteranno in questa sua impresa: George incontrato sulla nave, il signor Martìn conosciuto in ospedale quando aveva solo undici anni e non sapeva ancora di essersi perso, una signora centenaria ed infine il suo pezzo mancante, la sua fidanzata. Una dietro l'altra vengono snocciolate perle di saggezza che non sono così ovvie come ci possono sembrare ad un primo impatto, aiutano il protagonista ed aiutano noi a ritrovare il vero senso delle cose, delle persone e della nostra vita. George in un discorso con il piccolo Dani gli dice “se ti perdi da piccolo non ti perderai da grande”, “prima bisogna imparare a cadere poi a camminare, così passa la paura.” Il ragazzino vive con una grande paura che gli impedirà di vivere fino in fondo, è un nano, nato da genitori nani con un fratello nano. Nonostante tutto ciò, per i pochi anni che ha vissuto con la madre prima di perderla, gli ripeterà di aver partorito “un piccolo gigante”. Il tempo le darà ragione, Dani cresce e sarà come tutti gli altri, ma lui sa di essere un nano. Questa paura che gli impedisce di crescere in tutti i sensi, lo porterà a tutte le vicissitudini che si racconteranno nel libro, le storie di vita e non, ma che lo accompagneranno e lo aiuteranno a sconfiggerla.
Paura di sapere di essere un nano e non voler generare un figlio.
Nel libro si recita una parte importante “siamo fatti da quattro pezzi fondamentali dobbiamo trovarli e metterli insieme, unirli come in un puzzle.” La bellezza di questo romanzo non sta solo nelle belle frasi e nel messaggio che ci lascia, ma anche a come è stato scritto, racconta si interrompe, racconta un'altra storia riprende e così via fino alla fine.
Il libro possiede un suo peso specifico, lo comprendiamo quando scopriamo da chi è stato scritto, uno sceneggiatore, scrittore, regista trentottenne catalano, oggi famoso, ma quando era piccolo non lo era, era solo un bambino malato di tumore che ha trascorso fino a quasi i suoi vent'anni negli ospedali con gli ammalati e le loro storie. Un uomo, oggi, a cui hanno tolto una gamba, un polmone, parte del fegato ed ora completamente rimesso ci vuole donare la vita, la sua vita e non vuole perdere tempo e perderne ancora.
I suoi occhi con cui guarda il mondo sono anche in questo libro ed ora lo regala a noi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (2)
L'uomo del bosco
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri