Narrativa straniera Romanzi Un bambino prodigio
 

Un bambino prodigio Un bambino prodigio

Un bambino prodigio

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Nelle taverne di un porto del mar Nero, Ismaele Baruch, il bambino prodigio, canta i dolori e le gioie dei miserabili, degli emarginati, degli esclusi. Il suo talento affascina il poeta in crisi Romain Nord e la sua amante, la "Principessa", una ricca vedova in cerca di nuove emozioni. Strappato al suo mondo di miseria, Ismaele diventerà il giocattolo di una società aristocratica, pronta all'entusiasmo quanto al disprezzo, che finirà per umiliarlo inesorabilmente.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.5  (2)
Contenuto 
 
4.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Un bambino prodigio 2016-07-26 07:46:54 Pelizzari
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    26 Luglio, 2016
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il piccolo poeta

Piccolo libro che ha una grande potenza descrittiva. Racconta la storia di un bambino di origini ebree che dà libertà alle parole che si risvegliano in lui. Racconto malinconico, che prende vita dalla piazza del mercato e dall’umanità che brulica nel porto, che incontriamo già nelle prime pagine, e segue un’armonia, tutta sua, come il ritmo naturale del vento e del mare. E’ un libro impalpabile, che però ti lascia dentro una tristezza di fondo, perché questo bambino si è sempre sentito solo, tra il mondo esterno e la sua anima si è insinuato lo specchio perfido e deformante dell’anima altrui. Ti immagini i suoi grandi occhi come pieni di un’inquietudine di fondo e pieni di sogni, che parlano però un linguaggio difficile da comprendere. Lo capisci se lo ascolti cantare. Ed è una cosa strana, se pensi che stai leggendo di lui e che non lo puoi ascoltare. Però percepisci la sua angoscia, indistinta ma opprimente, quella che pesa sulle anime semplici. Bellissima anche la leggera ambientazione di fondo, in una Russia fredda, che nell’inverno è rivestita di zucchero, e che è bello pensare come cornice di questa piccola vita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
Un bambino prodigio 2011-01-05 12:18:25 Jan
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Jan Opinione inserita da Jan    05 Gennaio, 2011
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un topos letterario

Ismaele Baruch, è il "benedetto". Baruch, appunto.
La letteratura ebraica yiddish è ricca di questi personaggi "posseduti" dal Bene o dal Male.Irene Nemirovsky, in questa bella storia, ripropone un topos, uno stilema classico soprattutto da un punto di vista ebraico-orientale.
La differenza è il nome: Ismaele, che se qui viene posto accanto a Baruch...nella tradizione assume una veste affatto fortunata.
"Chiamatemi Ismaele", è l'incipit di uno dei più grandi romanzi mai scritti,la cosiddetta Bibbia del mare, "La Balena" di Melville.
Non è un caso quindi che ad editare "Un bambino prodigio" sia stata la Giuntina di Daniel Vogelmann.
Ismaele porta in sé la benedizione e la maledizione...l'innalzamento ad un vertice dal quale, terribilmente, sarà destinato a cadere.
E se Nord il poeta tenterà il destino con la dolcezza...il fato lo farà pentire di questo esile miraggio.
Ismaele appartiene alla terra.

Nessuno tenti di strapparlo ad essa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
41
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri