L'apnea L'apnea

L'apnea

Letteratura italiana

Editore



La presentazione e le recensioni di L'apnea, opera di Walter Tripi pubblicata da Fondazione Mario Luzi. "'Apnea' è una raccolta poetica che sonda e scandaglia gli abissi delle profondità umane. In questa apnea, appunto, il respiro viene sospeso e lo sguardo si getta senza fine, al fondo delle cose, vi cade dentro fino a posarsi, vi precipita ed inabissa. Ma poi torna in riemersione ed a fior di pelle o sul pelo d'acqua, sul filo radente delle parole, riporta alla luce i preziosi ritrovamenti del proprio cuore oceanico. Walter Tripi vive in sé una esperienza testimoniale ed iniziatica che appunta dettagliatamente nei versi. Talora ci è imposto dalle leggi della vita di avere una sospensione, di astenerci dal controllo materiale dettato da noi stessi, di far cedere e cadere ogni resistenza emotiva e mentale, il nostro io bellicoso, di placare la nostra ostinata fame di vittoria e semplicemente abbandonarsi e trattenere il fiato; avere clemenza di sé per non morire di asfissia. Questo tempo di benevolenza personale, di piena e caritatevole indulgenza verso noi stessi, ed umana comprensione, è una attesa benefica, di messa in relazione con l'altro che ci dimora, e può essere veramente un tempo nuovo e lieto per le nostre vite." (Mattia Leombruno)

Recensione della Redazione QLibri

 
L'apnea 2013-05-20 21:11:00 mikyfalco
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
mikyfalco Opinione inserita da mikyfalco    20 Mag, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

In apnea

Di solito,quando si parla di poesia,siamo soliti immaginare un componimento che abbia una razionalità,un’eleganza di metrica,arricchito di figure retoriche pronte a spezzarci il cuore o aprirci l’infinito.
E allora ci immaginiamo il poeta:una persona sicuramente introversa,che nasconde un mondo in quel corpo umano che stenta a farsi ammirare per quello che effettivamente è:un oceano di emozioni.
Leggendo queste poesie ho immaginato così l’autore:sospeso in un oceano con la testa sott’acqua,in apnea.
Titolo azzeccato dunque,anche se non nego che forse è stato proprio questo titolo a darmi un’immagine simile.
Parliamo di poesia,parliamo di metrica,di figure retoriche,di immagini che si accavallano alle sensazioni:il lato bello della parola che riesce a creare forme che spesso nemmeno la più alta fantasia,delle persone comuni,è in grado di esprimere.
Un percorso interiore,un ragazzo che scava dentro di sé fino al midollo.
L’età indubbiamente si sente:in ogni parola,in ogni verso.
Si sente il colore cupo dei dubbi dell’esistenza,il dubbio sul perché la nebbia resti sempre nel nostro raggio d’azione.
Forse,se volessi trovare un limite a questi testi,è questo:soggettivi,molto soggettivi,ma in fondo entriamo in un altro campo:perché scriviamo?
“…attende una mano/la mia/per chiudere il vento e trovarlo nuovo/e sorride la stanza/attende/quella mano/la mia/che scrive…”.
Scrivere,per molti,anche per me in passato,è un metodo catartico,ti libera dalla tensioni,ti rilassa,ti rende libero.
Così,le delusioni,gli amori persi,qualche amico che non c’è più,ti portano a chiuderti in te stesso.
Da qui molto spesso nascono immagini che prendono forma con parole dal suono amico,immagini che alcuni, quelli che le nascondono anche ai loro occhi chiudendole in un cassetto,chiamano pensieri, altri,invece,che decidono di esporle al mondo,al giudizio di chi non potrà mai capirle del tutto,le chiamano poesie.
“Saranno mine/saranno dita con le spade,gesti/saranno nebbie come nuovi universi/le seguirò/attenderò che si voltino/per guardarmi negli occhi…”.
Concludo augurando all’autore un grande in bocca al lupo per il futuro,magari con qualche raggio di sole e un pizzico di arcobaleno a dar colore.
Un abbraccio da un poeta sconfitto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La notte più lunga
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri